5 risposte veloci su sesso, app per rimorchiare e HIV

Il sesso occasionale è un grande campo di sperimentazione e relazione che può essere vissuto in modo più o meno sicuro e consapevole. Ecco cinque questioni spinose.

5 risposte veloci su sesso, app per rimorchiare e HIV - hiv sesso - Gay.it
3 min. di lettura

Hai delle domande su come si rimorchia su internet, sesso bareback e HIV? Noi abbiamo le risposte.

Il sesso può essere assai complicato. Incontrare uomini, una croce o una delizia. Se poi ci si aggiunge l’HIV, può anche passarti la voglia di metterti in gioco. Ma incontrare, come qualsiasi sport, richiede pratica e alcuni tentativi prima di riuscire a trovare la via giusta. Per aiutarti a farti coraggio e finire finalmente nel letto di qualcuno, ecco 5 risposte veloci e sincere su alcune problematiche relative al sesso e a incontrare uomini sieropositivi.

1 – Nelle app per incontri si può scegliere se rivelare se si è HIV+ o no. Io non lo faccio. E’ mentire o essere prudenti?

Non importa se sei su una app di incontri, in un bar affollato, nel banco surgelati di Carrefour: il tuo status è privato e decidi tu quando e se rivelarlo. Molti preferiscono dirlo subito per proteggersi dall’investire emozioni inutilmente su persone sbagliate. Ma a prescindere da quello che fanno gli altri, il tuo status non è paragonabile a quanti centimetri hai o a cosa ti piace fare a letto. E’ una decisione tua se e quando dirlo a qualcuno, fintanto che non metti a rischio la salute dell’altro con comportamenti a rischio.

2 – Conosco qualcuno che è sieropositivo ma nelle app si descrive sieronegativo. Dovrei dire qualcosa?

Esistono molti gruppi di supporto per ragazzi sieropositivi . Vivere con l’HIV non è facile a livello sociale e frequentare qualcuno può essere devastante a livello psicologico. Non forzarlo e non esporlo a rischi inutili. Aiutalo nel suo percorso e ne uscirai una persona migliore.

3 – Se scrivo che sono HIV+ nel mio profilo, devo per forza parlarne prima di fare sesso con qualcuno ?

Mettere il tuo status HIV vicino a una tua foto sexy non è la stessa cosa di parlarne per fare sesso sicuro. Uno degli errori più frequenti delle persone con HIV è pensare che la propria salute non meriti di essere protetta. Ma lo merita. E la verità è che tu sei vulnerabile ad altri ceppi di HIV o di malattie a trasmissione sessuale. Per questo è sicuramente meglio parlarne. Parlarne accresce l’intimità psicologica e quello, oltre a un senso di tranquillità, non può che rendere migliore il sesso.

4 – Lui è sieropositivo e lo sono anche io. Lui vuole fare sesso senza preservativo. Per me è ok. Ma rischio qualcosa?

Quando si parla di sesso è importante ricordare che nulla è perfettamente sicuro. Per quanto riguarda l’HIV, se siete entrambi sotto farmaci e la vostra carica virale è non rilevabile, allora la vostra scelta è meno pericolosa di due persone il cui status è ignoto o hanno carica virale elevata. Ma siete entrambi sicuri di quello che dice l’altro? Il preservativo ha comunque il vantaggio di proteggervi da altre infezioni sessuali. Se invece siete una coppia, potrebbe essere una buona idea testarvi entrambi contemporaneamente prima di buttare via il preservativo. Perché la decisione finale è vostra e solo vostra, ma almeno arrivateci il più informati possibile.

5 – Lui dice di essere HIV- ma il suo ultimo test è stato 3 anni fa e si dice scocciato dal mio voler usare il preservativo. Sbaglio?

Ripeti con me:“non è mai sbagliato proteggere te e la tua salute”. Chiunque ti faccia sentire a disagio o peggio in colpa per una decisione che riguarda la tua salute non merita il tuo tempo. Quando si tratta di sesso e protezione, tutto dipende dall’essere informato e realistici. Il sesso sicuro è intrigante tanto quanto quello bareback. Non devi mai chiedere scusa per il fatto di voler fare delle scelte intelligenti riguardo al sesso e all’HIV. Il ragazzo giusto capirà le tue scelte e le apprezzerà.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Valium 13.8.16 - 9:21

Premetto che ho una mia morale e il rimorchio lo uso solo se attaccato ad un trattore, quindi di app hot non ne ho mai usate se non per curiosità e disinstallate dopo 24h. Non so cosa si provi ad avere l'HIV per fortuna ma posso immaginare lo stigma sociale dei sieropositivi. Ma a questo punto chiedo... Dato che l'HIV deriva quasi totalmente da un comportamento a rischio, non riesco a concepire il fatto che esistano persone che nonostante tutto continuino ad avere una vita sessuale attiva e promiscua nonostante il contagio dilagante. Sul serio avere l'aids è diventato normale o accettabile dal punto di vista del sesso penetrativo? Perchè un sieronegativo dovrebbe rischiare un rapporto con un sieropositivo pur con tutte le precauzioni necessarie? Non farebbe meglio a passare oltre? Chi ha l'HIV non dovrebbe rassagnarsi ad avere un'attività sessuale più "mite", magari intraprendendo una relazione stabile con qualcuno che si ama davvero?

    Avatar
    divodivo _ It'll be okay... 13.8.16 - 13:16

    Contrarre l'HIV non significa avere l'AIDS...

      Avatar
      Valium 13.8.16 - 13:22

      Si, ho sbagliato. Non ho chiaro il processo esatto su come il virus agisca e si riproduca, era per dire che è come una mezza condanna a morte, per me almeno.

        Avatar
        divodivo _ It'll be okay... 13.8.16 - 14:29

        Ma no, dai. Era una vera e propria condanna negli anni 80, quando Reagan contribuì non poco a tenere tutto nascosto. Ma oggi, in un paese occidentale ovvio, è difficile che l'HIV porti a gravi conseguenze. Questo non vuol dire che si dovrebbe abbassare la guardia, perché anche solo una vittima è una vittima di troppo, ma ci sarebbe bisogno di cambiare concezione della cosa.

Trending

Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: "Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso" - Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out - Gay.it

Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: “Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso”

News - Redazione 19.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
B&B rifiuta coppia omosessuale a Busca in provincia di Cuneo

B&B di Busca che rifiuta omosessuali scovato da Gay.it: Booking.com non elimina l’annuncio, la titolare fornisce nuove versioni omofobe ai quotidiani

News - Giuliano Federico 16.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Katy Perry video

“Ho visto le stelle”: tutte pazze per il vibratore di Katy Perry (un po’ meno per il suo singolo)

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Alberto Matano e il marito Riccardo Mannino

L’estate 2024 di Alberto Matano tra sole, amore e nuove avventure letterarie: le foto social

Culture - Luca Diana 19.7.24

Leggere fa bene

whereupon-turmoil-allen-frame

Prima e dopo l’hiv, quegli anni tra fine ’70 e ’90 a New York: “Whereupon”, rivoluzione e tragedia negli scatti di Allen Frame

Culture - Francesca Di Feo 6.6.24
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: "Porno di basso livello" - tom pelphrey b31035 - Gay.it

Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: “Porno di basso livello”

News - Redazione 15.5.24
House of the Dragon e il full frontal di Ewan Mitchell che ha sorpreso i fan: "Non era una protesi" - House of the Dragon e il full frontal di Ewan Mitchell che ha sorpreso i fan - Gay.it

House of the Dragon e il full frontal di Ewan Mitchell che ha sorpreso i fan: “Non era una protesi”

Serie Tv - Redazione 5.7.24
Mount Clitoris

“Mount Clitoris”, un (fake) reality show per imparare a farla godere

Corpi - Emanuele Corbo 13.6.24
Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə? - cover - Gay.it

Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə?

Corpi - Gay.it 6.5.24
Hiv sentenza Bari su U uguale U Gay.it

U = U, sentenza storica, assolto un uomo accusato di aver trasmesso l’Hiv: se non è rilevabile non si può trasmettere

Corpi - Daniele Calzavara 28.2.24
Hiv Salute Mentale e Supporto Psicologico

Autostigma e salute mentale per le persone HIV+: l’importanza dell’aspetto psicologico

Corpi - Daniele Calzavara 2.5.24