Roma: morto lo scrittore e regista Patroni Griffi

E' morto il drammaturgo e regista Giuseppe Patroni Griffi. La camera ardente sarà allestita al Teatro Eliseo del quale era direttore artistico.

Roma: morto lo scrittore e regista Patroni Griffi - patroni griffi02 - Gay.it
2 min. di lettura

ROMA – E’ morto questa mattina nella sua casa romana il regista Giuseppe Patroni Griffi, dopo un’improvvisa e gravissima malattia. Aveva 84 anni. La camera ardente sarà allestita al Teatro Eliseo del quale Patroni Griffi era direttore artistico. Il Piccolo Eliseo sarà dedicato alla sua memoria.
Scrittore, drammaturgo, regista teatrale e cinematografico, Patroni Griffi era nato a Napoli il 27 febbraio 1921, e apparteneva a quel gruppo di intellettuali napoletani che giovanissimi, subito dopo la Liberazione, emigrarono a Roma. Nella Capitale, dopo l’incontro con Luchino Visconti e Giorgio De Lullo, la vita di Patroni Griffi e la storia dello spettacolo italiano, e del Teatro Eliseo in particolare, si fusero. All’Eliseo Patroni Griffi ha presentato le sue più importanti opere scritte per gli amici della Compagnia dei Giovani: ‘D’amore si muora’ (1958), ‘Metti, una sera a cena’ (1967), ‘Prima del Silenzio’ (1979), il testo scritto per Romolo Valli.
Durante l’estate aveva lavorato all’ideazione e alla preparazione di ‘Improvvisamente l’estate scorsa’ di Tennessee Williams, autore a lui molto caro, spettacolo che ha inaugurato la stagione dell’Eliseo con successo.
Patroni Griffi aveva accusato i primi malori proprio durante le prove del suo ultimo progetto teatrale tratto dal testo di Tennessee Williams. Il suo desiderio era quello di far tornare in scena a Roma, in prima nazionale e nel teatro che è stato la sua casa, la commedia che tanto amava, tornando così a lavorare, dopo quindici anni, con Rossella Falk (nel 1989, i due avevano portato in scena ‘Dolce ala della giovinezza’).
Colto da malore durante le prime prove dello spettacolo e costretto al ricovero per subire un’operazione, Patroni Griffi non ha potuto continuare a lavorare a questo suo progetto, realizzato al suo posto da Aldo Terlizzi e Fabio Battistini. “Per questo, ho voluto interpretare la commedia di Williams attraverso la nota dominante del dolore – ha dichiarato Terlizzi, che di Patroni Griffi è il figlio adottivo – quello per il lutto di Sebastian, vissuto sia dalla madre che dalla cugina. Ho eliminato dalla messa in scena ogni traccia di realismo e di naturalismo scegliendo, invece, un’atmosfera rarefatta, come se ogni cosa fosse vista attraverso un grande occhio pieno di lacrime”. In onore del regista, il Piccolo Eliseo sarà dedicato alla memoria di Patroni Griffi.
L’inizio della carriera di Patroni Griffi avvenne con un racconto che Alberto Moravia pubblica sulla rivista ‘Nuovi argomenti’, dal titolo ‘D’estate con la barca’. Trasferitosi a Roma subito dopo la guerra, entra a far parte di quel gruppo di intellettuali e letterati napoletani che elessero la capitale a luogo prediletto di lavoro, importandovi tutti i caratteri delle loro culture di origine. Patroni Griffi stringe subito amicizia con i ragazzi dell’Accademia Drammatica, tra i quali Rossella Falk, diventando commediografo per la ‘Compagnia dei Giovani’, costituitasi nel 1954 e per la quale scrive la piece che ne decreta il successo: ‘D’amore si muore’.
All’esordio teatrale ha fatto seguito l’attività cinematografica, con i titoli ‘Addio fratello crudele’, con Charlotte Rampling, ‘Identikit’ con Elizabeth Taylor, e la serie televisiva ‘La romana’ dal romanzo di Alberto Moravia. Della sua attività di scrittore si ricordano in particolare ‘Gli occhi giovani’, ‘Gli occhi della bellezza’, ‘Ragazzo di Trastevere’, ‘Anima nera’, ‘Scende giù per Toledo’. Patroni Griffi ha firmato anche la regia di una notevole edizione de ‘La Traviata’ di Giuseppe Verdi, girata a Parigi e ricostruita come melodramma in diretta televisiva, ed ha messo in scena al teatro alla Scala di Milano ‘Così fan tutte’ e all’Arena di Verona ‘Il Trovatore’.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
taiwan-intervista-post-elezioni (5)

Taiwan: “La Cina una minaccia costante, soprattutto per la comunità queer” parla un’attivista LGBTIQ+

News - Francesca Di Feo 14.2.24
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
teen-star-educazione-affettiva-sessuale

Teen Star, infiltrazioni di integralismo cattolico nella scuola italiana, i genitori ritirano i figli

News - Francesca Di Feo 19.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24

Continua a leggere

io che amo solo te

Io che amo solo te: una storia d’amore al teatro, come antidoto alla paura

Culture - Riccardo Conte 17.11.23
ROCKY HORROR SHOW

Perché Rocky Horror Picture Show è ancora uno spettacolo senza tempo

Culture - Riccardo Conte 27.11.23
Ho paura torero, Lino Guanciale è una Fata a teatro nel capolavoro queer di Pedro Lemebel - Ho Paura Torero - Gay.it

Ho paura torero, Lino Guanciale è una Fata a teatro nel capolavoro queer di Pedro Lemebel

Culture - Redazione 11.1.24
Non Erano Battute di Immanuel Casto, per la prima volta il Casto Divo a teatro con uno monologo meta-comico - Immanuel Casto - Gay.it

Non Erano Battute di Immanuel Casto, per la prima volta il Casto Divo a teatro con uno monologo meta-comico

Culture - Redazione 12.10.23
Lino Guanciale in "Ho paura torero": un’occasione sprecata - Sessp 19 - Gay.it

Lino Guanciale in “Ho paura torero”: un’occasione sprecata

Culture - Federico Colombo 15.1.24
Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album - settembre queer - Gay.it

Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album

Culture - Federico Boni 6.9.23
"Fiesta", il ritorno in teatro dell'omaggio a Raffaella Carrà. Leggi l'intervista all'autore e regista Fabio Canino - Snapinsta.app 409955584 18303087 1 - Gay.it

“Fiesta”, il ritorno in teatro dell’omaggio a Raffaella Carrà. Leggi l’intervista all’autore e regista Fabio Canino

News - Giorgio Romano Arcuri 30.12.23
24/02/2008 VZ PROGRAMMA TELEVISIVO CHE TEMPO CHE FA NELLA FOTO ARTURO BRACHETTI

Arturo Brachetti fa coming out: “Sono stato con donne e con uomini”

Culture - Redazione Milano 9.10.23