Torino, gli scrivono “Fr*cio” sull’auto, ragazzo gay risponde su Facebook

Caso di omofobia nella città piemontese, dove nella notte è stata vandalizzata l'auto di Stefano Sechi, gay 24enne, già aggredito anni fa su un autobus.

Torino gay
2 min. di lettura

Cosa scrivereste a chi vi imbratta la macchina con una scritta omofoba? È quanto accaduto a un blogger gay di Torino, che dice “Non fa male, ma questa non è libertà”.

La vittima è Stefano Sechi, attivista gay piemontese che scrive su Facebook: “Immaginate di svegliarvi una mattina e ritrovare la vostra auto completamente sfregiata. Su di un lato echeggia una scritta: “ETERO”. Per voi non è nemmeno lontanamente immaginabile. Per noi purtroppo no”.

Un tipo di episodio con cui tutti noi abbiamo avuto a che fare, l’insulto anonimo o alle spalle, che sia su qualcosa che ci appartiene o in un luogo che frequentiamo, e che ci fa sentire immediatamente ospiti indesiderati, alieni non meritevoli persino del nostro oggetto che è stato vandalizzato.

gay
La fiancata sfregiata dell’auto di Stefano Sechi.

Per Stefano il danno provocato da quanto accaduto non è alla sua auto, ma alla sua libertà di essere se stesso: “In realtà quella scritta non fa male, è solo mero vandalismo, perché sì, sono gay. Però è oppressivo. Perché le ferite, in questo caso, arrivano dopo. È distruttivo a 24 anni talvolta interrogarsi se davvero si è sbagliati. È distruttivo che ci sia ancora una piccola parte di me che si imbarazza della mia omosessualità. E mi odio per questo”.

“Ma voi direte “adesso avete le unioni civili, che volete ancora?” – prosegue Stefano –  ma ad oggi nessuno di voi è mai tornato a casa e guardando uno speciale in TV dove un gruppo di persone discutono di te, di come dovresti essere, di quale diritti tu meriti, del fatto che tu possa essere un buon genitore o meno, possa voler distruggere o meno l’istituzione del matrimonio, possa essere sicuro intorno a dei bambini. Questa non è libertà. Questo è straziante”. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24

Hai già letto
queste storie?

meta-linguaggio-odio-lgbt (1)

Meta: Facebook e Instagram indifferenti all’odio verso le persone LGBTIQ+?

News - Francesca Di Feo 2.10.23
torino i genitori non accettano l'omosessualità lui tenta il suicidio

Nichelino, coppia gay perseguitata dopo l’unione civile

News - Redazione 22.11.23
Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido "il Cinema ti muove e ti commuove" - image006 - Gay.it

Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido “il Cinema ti muove e ti commuove”

News - Redazione 18.1.24
Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: "È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo" - la myss - Gay.it

Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: “È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo”

News - Redazione 9.1.24
torino padre figlio gay 14 anni

Torino, le atrocità di un padre al figlio di 14 anni, perché gay

News - Redazione Milano 25.10.23
tdor-2023-torino

TDOR Torino 2023: “Marciamo per noi stessə, per chi non può farlo e per chi non c’è più”

News - Francesca Di Feo 13.11.23
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
Piemonte, l'assessora leghista Caucino vuole escludere le persone LGBTQIA+ dal sistema degli affidi familiari - Chiara Caucino - Gay.it

Piemonte, l’assessora leghista Caucino vuole escludere le persone LGBTQIA+ dal sistema degli affidi familiari

News - Federico Boni 24.1.24