La Russia perde il suo posto nel Consiglio per i Diritti Umani all’Onu

Così è stato deciso: al suo posto l'Ungheria, di certo non campionessa dei diritti civili. Come d'altronde molti alti stati membri, dall'Arabia Saudita alla Cina.

vladimir putin russia
< 1 min. di lettura

La Russia ha perso il suo posto nel Consiglio per i Diritti Umani all’Onu, in seguito a una votazione dei Paesi membri. Il paese è infatti sotto i riflettori a causa degli alti livelli di corruzione e di abusi dei diritti umani.

Nel 2013 Putin ha fatto emanare una legge che vieta la “propaganda gay“, usata come mezzo dalle autorità per perseguitare la comunità LGBT, non soltanto impedendo i Pride e ogni manifestazione a favore dei diritti ma alimentando un clima di violenza omofoba sostanzialmente ignorato dalle autorità di polizia.
Oggi le nazioni dell’Onu hanno bocciato il rinnovo della posizione della Russia all’interno del consiglio. La Russia doveva contendersi il posto con l’Ungheria e la Croazia. Ironia della sorte, il posto è andato all’Ungheria, non proprio campionessa di diritti umani, soprattutto verso i rifugiati. I
l consiglio per i diritti umani è responsabile per la promozione e protezione di tutti i diritti umani nel mondo ,Ungheria compresa: il presidente uscente delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon ha dichiarato che negli ultimi anni più di un centinaio di nazioni hanno accettato le raccomandazioni del consiglio per proteggere le persone LGBT dalla discriminazione.
In alcuni casi si è trattato di decriminalizzare le relazioni gay: tra questi, Mozambico, Seychelles e Nauru. Altri Stati hanno introdotto leggi per fermare la discriminazione o punire i crimini d’odio e l’incitamento all’odio. Sono almeno 40 gli Stati che riconoscono legalmente le coppie omosessuali.
Nella Commissione Diritti Umani siedono ora paesi in fondo alla lista dei promotori dei diritti umani, tra cui Arabia Saudita, Cina, Iraq e ora Ungheria.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24

Hai già letto
queste storie?

russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
russia-repressione

Russia, nuova ondata repressiva verso comunità LGBTQIA+ e dissidenti politici

News - Francesca Di Feo 21.11.23
Pavel Lobkov

Mosca, giornalista mostra segni di aggressione “Così picchiano un fr**io”

News - Redazione Milano 2.1.24
Russia LGBTI donna arrestata per orecchini rainbow

Russia: iniziano gli arresti alle persone LGBTI+, una donna incriminata per gli orecchini arcobaleno

News - Francesca Di Feo 2.2.24
Russia, l'app Duolingo sotto indagine per "propaganda LGBTQIA+" - Russia lapp Dualingo - Gay.it

Russia, l’app Duolingo sotto indagine per “propaganda LGBTQIA+”

News - Redazione 13.2.24
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
olanda-rifugiato-lgbtqia

Olanda, rifugiato LGBTQIA+ dalla Russia si toglie la vita dopo 14 mesi di attesa per il visto

News - Francesca Di Feo 16.12.23
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24