Minaccia attentato per uccidere 85 persone in un bar gay: arrestato

Un 27enne ha confessato su Grindr di voler compiere una strage omofoba.

Me’Shach Israel-Miller, è stato arrestato dopo aver minacciato un attentato con cui uccidere 85 ‘froci’ in un bar gay in Ohio. La cosa incredibile è che l’uomo ha confessato i propri intenti su Grindr.

A denunciare l’accaduto Montrese Hollar, di notte drag queen nei panni di Dashe Desmond Rose, con cui Me’Shach stava chattando. Spaventato da quanto letto sull’attentato, Montrese ha fatto uno screenshot della conversazione e l’ha inviato alla polizia. Forze dell’ordine che hanno rintracciato il potenziale attentatore proprio tramite app, accusandolo di minaccia aggravata e induzione al panico. Il pubblico ministero vorrebbe inoltre classificare l’incidente come ‘crimine di odio’.

La scorsa settimana Israel-Miller era già stato arrestato per aver minacciato con una pistola un barista in un locale gay del North Carolina.

Hollar ha rifiutato l’etichetta di ‘eroe’, avendo semplicemente fatto ‘quel che andava fatto’. Daniel Emerson, manager del vicino Union Cafe preso di mira da Me’Shach, ha confessato di aver vissuto un weekend di pura ansia, sapendo che in strada c’era un folle che voleva uccidere chiunque si trovasse all’interno del suo locale.

Ti suggeriamo anche  Bailey Reeves è la 17esima donna transgender uccisa nel 2019 negli Stati Uniti
Attualità

La Polonia potrebbe avere il suo primo presidente favorevole ai diritti LGBT: conosciamo Rafał Trzaskowski

E' Rafał Trzaskowski, già sindaco di Varsavia. Una possibile svolta per la Polonia omofoba che tristemente conosciamo.

di Alessandro Bovo