Nella già omofoba Ucraina, il Coronavirus è colpa dei gay

Agli omofobi che vedono i gay dietro la pandemia da Covid-19, si aggiunge il patriarca Filaret.

ucraina
< 1 min. di lettura

A pastori, predicatori americani e rabbini omofobi, si unisce all’attacco della comunità LGBT anche il Patriarca Filaret, direttamente dall’Ucraina, terra notoriamente gay-friendly. Ironia a parte, anche il patriarca vede il Coronavirus come una punizione divina per tutti quei Paesi che hanno deciso di approvare il matrimonio egualitario.

Colpa dei gay, insomma, di nuovo. Lo stile di vita peccaminoso e la possibilità di celebrare l’unione tra due persone dello stesso sesso sarebbero la causa della pandemia di Covid 19. In aggiunta poi all’omofobia dilagante dell’Ucraina, la comunità LGBT è il bersaglio perfetto per chi vuole gettare fango su una minoranza. Ma Filaret è anche contro il divieto di celebrare messa.

Il patriarca d’Ucraina rischia di dar vita ad un maxi contagio

Filaret, durante un discorso ai fedeli, ha spiegato:

L’esplosione del Coronavirus sul Pianeta è da attribuire a gay e lesbiche. Mi riferisco, in primo luogo, proprio ai matrimoni omosessuali. Ricordatevi che Dio bruciò Sodoma e Gomorra.

Il patriarca dUcraina è il quarto uomo di chiesa che attacca i gay, vedendoli come causa del nuovo virus, che solo ieri in Italia ha causato 3.491 nuovi positivi e 683 morti. Prima di lui c’erano stati il pastore americano Rick Wiles, il rabbino Mei Mazuz e solo qualche giorno fa il predicatore conservatore Perry Stone

Il patriarca ha poi annunciato che non intende vietare la comunione con i suoi fedeli, e che lo farà dal vivo. Richiamerà quindi molta gente in un unico luogo, forse tra questi ci potrebbe anche essere qualche infetto, asintomatico o meno. Nonostante questo, il patriarca d’Ucraina farà passare il piattino con la comunione, che nella tradizione ortodossa viene passato di mano in mano. 

Un modo perfetto per promuovere il contagio.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Royy Romeo 26.3.20 - 16:15

Un altro deficente!

Trending

Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24

Leggere fa bene

russia-repressione

Russia, nuova ondata repressiva verso comunità LGBTQIA+ e dissidenti politici

News - Francesca Di Feo 21.11.23
Lessons in Tolerance, la prima commedia ucraina contro l'omofobia esce al cinema tra plausi e proteste - Lessons in Tolerance film - Gay.it

Lessons in Tolerance, la prima commedia ucraina contro l’omofobia esce al cinema tra plausi e proteste

Cinema - Federico Boni 28.2.24