Malapena candidata per Potere al Popolo: perché ci interessa?

Maria Rosaria Malapena si candida con potere al popolo: ha 38 anni, è di Nola, è una donna lesbica, ha la tetraparesi spastica ed è un'attivista.

potere al popolo
3 min. di lettura

Maria Rosaria Malapena ha 38 anni, è di Nola e si candiderà alle prossime politiche nazionali con Potere al Popolo. Perché questa candidatura è interessante per le persone LGBTQI+?

Maria Rosaria Malapena non è la prima persona proveniente dal movimento LGBT italiano che si candiderà alle elezioni politiche nazionali del prossimo 4 marzo. In Arcigay Napoli ricopre il ruolo di delegata a Sessualità e Disabilità. Ha 38 anni, è di Nola, è una donna lesbica, ha la tetraparesi spastica ed è un’attivista che si batte per i diritti delle persone LGBT con disabilità. È capolista di Potere al Popolo al collegio plurinominale Campania 1-03 e ha deciso di portare un tema intersezionale all’interno del dibattito politico nazionale.

Intervistata dal quotidiano Metropolis, ha spiegato perché la scelta di entrare nel partito Potere al Popolo: “Ho accettato – spiega Maria Rosaria – perché Potere al Popolo ha deciso di mettere in prima linea le persone che sono ai margini della società”. Una linea del partito di sinistra, nato dall’esperienza di Ex OPG Occupato a Napoli, presentata alla camera in questi giorni, che si trova a questo link.

potere-al-popolo-malapena
M.R. Malapena al Napoli Pride 2017, con Daniela Falanga, Antonello Sannino e Claudio Finelli

Perché questa candidatura è particolarmente interessante? In questo momento storico, i movimenti per la libertà e i diritti civili, sociali e umani, Malapena ha messo al centro delle proprie battaglie l’intersezionalità; anche Arcigay ha recentemente abbracciato questo tema. Intersezionalità è una parola complessa che parla di qualcosa che appare, in realtà, molto semplice: le persone non possono essere catalogate per un proprio singolo aspetto.

Una donna lesbica del Ghana in attesa di permesso di soggiorno in Italia, precaria e che vive in un centro accoglienza, esprime più identità, seppur rimanendo sempre la stessa persona. Allo stesso modo una persona anziana, vedova, con la minima di pensione che vive in una casa popolare. O una coppia di genitori omosessuali, uno con disabilità motoria e i figli inseriti nella scuola pubblica e così via. Ciò ci rende l’idea di come le battaglie per i diritti vadano condotte tutte insieme, poiché spesso la discriminazione e l’esclusione sono accomunate dallo stesso squilibrio di potere, come abbiamo trattato in questo articolo.

potere-al-popolo-malapena-2
Napoli Pride 2017

Maria Rosaria Malapena esprime la propria dimensione di intersezionalità delle lotte con la volontà di portare in parlamento una proposta chiara per l’assistenza sessuale alle persone con disabilità motoria: “Permettere loro di poter alzare il telefono e chiamare un assistente sessuale per un paio d’ore di piacere è un diritto umano e una questione di dignità». Sul versante delle persone LGBTI Maria Rosaria ha le idee chiare: “Bisogna andare avanti con le adozioni”.

Ed è qui che si capisce il bene che può fare questo tipo di rappresentanza politica in Parlamento: non tanto per gli aspetti della vita di Maria Rosaria di per sé, ma per l’approccio alla politica che parte dalla libertà e del rispetto dei diritti di tutte le persone. Come spiega lei stessa in chiusura all’intervista sopra citata: “Obiettivo di tutte le mie battaglie è garantire a tutti gli stessi diritti, perché possano essere se stessi, vivere liberi e così, finalmente, felici”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Roberto Bolle

Roberto Bolle lo ha fatto di nuovo: lo spettacolo con i suoi “friends” conquista l’Arena di Verona – FOTO

Culture - Emanuele Corbo 25.7.24
Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain - QUEER by Luca Guadagnino from left Drew Starkey and Daniel Craig photo by Yannis Drakoulidis - Gay.it

Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain

Cinema - Federico Boni 23.7.24
Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria ricoperta d’insulti per le foto in bikini: “Frustrati, io vivo la vita reale”. Poi rimprovera il governo

News - Emanuele Corbo 25.7.24
Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
@simoneriflesso

“Impareremo mai a parlare di disabilità?”: intervista con Simone Riflesso, tra autodeterminazione e orgoglio queer

Corpi - Riccardo Conte 30.5.24
disability pride milano 2024, programmi e orari

Disability Pride Milano 2024: il 15, 16 e 17 giugno

News - Gio Arcuri 11.6.24
G7 ospitato dall'Italia a Fasano, la presidente del consiglio Giorgia Meloni scatta un selfie - credit photo: LaPresse

G7, nel testo rispuntano i diritti LGBTIAQ+, censurati “orientamento sessuale, “identità di genere” e “aborto”

News - Redazione Milano 14.6.24
elly schlein partio democratico

Abruzzo al voto, Elly Schlein: “Ci battiamo per il diritto delle donne a scegliere del proprio corpo”

News - Redazione 8.3.24
report-amnesty-diritti-umani

Preoccupante regressione dei diritti umani, tra cui quelli LGBTQIA+, a livello globale: il desolante report di Amnesty International

News - Francesca Di Feo 29.4.24
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24
g7-diritti-lgbt

G7 nell’Italia dell’estrema destra, spariti i diritti LGBTQIA+ che a Hiroshima nel 2023 erano in agenda

News - Francesca Di Feo 14.6.24