Boom di candidati LGBT in America, più del doppio rispetto al 2016

Grande svolta nella politica americana, nel nome dell'inclusività e dell'uguaglianza.

candidati lgbt USA
The Rainbow Flag flies beneath the American flag at the Stonewall National Monument, Wednesday, Oct. 11, 2017, in New York. The Rainbow Flag, an international symbol of LGBT liberation and pride, was flown for the first time at the monument. (AP Photo/Mark Lennihan)
2 min. di lettura

In America la nostra comunità è particolarmente attratta dalla carica pubblica. Basta pensare che attualmente ci sono 843 persone LGBT a tutti i livelli del governo negli Stati Uniti. Nel 2016 erano 417. Nelle elezioni di quest’anno, ci saranno invece 850 candidati LGBT. È un numero record.

Percentuali però ancora basse per una giusta rappresentanza

Nonostante questo aumento esponenziale, le persone LGBT che ricoprono cariche pubbliche (a tutti i livelli) sono una percentuale ancora molto bassa. Parliamo infatti dello 0,17% (su un totale di 519.682 persone elette). Per una rappresentanza equa, dovrebbero esserci in tutto quasi 23.000 candidati LGBT in più (ed essere anche eletti), contando che il 4,5% della popolazione americana si identifica come membro della nostra comunità.

A dirlo, è il LGBTQ Victory Institute”, nel suo rapporto Out For America.

Inoltre nell’ultimo anno si segnala che l’aumento dei candidati LGBT poi eletti è stato del 21%. Nel dettaglio, l’aumento è stato del 53% per i bisex, del 40% per chi si identifica come transgender.

L’elezione dei candidati LGBT rafforza l’inclusione

Questo aumento è un segnale molto importante, poiché significa che si guarda al candidato e alla sua proposta, e non al fatto che sia etero o omosessuale. Oltre a questo, gli elettori che condividono lo stesso orientamento sessuale sperano che con l’elezione di un candidato LGBT si possa  portare avanti la lotta per l’uguaglianza. Ma non solo questo.

Il parere degli esperti

La presidente del “LGBTQ Victory Institute”, Annise Parker, ha spiegato un fatto molto importante da non sottovalutare. La presenza di una persona LGBT nello stesso ufficio, contribuisce a eliminare le discriminazioni, portando a un ambiente molto più piacevole e inclusivo, che avrà poi effetti anche sul lavoro.

Sappiamo che quando le persone LGBTQ sono in carica elettiva e nelle sale del potere, cambiano i cuori e le menti dei loro colleghi e questo porta a una legislazione più inclusiva.

Analisi positiva anche da parte di Ruben Gonzales, vicepresidente dell’organizzazione, il quale ha sottolineato l’impegno dei candidati LGBT in carica:

Nell’ultimo anno, i funzionari eletti LGBTQ sono stati in prima linea – portando avanti gli sforzi per porre fine al razzismo, bloccando le discriminazioni rivolte alla comunità trans e approvando la legislazione che fa avanzare l’uguaglianza per la nostra comunità. Gli alleati sono importanti, ma la rappresentazione LGBTQ negli uffici pubblici è fondamentale per il successo del nostro movimento.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron - La bellissima storia di Kenny e Aaron - Gay.it

Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron

Culture - Redazione 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24

Hai già letto
queste storie?

elezioni-argentina-reazioni-comunita-lgbtqia

“L’Argentina rischia la regressione come l’Italia, ma non passeranno”: la comunità LGBTQIA+ Argentina e l’elezione di Javier Milei – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 27.11.23
Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: "Basta confondere l'identità sessuale dei bambini" - Pro Vita nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma - Gay.it

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Redazione 22.11.23
Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: "Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili" - 6D3046CB E0AC 431B 8685 F78A3416FE24 - Gay.it

Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: “Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili”

News - Redazione 25.9.23
Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

2023, l’anno nero per i diritti LGBTQIA+ negli Stati Uniti d’America

News - Redazione 27.12.23
marcomengonitayloswift

Marco Mengoni è la nostra Taylor Swift?

Musica - Mandalina Di Biase 3.10.23
Dopo i fuorionda di Striscia la Notizia Giorgia Meloni lascia Andrea Giambruno: "La nostra relazione finisce qui" - Giorgia Meloni e Andrea Giambruno 2 - Gay.it

Dopo i fuorionda di Striscia la Notizia Giorgia Meloni lascia Andrea Giambruno: “La nostra relazione finisce qui”

News - Federico Boni 20.10.23
Alessandro Zan, l'intervista: "Il governo Meloni normalizza l'intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire" - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, l’intervista: “Il governo Meloni normalizza l’intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire”

News - Federico Boni 19.1.24
Donald Trump Whoopi Goldberg

Whoopi Goldberg: Trump cancellerà le persone gay se sarà rieletto

News - Redazione Milano 12.1.24