Coppie etero discriminate in vacanza: il simpatico spot Virgin Holidays

La compagnia aerea britannica ribalta i cliché dopo un sondaggio allarmante diffuso tra i suoi viaggiatori.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Cosa succederebbe se in vacanza le coppie etero fossero trattate come quelle gay?

A domandarselo è la Virgin Holidays, compagnia di viaggi britannica, con uno spot divertente nato in seguito a un sondaggio diffuso tra i propri viaggiatori.

Secondo i dati emersi da questo sondaggio, il 58% delle coppie gay interpellate ha ammesso di sentirsi osservato in vacanza, il 10% è stato minacciato fisicamente e circa i 2/3 hanno rivelato di sentirsi a disagio quando si tratta di dover spalmare la crema solare al proprio compagno.

Lo spot, prendendo spunto da questi risultati allarmanti, prova a replicare le medesime situazioni: protagonista, però, una coppia etero. Coppia etero invitata in modo più o meno gentile a prendersi una stanza, bloccata poco prima di un bacio al ristorante, etichettata con smorfie da coppie gay, costretta a pagare una tariffa più alta per un noleggio bici (“Non siete, capite, una vera coppia”) e circondata da sorrisi ora compassionevoli ora imbarazzati. “Chiamatemi fuori moda – dice un’impiegata dell’albergo – ma questo non è giusto”.

Il risultato è un gradevole mix di risate e riflessioni.

Ti suggeriamo anche 

Il coraggio di due ragazze della Serbia: la loro battaglia per essere riconosciute come coppia

Pride

Napoli, panchine arcobaleno in ogni municipalità per dire basta all’omotransfobia

10 panchine arcobaleno in tutta la città come 'simbolo di tolleranza, parità di genere e lotta all'omotransfobia'.

di Federico Boni