Predicatore omofobo vince causa da 1 milione di dollari: gli era stato vietato di protestare a un Pride

Non si può limitare il diritto alla libertà di parola, anche se chiaramente omofoba. Fa discutere la sentenza di un tribunale americano.

Predicatore omofobo vince causa da 1 milione di dollari: gli era stato vietato di protestare a un Pride - Scaled Image 71 - Gay.it
< 1 min. di lettura

Nel 2015 Jim Deferio, predicatore omofobo, venne bloccato dalla polizia all’ingresso del Festival Pride del CNY (Central New York), perché intenzionato a manifestare contro l’evento.

L’uomo fece causa a Syracuse, cittadina nello Stato di New York, che venne inizialmente condannata a pagargli 127.000 dollari. Un giudice stabilì che i suoi diritti erano stati violati. La polizia bloccò i manifestanti poco fuori dalla biglietteria, compreso Deferio, deciso ad ottenere un risarcimento rivendicando i propri diritti costituzionali legati alla libertà di espressione.

Ebbene il giudice distrettuale Lawrence Kahn ha ora stabilito che le azioni della città hanno effettivamente violato i diritti di Deferio, sottolineando come il Primo Emendamento si applichi “a discorsi disgustosi e impopolari con la stessa forza con cui si applica ai discorsi celebrati e ampiamente accettati”. “Il diritto alla libertà di parola non può essere limitato semplicemente perché il messaggio del relatore può risultare offensivo ad un pubblico”, ha concluso Kahn nella sua sentenza.

Syracuse.com riferisce che la città ha accettato il pagamento di un milione di dollari in danni nominali nei confronti del predicatore omofobo, oltre ad altri 127,247 dollari per coprire le spese legali. La città non ha tutto questo denaro e sarà costretta a chiedere un prestito.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24

Leggere fa bene

matrimonio-egualitario-india-opinioni

India, la Corte Suprema dice no al matrimonio egualitario: “È responsabilità del parlamento”

News - Redazione 17.10.23
bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23
Boise Pride Festival Drag Show Gay.it

Università USA vieta gli spettacoli drag e gli studenti si appellano alla Corte Suprema

News - Redazione 6.3.24
ghana-disegno-di-legge-anti-lgbt

“L’occidente vuole importare in Ghana il disturbo mentale dell’omosessualità”: il parlamentare Sam George difende la legge anti-LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 12.4.24
napoli-arcigay-im-queer-any-problem

Napoli, scontro interno tra associazioni LGBTIAQ+, Arcigay accusa il collettivo I’m Queer Any Problem?

News - Francesca Di Feo 1.2.24
Giuseppe Giofrè, libro "Stidda"

Giuseppe Giofrè, “Stidda” è il suo primo libro: ecco tutto ciò che sappiamo

News - Luca Diana 6.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24