Tokyo 2020, la nuotatrice brasiliana Ana Marcela Cunha dedica l’oro alla compagna Maria Clara

A cinque anni dall'argento di Rachele Bruni e dal primo coming out olimpico italiano, la sudamericana trionfa alla 10 km e ha rivolto un pensiero alla fidanzata.

Tokyo 2020, la nuotatrice brasiliana Ana Marcela Cunha dedica l'oro alla compagna Maria Clara - Ana Marcela - Gay.it
2 min. di lettura

Nella baia di Tokyo, tra le onde dell’Odaiba Marine Park, è andata in scena nelle scorse ore la 10 km del nuoto di fondo, tra le gare più attese del nuoto in acque libere delle Olimpiadi di Tokyo 2020. A conquistare il gradino più alto del podio è stata la brasiliana Ana Marcela Cunha, che in meno di due ore è riuscita ad avere la meglio sulle altre colleghe. Cinque ori ai Mondiali, tra il 2011 e il 2019, un bronzo a Tokyo nel 2018 ai Campionati panpacifici, Ana Marcela Cunha è tra le nuotatrici sudamericane più medagliate dei suoi tempi.

Nel corso della prima intervista dopo la vittoria dell’oro olimpico, l’atleta della nazionale carioca ha voluto ringraziare tutti coloro che l’hanno sostenuta nel percorso di preparazione alla gara, dai coach fino ai colleghi di squadra, le cui medaglie l’hanno spronata a dare il massimo in acqua. Un messaggio speciale è stato rivolto però alla sua fidanzata, Maria Clara Fontoura, che ha seguito da casa l’avventura della nuotatrice. Apertamente lesbica, Ana Marcela Cunha appare spesso insieme alla sua compagna sui social, manifestando con orgoglio il proprio orientamento sessuale.

Ce l’hai fatta, amore mio, sei campionessa olimpica, ti amo“, ha scritto la fidanzata dell’atleta su Instagram, condividendo insieme al messaggio una foto tratta dalla prima videochiamata dopo la lunga ed intensa nuotata tra i fiotti nipponici. Tale l’entusiasmo di Maria Clara Fontoura per il primo posto, traguardo storico per la carriera già stellata di Ana Marcela Cunha, che i vicini sono stati costretti a chiamare la polizia per far sì che i festeggiamenti fossero limitati nel rispetto delle norme del quieto vivere. Certo, tutto potevano immaginarsi tranne che a fare rumore fosse la fidanzata di un oro olimpico. Ecco cos’ha dichiarato alla stampa brasiliana la ragazza:

Nella volata finale, abbiamo iniziato a urlare all’impazzata. Poco dopo, la abbiamo iniziato a far suonare i campanelli come se non ci fosse un domani.

Cinque anni fa, proprio in quella megalopoli latina che è Rio De Janeiro, in occasione della vittoria di un argento alle Olimpiadi nella gara dei 10 km era stata un’altra ragazza a rivolgere parole tenerissime alla propria fidanzata. Parliamo di un atleta nostrana, l’orgoglio tricolore Rachele Bruni, che nell’ultima sfida femminile si è classificata appena quattordicesima. Nel 2016 la nuotatrice aveva invece dedicato il secondo posto alla fidanzata Diletta, diventando così la prima medagliata italiana alle Olimpiadi a dichiarare di essere omosessuale. Facendo così la storia.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni - Aubrey Plaza - Gay.it

Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni

Cinema - Redazione 28.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24

Continua a leggere

Siviglia, Lucas Ocampos vittima di molestia. Un tifoso gli mette un dito nel sedere (VIDEO) - Lucas Ocampos - Gay.it

Siviglia, Lucas Ocampos vittima di molestia. Un tifoso gli mette un dito nel sedere (VIDEO)

Corpi - Redazione 6.2.24
Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista - Taylor Fritz 1 - Gay.it

Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista

Corpi - Redazione 21.2.24
Jakub Jankto e il coming out: "Non devo più nascondermi, anche con i ragazzi. Ora sono felice" - Jakub Jankto 3 - Gay.it

Jakub Jankto e il coming out: “Non devo più nascondermi, anche con i ragazzi. Ora sono felice”

Corpi - Federico Boni 20.12.23
Lia Thomas nella storia: prima nuotatrice trans a vincere alla NCAA

La categoria “open” alla Coppa del Mondo di nuoto è stata cancellata perché nessunə si è iscrittə

Corpi - Redazione 5.10.23
Anthony Bowens, il wrestler dichiaratamente gay trionfa davanti a 82.000 fan a Wembley - Anthony Bowens - Gay.it

Anthony Bowens, il wrestler dichiaratamente gay trionfa davanti a 82.000 fan a Wembley

News - Federico Boni 30.8.23
Giorgio Minisini vince l'oro mondiale nel nuoto sincronizzato e contro gli stereotipi di genere - Giorgio Minisini - Gay.it

Giorgio Minisini vince l’oro mondiale nel nuoto sincronizzato e contro gli stereotipi di genere

Corpi - Redazione 8.2.24
aics-sport-inclusione-intervista-bruno-molea

Da GayCS al tesseramento ALIAS, la storia di AiCS nel promuovere l’inclusione nello sport – Intervista al presidente Bruno Molea

Corpi - Francesca Di Feo 5.1.24
chi-segna-vince-jaiyah-saelua

“Chi segna vince”, la storia della prima donna transgender a giocare in una nazionale di calcio

Corpi - Francesca Di Feo 11.1.24