Condannato il 18enne che uccise un ragazzo gay con 100 pugnalate

Un piano terribile, quello dell'assassino. Ed era solo all'inizio del suo massacro.

ragazzo gay
2 min. di lettura

Si chiama Brian Healless, ha 18 anni, e ha ammesso di aver ucciso Alex Davies nell’aprile del 2019. Lo ha pugnalato a morte, per 100 volte. Tante sono state le ferite che il medico legale ha riscontrato sul cadavere martoriato del ragazzo gay, anch’esso 18enne. Dopo le prove schiaccianti a suo carico, Healless ha confessato l’omicidio, raccontando come andarono i fatti.

La confessione è stata ufficiale ieri, davanti alla Preston Crown Court, che provvederà ora alla condanna definitiva. Dalla sua confessione, si apprende che Brian Healless aveva conosciuto Alex Davies sull’app Grindr. Dopo una breve conoscenza, Healless era riuscito nel suo intento: incontrarsi in un luogo isolato. Infatti, il ragazzo, omosessuale anche lui, era il tipico “riservato”. Nessuno sapeva di lui, e voleva fare incontri in segreto.

L’incontro e l’omicidio del ragazzo gay

Pianificato l’incontro, Brian Healless incontrò Alex Davis in un posto fuori città, come da richieste, dove nessuno avrebbe potuto vederli. Ma lì, vicino a Parbold nel Lancashire, l’assassino non aveva in mente di fare sesso con il ragazzo. Si era portato da casa un coltello da cucina, che usò per colpire Alex al collo, all’addome, alla testa e alle braccia.

Dopo la brutale aggressione, immotivata, Healless coprì il cadavere del ragazzo gay, trasportandolo in una zona fangosa che gli avrebbe causato la morte per soffocamento, oltre alle numerose ferite inferte. Poi, l’assassino scappò portandosi via il telefono del ragazzo.

Ma nella fretta, non si era accorto che il GPS era attivo. Dalla traccia lasciata fino alla casa di Healless, la Polizia ha potuto trovare il cellulare, nonostante fosse stato eliminato il contenuto. Altre macchie di sangue erano anche nella bici e nei vestiti del 18enne, che in poco tempo gli inquirenti fecero esaminare, confermando che si trattava del sangue di Davies.

Gli indizi e la difesa

Oltre al sangue e al telefono del ragazzo gay, Brian Healless aveva anche cercato in internet informazioni per eliminare completamente i dati di un telefono. Inoltre, aveva googlato “Quanto è forte la parte posteriore del cranio?”.

Ciò che è peggio, però, è che in quel momento aveva stretto rapporti (seppur ancora virtuali) con altre 4 persone. Sarebbero state le sue prossime vittime, dato che aveva adottato lo stesso modus operandi: incontro in zone appartate, lontano da occhi indiscreti. Per uccidere in assoluta tranquillità. 

La difesa aveva cercato di far evitare il carcere al ragazzo chiamando in causa una schizofrenia paranoica. Ma la tesi degli avvocati è stata smontata dai giudici, che ha definito Healless come “giovane calcolatore, astuto, manipolatore e pericoloso”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Renzo Loi 25.3.20 - 10:59

oramai non mi stupisco piu' dove potra arrivare questa societa' fondata sul diritto di essere ma senza avere doveri.che tristezza e paura.

Trending

Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Nex Benedict

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
attivista-politica-trans-uccisa-messico

Messico: uccisa a colpi di pistola la politica e attivista trans pronta a candidarsi al Senato

News - Francesca Di Feo 16.1.24
William Wragg - Grindr

Da Grindr a Whatsapp, l’assedio gay al parlamento britannico ha nome e cognome

News - Mandalina Di Biase 9.4.24
Douglas Carolo Andrea Bossi Michele Caglioni (foto da La Vita in diretta del 7 marzo 2024 - Rai 1)

Douglas Carolo sarebbe stato in rapporti intimi con Andrea Bossi

News - Redazione Milano 7.3.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Brianna Ghey

Brianna Ghey, colpevoli due sedicenni: gli atroci dettagli dell’omicidio

News - Redazione Milano 23.12.23
Argentina - lesbiche uccise con un incendio doloso - Milei

L’Argentina di Milei, bruciate due coppie lesbiche con un incendio doloso: tre vittime, una ferita grave

News - Francesca Di Feo 15.5.24
Nex Benedict Gay.it

Nex Benedict uccisə dalla transfobia, spunta il video delle sue ultime parole alla polizia in ospedale

News - Redazione Milano 27.2.24