Attivista gay aggredito a Roma

Un noto attivista gay romano, Guido Allegrezza, è stato aggredito da quattro ragazzi nel quartiere Eur. Stava organizzando la Settimana della Cultura Arcobaleno.

Un noto attivista gay romano, Guido Allegrezza, è stato vittima di un’aggressione da parte di quattro ragazzi di età compresa tra i 25 e i 30 anni la scorsa notte nel quartiere Eur, in una zona abitualmente frequentata da gay.

A renderlo noto sono state le associazioni del Coordinamento Arcobaleno, composto da Arcigay Roma, Arcilesbica Roma, Azione Trans, Di’Gay Project, Gay Center e Gay Lib. Contro Allegrezza sono state scagliate "pietre che gli hanno procurato ferite alla testa, frattura delle costole e varie contusioni. Ha ricevuto una prognosi di 30 giorni e l’aggressione è stata segnalata all’Oscad, l’osservatorio contro le discriminazioni della Polizia di Stato e dei Carabinieri".

Allegrezza è impegnato in questi giorni nell’organizzazione della Settimana della Cultura Arcobaleno che culminerà il 22 giugno con la manifestazione concerto a piazza Farnese. L’aggressione chiaramente omofoba si aggiunge a quelle denunciate in questi giorni e sta suscitando allarme e sconcerto in tutta la comunità gay romana.

Le associazioni chiedono "pene esemplari per gli aggressori dopo gli episodi di questi giorni e ribadiamo la necessità di una legge contro l’omofobia: le istituzioni si facciano portatrici di questo messaggio al Parlamento. Ad Allegrezza va tutta la nostra solidarietà e l’impegno affinché le manifestazioni in corso saranno ancor di più un momento per una reazione di tutti alla violenza omofoba".

Omofobia

Pisa, bruciata bandiera arcobaleno appesa alla finestra di una coppia di papà: “Atto intimidatorio”

La bandiera era appesa alla finestra della stanza dove solitamente dorme il figlio della coppia gay. Durissimo il sindaco di San Giuliano Terme.

di Federico Boni