Luxuria: “Due uomini devono potersi dare un bacio senza temere che qualcuno gli spacchi una mascella” – video

A Dritto e Rovescio, su Rete 4, si è di nuovo parlato di omotransfobia. Con ospiti Vladimir Luxuria, Daniela Santanché, Beatrice Lorenzin e Giuseppe Cruciani.

Luxuria: "Due uomini devono potersi dare un bacio senza temere che qualcuno gli spacchi una mascella" - video - luxuria e santanche - Gay.it
2 min. di lettura

Anche nella serata di ieri Dritto e Rovescio di Paolo del Debbio ha affrontato il tema omotransfobia, parlando dell’aggressione avvenuta a Padova che ha coinvolto due ragazzi, picchiati per un bacio. In studio da una parte Vladimir Luxuria e Beatrice Lorenzin, favorevoli ad una legge contro l’omotransfobia e la misoginia, e dall’altra Daniela Santanché e Giuseppe Cruciani, puntualmente contrari.

So cosa significa sentire la sofferenza dovuta alle botte e alla solitudine“, ha ricordato Vladimir. “Le prime volte che ho cambiato il mio aspetto, ero nella mia città, provocava l’odio da parte di ragazzi, sempre in gruppo, che per il semplice fatto che io fossi trans pensavano che fosse normale che io dovessi prendere le loro botte. Oggi considero quelle botte come un segno di resistenza, perché ho capito negli anni che le persone sbagliate erano loro, non ero io. So cosa significa la sofferenza per la solitudine quando non ne puoi parlare con gli altri. E sentire ancora oggi, nel 2020, persone che giustificano questi atti di violenza, che a Padova dicono ‘questa coppia se l’è andata a cercare perché si sono dati un bacio’, ma anche due uomini che si vogliono bene devono potersi dare un bacio affettuoso senza temere che qualcuno ti spacchi la mascella come successo a questi due ragazzi“.

Daniela Santanché, deputata di Fratelli d’Italia, ha invece parlato di un “problema culturale. Non è che c’è un vuoto normativo, che non ci sono le leggi, che non sono puniti, che vogliamo tutti il carcere, che non devono succedere queste cose. Darsi un bacio, va bene. Io personalmente non amo per i trans, i gay ma anche gli etero, in pubblico che uno debba fare chissà quali grandi atti. Dico il mio sentire personale. Se vedo anche un uomo e una donna ne fanno di ogni, ma un bacio ci mancherebbe altro“. Contrario al DDL Zan anche Cruciani, secondo cui “questa legge non modifica di un millimetro quello che avviene in quesi casi alle persone colpevoli di questa roba qua. Non modifica di nulla. Le leggi che puniscono quelli che commettono reati di questo tipo e anche chi insulta, ci sono già. Questa legge non c’entra assolutamente niente con tutto questo“.

Di diverso avviso Beatrice Lorenzin, ex PDL oggi PD, che ha parlato di una “legge contro l’odio. Questa legge non c’entra niente con l’utero in affitto. Niente. Se noi ci rifiutiamo che il nostro Paese è attraversato da crimini di odio. Contro le persone LGBT“. Anche Paolo Del Debbio, conduttore, ha voluto dire la sua sul caso dei due ragazzi picchiati a Padova per essersi baciati: “Due ragazzi che fan quel che gli pare in strada, scambi affettuosi, uno che si mette a menarli, ma che c’ha nel cervello. A parte che non ce l’ha, ma se ce l’avesse che c’ha. Perché se la rifà con due ragazzi così, perché non se la rifà con un uomo più grossotto, che magari gli dà una smanica di ceffoni e lo gonfia con il tamburo. Che ci avete sotto, perché sopra nulla. Almeno mettetevi due protesi, se vi mancano perché la natura quando le hanno distribuite le avevano finite, mettetele artificiali“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Renzo Loi 25.9.20 - 19:41

io ho visto ragazze passeggiare correttamente mano nella mano , ma nessuno le ha neppure notate.la violenza, io credo abbia una origine soggettiva, caso x caso.nessuno fa piu' casoai gay, trans o trav.è la lobby che vuole imbavagliare la gente.

Trending

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Hai già letto
queste storie?

Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!” - Perugia Pride 2019 - Gay.it

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!”

News - Redazione 26.1.24
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24
uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24