Video

Stop alle “Zone libere da LGBT” in Polonia: consegnate 330.000 firme e proiezioni ad hoc sul palazzo UE

Oltre alla consegna delle firme è andata in scena una protesta mediatica, con una gigantesca proiezione apparsa sulla sede della Commissione Europea a Bruxelles, inneggiante all'inclusione LGBT.

2 min. di lettura

Ieri, 22 settembre 2020, All Out e il gruppo polacco KPH (Campagna contro l’omofobia) hanno fisicamente consegnato al Commissario europeo per l’uguaglianza, Helena Dalli, oltre 330.000 firme della campagna globale contro le cosiddette “zone libere da LGBT” in Polonia, rivolta all’Unione Europea.

Dal 2019, circa 100 comuni polacchi si sono dichiarati tali. I politici polacchi hanno definito le persone LGBT+ “un’ideologia peggio del comunismo”. All Out, KPH (Campagna contro l’omofobia) e Lambda Warszawa si sono mobilitate con una campagna globale che finora ha raccolto il sostegno di oltre 330.000 persone, chiedendo all’Unione Europea d’intraprendere un’azione decisa contro la Polonia: “L’UE deve usare la sua influenza ed esortare il governo polacco a rispettare i principi di tolleranza e non discriminazione che la Polonia ha accettato quando è entrata a far parte dell’Unione Europea“.

Stop alle "Zone libere da LGBT" in Polonia: consegnate 330.000 firme e proiezioni ad hoc sul palazzo UE - 220920ALLOUT EuroCommission LR 5187 - Gay.it

Oltre alla consegna delle firme è andata in scena anche una protesta mediatica, con una gigantesca proiezione apparsa sulla sede della Commissione Europea a Bruxelles, inneggiante all’inclusione LGBT. Marcin Rodzinka, co-presidente della KPH (Kampania Przeciw Homofobii – Campagna contro l’omofobia), ha dichiarato:

Stiamo arrivando al punto in cui sia la Commissione europea che il Consiglio devono agire avviando immediatamente una procedura d’infrazione secondo la procedura di cui all’articolo 7, paragrafo 1 del TUE. Le persone LGBT in Polonia hanno ancora qualche speranza e l’UE non può lasciarle sole. Dove ci sono violazioni di diritti umani ci dev’essere un’azione forte.

Stop alle "Zone libere da LGBT" in Polonia: consegnate 330.000 firme e proiezioni ad hoc sul palazzo UE - 220920ALLOUT Projection LR 5445 - Gay.it


Matt Beard
, direttore esecutivo All Out, ha dichiarato:

L’odio e la violenza contro le persone LGBT+ in Polonia hanno raggiunto un livello molto elevato. Le persone LGBT+ polacche sono cittadini dell’UE e i loro diritti fondamentali devono essere tutelati. La petizione rappresenta anche un messaggio di amore e solidarietà da tutto il mondo alla comunità LGBT+ in Polonia: vi ascoltiamo e ci schieriamo con voi. Desideriamo ringraziare il Commissario UE per l’uguaglianza, Helena Dalli, per aver accettato la nostra petizione. La Commissaria Dalli ascolta le voci delle persone LGBT+ polacche e delle 340.000 persone che sono solidali con loro, e noi apprezziamo molto il suo essere nostra alleata. La esortiamo ora a fare tutto ciò che è in suo potere per garantire che la Commissione e il Consiglio dell’UE facciano tutto il possibile per mettere in discussione le “Zone libere da LGBT” in Polonia. Si tratta di ciò che la nostra Unione Europea rappresenta e il momento per agire è adesso”.

Nelle foto: Matt Beard, direttore esecutivo di All Out; Marcin Rodzinka, co-presidente di Kampania Przeciw Homofobii, KPH.

credit © All Out / Bea Uhart

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

100% Italia, Dario e Giorgio sono tornati per Il Torneo dei Campioni. E volano in semifinale - Dario e Giorgio - Gay.it

100% Italia, Dario e Giorgio sono tornati per Il Torneo dei Campioni. E volano in semifinale

News - Redazione 17.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Concerto Primo Maggio Lista Cantanti

Chi ci sarà al Concerto del Primo Maggio 2024: Achille Lauro, LRDL, Malika Ayane, Rose Villain e con Mace potrebbe esserci Marco Mengoni

Musica - Redazione Milano 17.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Erika Hilton è la seconda deputata trans del Brasile.

“Avete il potenziale per cambiare”, così parla Erika Hilton, deputata trans* del Brasile

News - Redazione Milano 5.12.23
Argentina, trionfa l'ultradestra di Milei. Chi è la vicepresidente Victoria Villarruel, ultracattolica "anti-gender" - Argentina trionfa lultradestra di Milei. Chi e la vicepresidente Victoria Villarruel 2 - Gay.it

Argentina, trionfa l’ultradestra di Milei. Chi è la vicepresidente Victoria Villarruel, ultracattolica “anti-gender”

News - Federico Boni 20.11.23
vladimir putin russia

Russia, il movimento LGBTQIA+ ufficialmente equiparato alle organizzazioni terroristiche

News - Redazione 22.3.24
grecia-chiesa-ortodossa-scomunica-matrimonio-egualitario

Grecia, la Chiesa Ortodossa minaccia di scomunicare i parlamentari che hanno votato per il matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 8.3.24
Salvini a Belve: "Sui gay io e Vannacci abbiamo idee diverse. Non posso dare lezioni di morale a nessuno" (VIDEO) - Salvini a Belve - Gay.it

Salvini a Belve: “Sui gay io e Vannacci abbiamo idee diverse. Non posso dare lezioni di morale a nessuno” (VIDEO)

News - Redazione 3.4.24
francesca pascale politica libero

Francesca Pascale scende in politica, voci di una possibile candidatura

News - Redazione Milano 20.11.23
Leo Varadkar, il primo storico premier gay d'Irlanda si è dimesso: "Ragioni politiche e personali" - Scaled Image 100 - Gay.it

Leo Varadkar, il primo storico premier gay d’Irlanda si è dimesso: “Ragioni politiche e personali”

News - Redazione 21.3.24
romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23