Milano, tribunale ordina la trascrizione: “Sì agli atti di nascita stranieri con due papà”

I bambini nati all'estero tramite gpa hanno il diritto ad avere due padri anche in Italia. Ordinata la trascrizione al tribunale di Milano.

Milano, tribunale ordina la trascrizione: "Sì agli atti di nascita stranieri con due papà" - gay dad - Gay.it
2 min. di lettura

Andare oltre la Cassazione. Il Tribunale di Milano ha sentenziato che i figli di due uomini, nati negli Stati Uniti a seguito di gestazione per altri, hanno diritto ad avere due padri anche in Italia, ordinandone la trascrizione al Comune di Milano. Negare la registrazione in Italia dell’atto di nascita formato all’estero lederebbe i diritti fondamentali dei bambini e delle bambine all’identità personale, alla vita familiare e alla non discriminazione, tutelati sia dalla Costituzione italiana, sia dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

La pronuncia riprende quanto già deciso dalle Corti di Appello di Firenze e di Bari in due casi seguiti da Rete Lenford dopo il “veto” imposto dalla Corte di Cassazione: con la sentenza n. 12193 del 2019, infatti, quest’ultima aveva stabilito che, nei casi di gestazione per altri compiuta all’estero, in Italia potrebbe essere riconosciuto esclusivamente il genitore biologico, mentre il secondo genitore (c.d. intenzionale) potrebbe soltanto adottare il bambino.

Ora il Tribunale di Milano ha scardinato quel veto, smarcandosi nettamente dalla Corte di Cassazione e ribadendo che l’adozione non è uno strumento capace di assicurare la giusta tutela ai bambini. Questo perché oltre a essere una procedura lunga e rimessa alla volontà del genitore di assumersi la responsabilità verso i propri figli, impedisce a questi ultimi, tra le altre cose, di avere nonni, zii e diritti ereditari.

Anche la Corte costituzionale, nel marzo scorso, aveva lanciato un “forte monito” al legislatore, affinché intervenisse quanto prima per garantire piena tutela ai bambini, riconoscendo la “genitorialità piena” a entrambi i padri (senza, quindi, alcuno spazio per l’adozione). Così ha fatto il Tribunale di Milano

«La solidità degli argomenti che sostengono la decisione» – commentano gli avv.ti Giacomo Cardaci, Manuel Girola e Luca Di Gaetano, legali della coppia e soci di Rete Lenford – Avvocatura per i diritti LGBTI+ – «rende il decreto un ‘precedente’ illuminante per tutti i giudici a venire. L’udienza in cui si è discusso il caso è stata toccante: la zia dei bambini ha detto che, se fosse stato possibile, avrebbe portato lei avanti la gravidanza in Italia, per consentir loro di nascere». «Non c’è nessuna lesione della dignità della donna nel generare la vita, ma solo un atto di infinita generosità» ha aggiunto Serena Francesca Pratelli, avvocata del collegio difensivo.

«È una decisione davvero importante» – commenta l’avv. Vincenzo Miri, presidente di Rete Lenford – Avvocatura per i diritti LGBTI+ – «anche perché, nell’attuale situazione normativa, il Tribunale ha giudicato “evidente” che la tutela dei bambini “non possa essere sospesa a tempo indeterminato”, in attesa di un Parlamento che si è già dimostrato colpevolmente sordo, anzi ostile, alle istanze di tutela delle persone LGBTI+ e dei loro figli. Come associazione facciamo e faremo la nostra parte affinché si ponga presto fine a situazioni di intollerabile carenza di tutele: il Parlamento deve assumersi la responsabilità di assicurare, senza tentennamenti e senza squallide manovre ostruzionistiche, la massima protezione a diritti fondamentali riconosciuti dalla Costituzione».

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 12.11.21 - 16:33

Nella confinante Austria , per non arrivare fino a Taiwan , è stata la Magistratura a prendere l'iniziativa ed a rendere uguali per tutti i diritti dei Cittadini. Succederà mai lo stesso qui in Vatikanistan?

Trending

glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
CameraModaUnarAFG photo da IG: Tamu McPherson

Milano Fashion Week e lotta alla discriminazione, siglato accordo tra Unar e Camera della Moda

Lifestyle - Mandalina Di Biase 20.2.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
Grecia, l'Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: "Deplorevole, inaccettabile e antistorico" - Alessandro Magno - Gay.it

Grecia, l’Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: “Deplorevole, inaccettabile e antistorico”

Serie Tv - Redazione 21.2.24
Heartstopper 3, parla Joe Locke: "Sarà più cupa e sexy, parleremo anche di salute mentale" - Joe Locke - Gay.it

Heartstopper 3, parla Joe Locke: “Sarà più cupa e sexy, parleremo anche di salute mentale”

Serie Tv - Redazione 20.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

Hai già letto
queste storie?

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24
africarivista.it

Mauritius, la Corte Suprema ha depenalizzato l’omosessualità

News - Redazione 6.10.23
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
nigeria-100-persone-arrestate-matrimonio-gay

Nigeria, 100 persone arrestate con l’accusa di “coinvolgimento in un matrimonio gay”

News - Francesca Di Feo 29.8.23
"La violenza ha tante forme i diritti sono l'unica cura", la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d'Italia - arcigay - Gay.it

“La violenza ha tante forme i diritti sono l’unica cura”, la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d’Italia

News - Redazione 26.10.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24