Vittoria Schisano e la commovente lettera della madre a Domenica Live

La mamma di Vittoria Schisano commuove la figlia in diretta tv chiedendole scusa per l'iniziale rifiuto al suo cambio di sesso.

Vittoria Schisano e la commovente lettera della madre a Domenica Live - trans 3 - Gay.it
2 min. di lettura

Accolta dalle note di Fatti bella per te di Paola Turci, Vittoria Schisano è tornata a Domenica Live anche per lanciare La Vittoria che nessuno sa, l’autobiografia scritta con Angela Iantosca e pubblicata da Sperling&Kupfer. Nata Giuseppe e dall’aprile del 2014 definitivamente donna, Vittoria Schisano è ricomparsa in televisione per affrontare temi privati, come il rapporto con la madre, complicatosi proprio a in seguito alla decisione di diventare finalmente donna.

Per un po’ abbiamo avuto un momento non facilissimo. All’inizio lei mi accusava di aver ucciso Giuseppe, per un po’ ci siamo allontanate, ma oggi mi ha detto che se amava Giuseppe, ora ama Vittoria due volte. Mi ricordo quando mi ha medicata dopo l’intervento. Dire “Guardami mamma, sono tua figlia come mi vedi”, è stato qualcosa di orgoglioso“.

Vittoria Schisano e la commovente lettera della madre a Domenica Live - Vittoria Schisano - Gay.it

Tornata tra i luoghi d’infanzia di Vittoria – con interviste a conoscenti, parenti e al prete di quartiere – Barbara d’Urso ha poi regalato a una Schisano inevitabilmente emozionata, una commovente lettera della madre, da lei letta su un tappeto di immagini passate.

Cara Vittoria, sapessi com’è difficile per me anche solo cominciare questa lettera chiamandoti Vittoria. Sono stati questi anni di grande sofferenza per me, una mamma non accetta facilmente che il figlio che ha messo al mondo si ribelli alla sua natura. Lo confesso, lo sai, ti chiedo perdono. Solo grazie alla forza che mi hanno dato tua sorella e tuo fratello, grazie all’amore che c’è sempre stato nella nostra famiglia siamo riusciti ad andare avanti per questo complicato percorso di vita. Ricordo che tu già da piccola eri un bimbo dolcissimo, ma io all’epoca pensavo solo a lavorare e non ho mai capito niente di te e di quello che avevi dentro. Ricordo quella volta che ti avevamo iscritto a danza e ti sei ritirato, perché ti prendevano in giro per quello che eri, per i tuoi atteggiamenti. Li ho capito che c’era qualcosa che volevi dirmi ma sono stata sorda e non l’ho voluta accettare. Quando poi pochi anni fa mi hai detto che volevi diventare Vittoria, mi sono sentita perduta. Non sapevo cosa fare. Non ero pronta a tutto questo e abbiamo litigato. Forse non sono stata brava a comprendere da subito quello che stavi passando, non ti sono stata vicina in un momento difficile, ma adesso voglio che tu sappia che ci sono per te e per noi. Sempre. E so di aver sbagliato. Voglio che tu sappia che se potessi tornare indietro mi comporterei diversamente. C’ho pensato mille volte, tu Vittoria sei la mia figlia adorata. E voglio che per noi questo sia un nuovo meraviglioso inizio. Ti voglio bene, tua mamma”.

Lacrime su lacrime in studio, anche perché la mamma di Vittoria è poi comparsa, abbracciando la figlia in diretta tv. “Amate i vostri figli, amateli per quello che sono e non per quello che voi volete che siano”, il commento finale di Vittoria al termine di una lunga finestra televisiva che ha regalato emozioni LGBT nel cuore del pomeriggio Mediaset.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24

Hai già letto
queste storie?

Serena Bortone, chesarà...

La Rai censura il monologo di Antonio Scurati: ecco tutto quello che è successo nelle ultime ore

Culture - Luca Diana 21.4.24
TRNASgender Next Generation EU

Affermazione di genere, semplificare i percorsi e superare la legge 164 del 1982: cos’è il progetto T.R.A.N.S. – INTERVISTA

Corpi - Francesca Di Feo 10.4.24
Marco Carrara

Chi è Marco Carrara, il nuovo volto del piccolo schermo?

Culture - Luca Diana 6.3.24
Nicholas Borgogni

Nicholas Borgogni: il suo percorso ad Amici 23

Culture - Luca Diana 30.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Classifica terza serata, Sanremo 2024

Sanremo 2024, la top five della terza serata: Angelina Mango conquista il podio. A seguire Ghali e Amoroso

Musica - Luca Diana 9.2.24
donna-trans-licenziata-dopo-il-coming-out

Donna trans licenziata dopo il coming out: nessun sostegno neanche dai colleghi

News - Francesca Di Feo 2.4.24
Triptorelina - immagine di repertorio

Gran Bretagna, stop ai farmaci salva vita bloccanti della pubertà per bambinǝ e adolescenti transgender e gender non conforming

Corpi - Francesca Di Feo 14.3.24