“Non dobbiamo solo accettare, ma accogliere”: la storia di Grazia e suo figlio Edoardo

Grazia si racconta a Gay.it. Tra coming out, cori LGBTQIA+, e cosa significa essere attivist3 ogni giorno.

ascolta:
0:00
-
0:00
grazia e suo figlio Edoardo
grazia e suo figlio Edoardo
4 min. di lettura

Quando Grazia mi racconta di suo figlio Edoardo, l’emozione è palpabile: ha il timore di non spiegarsi come vorrebbe e non riuscire ad utilizzare le parole giuste. Eppure, durante la nostra chiacchierata quello che prova arriva forte e chiaro.

Ancora prima del coming out nel 2016, Grazia ha sempre pensato che Edoardo potesse essere gay.

Dopo la conferma, subentrano anche dubbi, perplessità, e paure che non hanno a che fare con l’omosessualità, ma con un mondo esterno che l’omosessualità ancora non la capisce: “Un conto è vederlo dal di fuori, un altro è esserne direttamente coinvolta” mi dice “Tutte le mie amiche mi dicevano di stare tranquilla, ma loro avevano figli eterosessuali e non potevano davvero capire le mie preoccupazioni. Non ero disperata e nemmeno mi strappavo i capelli, volevo confrontarmi altri genitori che vivevano quello che vivevo io”.

Mi racconta di essere cresciuta negli anni Sessanta, e di argomenti che per la sua generazione erano completamente tabù, ammantati di una negatività da tenere lontana o nel migliore dei casi, ridicolizzati sotto forma di macchiette.

Quando le persone vedono una madre parlare di suo figlio con il sorriso sulle labbra, cosa possono dirti? Farmi sentire a disagio perché ho un figlio gay? Vorrei proprio vederlo: diventerei una mamma tigre
“Quando le persone vedono una madre parlare di suo figlio con il sorriso sulle labbra, cosa possono dirti? Farmi sentire a disagio perché ho un figlio gay? Vorrei proprio vederlo: diventerei una mamma tigre”

Quando su consiglio di Edoardo conosce l’associazione Agedo (di cui potete leggere le nostre altre interviste alla presidente Cinzia Valentini, Annamaria Fisichella, e Monica)  Grazia si sente Alice nel Paese delle Meraviglie: non solo interfaccia con una comunità che non aveva mai conosciuto prima, ma si ritrova a fare i conti con tutti i suoi pregiudizi, per finalmente smontarli. 

Oggi fa parte di Checcoro, primo coro LGBTQIA+ di Milano, che oltre ad amare la musica, ha lo scopo di divulgare un messaggio d’inclusività e antifascismo.
Il loro repertorio alterna icone come Raffaella Carrà, Madonna, Mina, o Lady Gaga (“Born This Way è il nostro cavallo di battaglia” mi sottolinea) ma anche canzoni di lotta come Bella Ciao o Bread and Roses, brano di rivolta cantato dalle donne operaie del primo Novecento.

Per Grazia l’attivismo diventa un’attività quotidiana: che sia una lettera a cuore aperto alla presidente Giorgia Meloni e invitarla a comprendere tutte le realtà che ci circondano (“Purtroppo non mi ha mai risposto” mi dice) o rispondere alle persone che confondono il suo braccialetto rainbow con quello della pace. “Quando dico che ho un figlio gay, le persone rimangono spiazzate e crolla ogni finto perbenismo” mi racconta “Loro mi vedono così serena e convinta, e  parlandone così apertamente, mi auguro di smuovere qualche riflessione in loro. Soprattutto se non ci hanno mai pensato prima “. 

Quando le chiedo se si è mai imbattuta in conversazioni scomode, Grazia mi risponde che per sua esperienza, la società civile è spesso migliore del nostro attuale governo: “Quando le persone vedono una madre parlare di suo figlio con il sorriso sulle labbra, cosa possono dirti? Farmi sentire a disagio perché ho un figlio gay? Vorrei proprio vederlo: diventerei una mamma tigre“.

Grazia e suo figlio Edoardo
Grazia e suo figlio Edoardo

Mi racconta che il primo Pride con Edoardo è stato una rivelazione, completamente diverso dall’immagine fuorviante che i media ci propinano ancora da anni. Oggi, al contrario, non si perde nemmeno una parata e non sopporta le persone che le parlano di Etero Pride: “Gli eterosessuali possono essere sé stessi sempre, le persone LGBTQIA+ purtroppo non è così. Lo facciamo per ricordare che in questo mondo non tuttə vengono consideratə uguali, ed è quindi il caso di farci vedere e far sapere esistiamo anche noi. “.

Grazie a suo figlio Edoardo, oggi Grazia si considera una persona migliore sulla faccia della Terra.

Non solo osserva il mondo attraverso un nuovo sguardo, ma il loro rapporto è ancora più forte di prima. Quando cenano insieme lei, suo marito, Edoardo e il marito Giacomo – uniti civilmente dal 2021 –  racconta di un’armonia che non conosce falsità o timori di alcun tipo: “Mio marito adora suo marito, e quando vediamo Edoardo baciare Giacomo penso non ci sia nulla di più bello e potente. Con un amore così non c’è niente al di sopra dei nostri piccoli pensieri”.

A tutti quei genitori che si sentono spaesati o preoccupati perché hanno un figlio gay, Grazia chiede di guardarli negli occhi: “Cercate la loro anima e guardatela. Cercate di capire che quello che conta per loro è sentirsi bene con se stessə. Come genitori noi dobbiamo sentire questa cosa. Non dobbiamo solo accettare, ma accogliere. Perché se non si sentono accoltə nemmeno dai propri genitori, come può farlo in società?”

Grazia ci tiene a ricordare che i figli non sono solo il loro orientamento sessuale o identità di genere, ma sono tante cose diverse, e come può un piccolo particolare non può cambiare un intero rapporto? Amatelə come avete sempre fatto”

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Tutti i coming out "vip" del 2023 - cover coming out 2023 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2023

News - Redazione 12.12.23
Libri LGBTI aprile 2024

Marinai e cowboy, gatti magici e creature degli abissi, serpenti, donne, uomini e bambini: le novità LGBTI+ in libreria

Culture - Federico Colombo 27.3.24
Peppi Nocera coming out La Badante shitstorm

Il coming out non è solo gay, Peppi Nocera travolto dalle polemiche dopo la nostra intervista

Culture - Redazione Milano 22.1.24
Andrea Crippa Lega coming out eterosessuale

Il coming out del deputato semplice leghista On. Antonio Crippa come persona eterosessuale

News - Redazione Milano 4.2.24
La figlia dell'ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - La figlia dellex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - Gay.it

La figlia dell’ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender

News - Redazione 13.5.24
20 saggi queer usciti nel 2023 da regalare a Natale - Sessp 6 - Gay.it

20 saggi queer usciti nel 2023 da regalare a Natale

Culture - Federico Colombo 18.12.23
Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo - Mario Alcalde coming out - Gay.it

Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo

Corpi - Redazione 24.1.24
coming out più famosi della storia

I 30 coming out che hanno fatto la storia

News - Redazione 4.12.23