Coppia di donne si separa e una delle due non riesce a vedere le figlie perché per la legge italiana non esiste

Una dolorosa storia che Simone Pillon, senatore leghista ossessionato dalle famiglie arcobaleno, è riuscito nell'impresa di deviare, sporcandola con commenti gratuitamente omofobi.

Coppia di donne si separa e una delle due non riesce a vedere le figlie perché per la legge italiana non esiste - due mamme figlio - Gay.it
2 min. di lettura

A pochi giorni dal monito della Corte Costituzionale, che ha chiesto alla politica italiana di fare leggi a tutela dei bimbi delle famiglie arcobaleno, da Torino arriva una storia che rimarca l’urgenza di un intervento. Anna, intervistata da LaRepubblica, ha raccontato quanto capitatole dopo la rottura con la compagna, come lei mamma delle due figlie, con conseguente guerra legata all’affido, come avviene da sempre in milioni di famiglie ‘tradizionali’. Una separazione tutt’altro che pacifica, tant’è che Anna non riesce a vedere le sue amate bambine, partorite dall’altra donna.

Non vedo le mie figlie da ottobre. Durante tutto lo scorso anno le ho incontrate complessivamente per non più di venti ore. E la cosa più dolorosa è che la mia ex può fare tutto questo senza infrangere alcuna legge perché per la legge io non esisto. Mi hanno portato via quattro anni della vita con le mie figlie, che adesso hanno 9 e 13 anni. E di questo non faccio una colpa alla mia ex, ma alle istituzioni. Noi due non riusciamo ad avere un dialogo, non riusciamo a trovare un accordo: non saprei dire come, non siamo riuscite a gestire una separazione consensuale e siamo arrivate al conflitto. Ma questo è quello che accade anche a molte coppie eterosessuali. La differenza è che per loro interviene un tribunale che decide le modalità della separazione, dell’affido, delle visite e del sostegno economico. Nel mio caso se io mi rivolgo a qualcuno quello mi chiede: tu chi sei? Perché io non esisto, nonostante abbia vissuto il momento del concepimento e abbia seguito la gravidanza della mia compagna, nonostante abbia assistito al parto e abbia tagliato il cordone ombelicale delle mie figlie.

Una storia drammaticamente reale, che rilancia ancora una volta la necessità di un intervento del legislatore, affinché questo genitori ‘arcobaleno’, padri e madri a tutti gli effetti, non siano più considerati fantasmi. “A scuola, per fare un esempio, avevo bisogno di una delega per prendere le mie figlie, come fossi una babysitter“, continua Anna a LaRepubblica. “Così come mio padre non è mai stato riconosciuto legalmente come nonno. E se la mia ex dovesse mancare, le mie figlie sarebbero orfane, quando una famiglia invece ce l’hanno”. “Noi esistiamo, non possiamo essere ignorate. Nel momento in cui decidiamo di avere dei figli ci apriamo alla circostanza che ai giardinetti i nostri figli chiamino mamma tutte e due le donne che sono con loro o papà entrambi gli uomini. La gente lo nota, non sono cose che passano inosservate. E noi, nella nostra esperienza, non abbiamo avuto alcuna difficoltà. La società è pronta: la mia zia novantenne quando sono nate le bimbe ha ricamato le bavette”.

Una dolorosa storia che Simone Pillon, senatore leghista ossessionato dalla comunità LGBT e dalle famiglie arcobaleno, è riuscito nell’impresa di deviare, sporcandola con commenti gratuitamente omofobi. “Coppia di lesbiche litiga, e due figlie, prima deprivate del padre, ora diventano oggetto di contesa“, scrive Pillon sui social. “Tutto il mondo è paese. Come dimostra questa triste vicenda, il problema non sono i maschi cattivi e le femmine buone o viceversa, ma l’uso strumentale dei figli, trattati come bambolotti e usati come mezzo per cercare la propria felicità. I bambini, tutti i bambini, non sono strumenti per curare le nostre ferite affettive, o peggio ostaggi da usare nelle guerre tra adulti. Sono persone, e hanno il diritto di crescere con la loro mamma e il loro papà. La legge c’è, e vieta l’utero in affitto e la compravendita di gameti. Se tutti la rispettassero non avremmo questi problemi“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Stefano Lani 14.3.21 - 2:31

Questione perniciosa...Quando lo stato non riesce ancora ad arrivare(o arrivarci)ad una sentenza,resta solo la consapevolezza di una madre verso l'altra;troppo semplice da dire quando una famiglia si frattura e passare a vie legali e' una costrizione che puo' pacificare.Sperando che la madre affidataria abbia riguardi verso l'ex compagna, rendendosi conto di come si puo' star male senza una parte di sé.

Avatar
Franzc Dereck 12.3.21 - 15:55

Purtroppo si vive in un Paese incapace di proteggere chi più ne ha bisogno! La madre non biologica può solo consolarsi , se i rapporti con la sua ex sono a questo livello, con l'aver evitato di dovere vivere alla Caritas per pagare il mantenimento , come capita non tanto di rado!

Trending

parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
L'Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona? - unione europea gay it 03 - Gay.it

L’Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona?

News - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Parigi 2024 le drag Minima Geste Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Gay.it

Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica

Corpi - Redazione 16.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24

Continua a leggere

Due mamme, un figlio, una famiglia. Il bellissimo spot italiano - Due mamme un figlio una famiglia. Il bellissimo spot italiano - Gay.it

Due mamme, un figlio, una famiglia. Il bellissimo spot italiano

Culture - Redazione 7.3.24
Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l'amata Luna Passos (FOTO) - Victoria De Angelis dei Maneskin vacanza romantica e baci social con lamata Luna Passos FOTO - Gay.it

Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l’amata Luna Passos (FOTO)

News - Redazione 9.4.24
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24
Unione Europea Diritti Transgender

L’Unione Europea verso il riconoscimento del cambio di genere in tutti gli Stati membri

News - Francesca Di Feo 7.5.24
Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d'ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+ - roma - Gay.it

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d’ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+

News - Redazione 19.12.23
Famiglie Arcobaleno: "Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore" - Augusto Barbera 4 - Gay.it

Famiglie Arcobaleno: “Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore”

News - Redazione 19.3.24
bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23