Coppie di fatto escluse dalla Cirinnà: l’allarme del tribunale di Milano

L'Italia paga il vuoto normativo passato. Ora occorre fare ordine.

Giustizia_Gay_Arcobaleno
Tribunale di Milano
2 min. di lettura

La legge Cirinnà, oltre a istituire le unioni civili per le coppie omosessuali, regole anche le convivenze di fatto, riconoscendo solo quelle coppie che si iscriveranno al registro dell’anagrafe. Per la legge Cirinnà sono necessarie in particolare due condizioni essenziali: stessa residenza e stato civile libero. Un’ordinanza del 31 maggio del Tribunale di Milano ha messo in luce, proprio a proposito di queste due condizioni, il potenziale discriminatorio della legge.

Seguici su Facebook >

Lo status di convivente “di fatto” – dice l’ordinanza di Milano – deve essere riconosciuto anche se si ha una residenza diversa dal partner o se si è in attesa di divorzio, circostanze che nella legge Cirinnà portano invece all’impossibilità di accedere a tale riconoscimento. Il giudice del Tribunale di Milano Giuseppe Buffone, responsabile dell’ordinanza in questione, afferma che esiste una “mera convivenza” da tutelare anche al di fuori dei casi previsti dalla Cirinnà.

Il timore che la legge sulle unioni civili entrata in vigore proprio ieri possa avere risvolti negativi per coppie fino a oggi tutelate in realtà non è nuovo, sta suscitando già da tempo un intenso dibattito, dentro e fuori dal Parlamento. Giuseppe Spadaro, presidente del Tribunale dei minori di Bologna e autore di un testo monografico sulla legge da ieri in vigore, ha dichiarato: “L’ordinanza del giudice di Milano è giuridicamente sacrosanta. Applicare in modo restrittivo la norma, per quanto riguarda le convivenze di fatto, significherebbe escludere la metà delle situazioni esistenti, fino a oggi tutelate”. Infatti a partire dagli anni ’80, anche se non c’era alcuna norma ad hoc, i giudici hanno assunto l’abitudine di riconoscere alle coppie eterosessuali conviventi tutele del tutto simili a quelle delle coppie sposate. Sulla stessa linea si attesta Cinzia Calabrese, avvocato e presidente dell’Aiaf Lombardia: “la convivenza è una situazione di fatto, e c’è da chiedersi se fosse necessario disciplinarla con una norma”.

Per come stanno ora le cose i due requisiti in questione effettivamente sono vincolanti e la faccenda parrebbe assai rilevante. Il Comune di Milano, che per primo ha stampato i moduli per l’iscrizione al registro dell’anagrafe, comunica che per accedere a tale procedura occorre “coabitare ed essere sul medesimo stato di famiglia anagrafico” ed essere civilmente “liberi”. L’allarme del tribunale di Milano pare dunque fondato.

Seguici su Facebook >

 Leggi anche:

L’alternativa alle unioni civili: le convivenze di fatto

Scopriamo insieme cosa prevede la legge Cirinnà sulle convivenze di fatto, anche omosessuali

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: "Un sogno diventato realtà" - Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri genitori - Gay.it

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: “Un sogno diventato realtà”

Culture - Redazione 23.4.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
Priscilla

Priscilla, 30 anni dopo arriva il sequel della Regina del Deserto

Cinema - Redazione 22.4.24
Taylor Swift per THE TORTURED POETS DEPARTMENT (2024)

Il nuovo album di Taylor Swift: no, non è Patti Smith (ma lei lo sa già)

Musica - Riccardo Conte 22.4.24
Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24

Continua a leggere

romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
fratelli

Milano, Corte d’Appello dichiara illegittime le trascrizioni dei figli delle coppie di donne

News - Redazione 6.2.24
fashion drama milano, eventi lgbtq

FASHION DRAMA: torna a Milano il queer cabaret più grande d’Italia in occasione della Fashion Week

News - Giorgio Romano Arcuri 20.2.24
polonia-riconoscimento-coppie-omosessuali-cedu

Polonia, negare il riconoscimento alle coppie omosessuali viola la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo

News - Francesca Di Feo 14.12.23
milano-aggressione-baby-gang-in-diciannove

“Sei trans? Sei gay? Vergognati” a Milano minacce armate e insulti da una baby gang di 19 elementi

News - Francesca Di Feo 22.11.23
Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: "18 anni insieme, non ho nulla da nascondere" - Roberto Poletti 2 - Gay.it

Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: “18 anni insieme, non ho nulla da nascondere”

Culture - Redazione 11.3.24
Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: "Lanciamo un messaggio a tutto il Paese" - Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini 2 1 - Gay.it

Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: “Lanciamo un messaggio a tutto il Paese”

Culture - Redazione 29.12.23
Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23