DDL Zan in aula, Meloni cavalca il benaltrismo: “Ecco le priorità del Governo, non la crisi economica epocale”

Come se le persone LGBT, le donne vittime di violenza e i disabili, non rientrassero nel tessuto sociale ed economico di questo Paese.

DDL Zan in aula, Meloni cavalca il benaltrismo: "Ecco le priorità del Governo, non la crisi economica epocale" - Giorgia Meloni cade dal pero - Gay.it
2 min. di lettura

DDL Zan in aula, Meloni cavalca il benaltrismo: "Ecco le priorità del Governo, non la crisi economica epocale" - DDL Zan in aula Meloni 1 1 - Gay.it

Tra poche ore prenderà vita il primo voto legato alla legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo alla Camera dei Deputati. Ancor prima degli oltre 800 emendamenti presentati dalle opposizioni, il DDL Zan dovrà passare le forche caudine delle due pregiudiziali di costituzionalità a voto segreto volute da Lega e Fratelli d’Italia. La maggioranza, almeno a parole, si dice certa di poterle superare, perché coesa in favore della legge, ma è chiaro che dinanzi al voto segreto tutto è davvero possibile.

Nel dubbio Giorgia Meloni è tornata a cavalcare l’ormai celebre cavallo del benaltrismo, perché quando si parla di diritti LGBT c’è sempre qualcosa di più utile, urgente, necessario da dover fare.

Le priorità di PD e M5S per combattere l’epidemia e aiutare il tessuto produttivo: arriva in discussione in aula al Parlamento la legge sull’omotransfobia. Poi sarà la volta di quella sullo Ius soli. Il resto può aspettare, tanto mica stiamo vivendo una crisi economica epocale…

Come se il dibattito sulla legge contro l’omotransfobia non sia già stato rinviato più e più volte, negli ultimi decenni. Come se il governo proprio oggi, e prima di affrontare il DDL Zan, non darà il via libera ai 5 miliardi di aiuti immediati per le attività e aziende colpite dall’ultimo DPCM. Come se le persone LGBT, le donne vittime di violenza e i disabili, non rientrassero nel tessuto sociale ed economico di questo Paese. Come se non siano proprio le destre, con due pregiudiziali di costituzionalità e quasi 900 emendamenti presentati, ad allungare i tempi di approvazione in una Camera che vede la maggioranza abbastanza solida.

Arcigay, per bocca di Gabriele Piazzoni, segretario generale, ha chiesto al Governo di tenere la barra dritta.

Inizia oggi il dibattito in aula della legge contro omotransfobia e misoginia: deputate e deputati sono chiamati ad esprimersi tramite voto segreto sulle pregiudiziali di costituzionalità presentate dalle destre. È auspicabile che la maggioranza compattamente e rapidamente superi questo ostacolo. Già in passato è successo che le proposte di legge contro le discriminazioni delle persone LGBTI venissero bloccate con questo meccanismo, adombrando incompatibilità costituzionali ridicole e prive di fondamento. La Camera dei Deputati deve respingere senza tentennamenti queste richieste e vogliamo sperare che la scelta del voto segreto, irrituale per le questioni di natura tecnica, non offra l’occasione a chi di una legge che tutela dalle discriminazioni non vuole sentire parlare di utilizzare l’anonimato per dare libero sfogo alla propria omofobia e ai propri pregiudizi. La Camera superi questo ostruzionismo e si dedichi alla discussione di merito sul testo di legge, per approvare rapidamente la legge nella formulazione più concreta ed efficace possibile. Questo provvedimento è atteso da decenni: il nostro Parlamento si mostri all’altezza di questo appuntamento con la storia.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
bacibaci 28.10.20 - 0:14

Quindi prima gli italiani significa prima gli etero mentre i gay vanno in fondo alla fila coi migranti? ma che sorpresa?!

Trending

Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Mara Sattei nel nuovo singolo "Tempo" in uscita il 19 Aprile, campiona un vecchio successo dei primi 2000 delle t.A.t.U.

Mara Sattei nel nuovo singolo “Tempo” campiona le t.A.T.u. che si finsero lesbiche: ma che fine hanno fatto?

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Estranei di Andrew Haigh arriva su Disney+ - 003 001 S 02013 - Gay.it

Estranei di Andrew Haigh arriva su Disney+

Culture - Redazione 18.4.24
La Rappresentante di Lista, "Paradiso" è il nuovo singolo

La Rappresentante di Lista ci porta in “Paradiso” con il nuovo singolo. Ascolta l’anteprima

Musica - Emanuele Corbo 16.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

gesù natale impatto ambientale

Natale: caro Gesù Bambino, la celebrazione della tua venuta è un disastro per il pianeta

News - Giuliano Federico 15.12.23
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
stati-uniti-ban-terapie-affermative

Stati Uniti, continuano i ban alle terapie affermative per i minori: 100.000 lǝ adolescenti abbandonatǝ a loro stessǝ

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l'anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani? - Giorgia Meloni e Edi Rama - Gay.it

Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l’anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani?

News - Federico Boni 7.11.23
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23
alessia-crocini-paolo-mieli-nichi-vendola-gpa

“Parole di Paolo Mieli vergognose”, la reazione di Alessia Crocini dopo l’attacco a Vendola

News - Francesca Di Feo 28.11.23
donald-trump

Cancellata la norma voluta da Donald Trump che consentiva ai medici di negare le cure ai pazienti LGBT+

News - Redazione 12.1.24
Leo Varadkar, il primo storico premier gay d'Irlanda si è dimesso: "Ragioni politiche e personali" - Scaled Image 100 - Gay.it

Leo Varadkar, il primo storico premier gay d’Irlanda si è dimesso: “Ragioni politiche e personali”

News - Redazione 21.3.24