Zander Murray e l’omofobia interiorizzata: “La mia salute mentale ha fatto fatica”

Dopo il coming out, il calciatore scozzese racconta le difficoltà di fare pace con la propria sessualità.

ascolta:
0:00
-
0:00
@zandermurray19
@zandermurray19
2 min. di lettura

Lo scorso Settembre Zander Murray, 31 anni, ha fatto coming out diventando il primo calciatore professionista apertamente gay nella Scottish Professional Football League.

Ma scoprire e accettare la propria sessualità non è stata una passeggiata di salute.

In un’intervista con Pink News, Murray racconta dei suoi primi vent’anni tra negazione e repressione. Rendendosi conto di non essere attratto dalle ragazze già dal primo liceo, Murray si è ritrovato faccia a faccia con la propria omofobia interiorizzata.

È lì che la mia salute mentale ha cominciato a vacillare. Lottavo contro quello che sono” racconta il calciatore, definendo quegli anni una ‘terapia riparativa’ autoinflitta nel tentativo di vivere come un uomo eterosessuale.

A ventisette anni – dopo essersi ripromesso di non forzare più altre relazioni con donne – Murray ha cominciato ad accogliere la propria omosessualità, ma l’ambiente calcistico non è stato dei più comprensivi: “Essere gay in quel contesto è visto come inferiore” spiega nell’intervista, facendo riferimento a numerosi commenti ‘sgradevoli’ negli spogliatoi, che hanno reso il suo coming out ancora più complicato: “Non penso fossero per forza omofobi, ma proprio una mancanza d’educazione. E questo ha avuto un grande impatto: pensi che sia qualcosa di orribile”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @zandermurray19

Dopo averlo detto a  famiglia e amici, il calciatore ha trovato anche la forza di esporsi pubblicamente. Oggi non è solo il primo giocatore apertamente gay in Scozia, ma il 13 Marzo uscirà anche, Disclosure: Out on the Pitch, documentario che ripercorre la sua storia e cerca di aprire nuove porte per gli atleti LGBTQIA+.

Oltre a raccontare il suo percorso d’accettazione e scoperta, lo speciale coinvolgerà gli interventi di numeros* sportiv* nel mondo LGBTQIA+ con l’obiettivo di contrattaccarne lo stigma, elencando quanti progressi sono stati fatti negli ultimi 20 anni.

“Lo scopo principale è che colpisca quelle persone che stanno passando un periodo difficile, che magari si sentono sole o come dei pesci fuor d’acqua” spiega Murray “Voglio anche cercare di cambiare la prospettiva di un padre omofobo che sta mettendo in difficoltà suo figlio, sua figlia, o qualunque genere ess* si identifica”.

Il calciatore ribadisce che nonostante i passi avanti, non si può mollare la presa: “Non possiamo restare sedut* in poltrona. C’è ancora tanto lavoro da fare”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni Marco Torino Greco Vacanza Pantelleria

Marco Mengoni “con il suo migliore amico” Marco Torino Greco secondo i media

Musica - Mandalina Di Biase 24.7.24
Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico? - grindr olympic - Gay.it

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico?

News - Redazione 24.7.24
Tommaso Stanzani, primo bacio social all'amato Oreste Gaudio (VIDEO) - Tommaso Stanzani primo bacio social allamato Oreste Gaudio VIDEO - Gay.it

Tommaso Stanzani, primo bacio social all’amato Oreste Gaudio (VIDEO)

Culture - Redazione 24.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Sam Smith

Sam Smith: “Ero un ragazzo spaventato, amavo un uomo che non era gay”. Così è nata “Not in That Way”

Musica - Emanuele Corbo 24.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
tu sei la bellezza

Tu sei la bellezza: tra amore queer e salute mentale

Culture - Riccardo Conte 29.4.24
Atlete trans svantaggiate rispetto a quelle cisgender, i risultati di uno studio - Lia Thomas foto - Gay.it

Atlete trans svantaggiate rispetto a quelle cisgender, i risultati di uno studio

Corpi - Francesca Di Feo 24.4.24
Transgender triptorelina

Giovani trans* e gender diverse: la scienza difende l’impiego di triptorelina: “Basta disinformazione”

Corpi - Francesca Di Feo 31.1.24
Front Runners Milano Prima Running Community LGBTQIA+ in Italia

Cagliari calcio e i suoi tifosi premiati da Arcigay Sport: “Italia in Campo contro l’Omobitransfobia 2024”

Corpi - Francesca Di Feo 22.6.24
Andrew Scott in Estranei (2023)

“Estranei” e la solitudine queer: il film di Andrew Haigh è un sincero ritratto della depressione

Cinema - Emanuele Cellini 19.3.24
Stefano Belotti sogna le Olimpiadi con lo slip firmato e la cover di Dust - Stefano Belotti collage 4 1 - Gay.it

Stefano Belotti sogna le Olimpiadi con lo slip firmato e la cover di Dust

Lifestyle - Luca Diana 25.6.24