Alessandro Zan: “Se si va al voto la legge contro l’omotransfobia muore”

Il deputato Pd si augura che Conte, oggi dimissionario al Colle, possa formare un nuovo governo europeista, pro-diritti. Ma con quale maggioranza?

Alessandro Zan: "Se si va al voto la legge contro l'omotransfobia muore" - Alessandro Zan 2 - Gay.it
2 min. di lettura

Il premier Giuseppe Conte è oggi atteso al Quirinale per rassegnare le dimissioni. Non è chiaro cosa accadrà successivamente. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella darà allo stesso Conte il mandato per un fare un terzo governo, nel caso in cui trovasse i numeri per una maggioranza solida? Ci sarà un nuovo ‘Governo di unità nazionale’, visto come fumo negli occhi da Pd e 5 Stelle? Italia Viva tornerà tra i banchi del Governo con la coda tra le gambe e la cenere sul capo, dopo aver fatto deflagrare una crisi al buio senza apparente via d’uscita? Oppure si andrà al voto in estate, con la destra sovranista e populista nettamente in testa ai sondaggi?

Dinanzi a quest’ultima possibilità, Alessandro Zan, deputato Pd nonché relatore della legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo, ha precisato e a tutti noi ricordato un’apparente ovvietà, in diretta social ai Giovani Democratici di Pesaro-Urbino. “Se si andasse ad elezioni anticipate, la legge morirebbe. Inizierebbe una nuova legislatura, e una legge deve essere approvata all’interno della stessa legislatura. Io invece mi auguro che Conte andrà al Quirinale a dimettersi per aprire un nuovo scenario, cercando di trovare in parlamento un sostegno europeista, pro-diritti“.

Nei prossimi giorni il quadro sarà sicuramente più chiaro, perché il presidente della Repubblica non concederà troppo tempo a chicchessia per uscire da una crisi che da oltre un mese vede il Paese intero appeso a numeri che non tornano, al leader di un partitino appena nato che in un momento tanto drammatico  ha deciso di giocarsi il tutto per tutto in un poker politico con un Premier inutilmente intestarditosi pur di non lasciargliela vinta. Nel mezzo ci siamo noi, comunità LGBT che attende da quasi 30 anni una legge di pura civiltà mai come in questo momento a rischio naufragio.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Alessandro Pini 26.1.21 - 22:39

Al di là di tutte le chiacchiere in politichese di chi vuole difendere l'indifendibile, la realtà dei fatti è che se si andrà a votare dando l'Italia in mano alla peggiore destra sovranista, l'unica responsabilità è di chi ha fatto cadere il governo Conte Bis, Ivan Scalfarotto compreso, anzi, in primis. La manipolazione della realtà, esattamente come le riscritture storiche operate dai neofascisti, servono solo come foglia di fico (inutile, peraltro) a certi miserabili, infami ipocriti con tendenze bipolari capaci di affermare e di negare qualunque cosa nel giro di pochi istanti, e che non hanno nemmeno il coraggio di metterci la faccia affrontando le conseguenze delle proprie azioni. Ignobili banderuole prive di onore e di palle che sono complici e corresponsabili di tutto il male che lega e fdi faranno alla comunità LGBT e al nostro Paese se si dovesse andare al voto e se dovessero vincere le elezioni. Che si vergognino ed abbiano almeno la decenza di mantenere un decoroso silenzio senza pretendere di avere ragione negando lo scempio che hanno compiuto davanti agli occhi del mondo intero. Ma temo che certa gente non sappia nemmeno cosa significhino termini come decoro, onore e rispettabilità, preferiscono farci credere che la loro puzza non esiste e che la colpa è di chi ha il senso dell'olfatto sano e funzionante. Che schifo!

Avatar
bacibaci 26.1.21 - 11:50

Italia viva tornerà con la coda tra le gambe...enunciato emotivo e falso. Iv si è astenuta al Senato, quindi la linea chiara era che iv voleva tornare al governo, ma dopo sciolti certi nodi, non entro nel merito. Conte, campione di trasformismo, ha rifiutato l'offerta ed ha cercato un'altra maggioranza, la terza. Non ci è riuscito ed ora si dimette. Se ci si vuole esprimere in questi termini- coda tra le gambe etc- a onor del vero bisogna usarla per Conte. Iv non ha alcun problema con la lex Zan, chi aveva a cuore la lex Zan, doveva evitare di fare dichiarazioni ora nei fatti smentite- mai più con Renzi- e gettare acqua sul fuoco, proprio per ricucire con chi come iv voterà sicuramente la lex Zan, invece di dire mai con iv, il che significa proprio tenersi Conte, senza iv e dunque con il soccorso dei centristi contrari alla legge Zan. Non era difficile da capire, bastava avere sangue freddo, che ci voleva a dire: vogliamo la lex Zan, iv la vota di sicuro, gettiamo acqua sul fuoco invece di dire mai con Renzi che sappiamo non avere problemi a votarla a differenza di quelli di centrodestra con cui vogliamo sostituirlo, calmati gli animi si sarebbe fatto il rimpasto o quello che sarebbe stato e nessuno avrebbe dovuto fare nessun ritorno al governo con la coda fra le gambe, che, con spirito di verità, lo stanno facendo Conte , il m5s ed il pd, non Renzi che non ha detto mai più con Conte, il m5s ed il pd. Si riconosca di essere stati sciocchi ed emotivi invece di avere sangue freddo. Si riconosca che ci si è accodati alla rabbia di Conte invece che pensare freddamente a qual era il percorso più facile per avere la lex Zan, che è continuare il governo con Renzi, che certo non ha problemi ad approvare la legge Zan.

Trending

glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24

Leggere fa bene

Alessandro Zan, l'intervista: "Il governo Meloni normalizza l'intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire" - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, l’intervista: “Il governo Meloni normalizza l’intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire”

News - Federico Boni 19.1.24
Bersani su Vannacci: "Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale - bersani - Gay.it

Bersani su Vannacci: “Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale

News - Redazione 4.9.23
Donald Trump e il trionfo in Iowa, cosa succede ora con le primarie repubblicane? - Donald J. Trump - Gay.it

Donald Trump e il trionfo in Iowa, cosa succede ora con le primarie repubblicane?

News - Federico Boni 17.1.24
Cher al fianco della comunità trans in vista delle elezioni USA del 2024: “Dobbiamo restare unitə” - cher 1536x1004 1 - Gay.it

Cher al fianco della comunità trans in vista delle elezioni USA del 2024: “Dobbiamo restare unitə”

Musica - Federico Boni 19.10.23
THE GENDER SPECTRUM COLLECTION

Regno Unito, transfobia in ospedale: donne trans bandite dai reparti femminili

Corpi - Redazione Milano 4.10.23
Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: "La transfobia ha invaso l'America, è vergognoso e doloroso" - annette bening figlio trans Stephen Ira - Gay.it

Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: “La transfobia ha invaso l’America, è vergognoso e doloroso”

Cinema - Redazione 2.11.23
Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti - Carriera Alias - Gay.it

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti

News - Redazione 27.12.23
alessia-crocini-mennuni

Alessia Crocini risponde alla senatrice Mennuni sulla maternità: “Le parole di una privilegiata”

News - Francesca Di Feo 28.12.23