DDL Zan, e ora che succede? “Entro luglio la legge in aula al Senato”, la previsione Pd

Ostellari e la destra lavorano per affossare il DDL Zan.

DDL Zan, e ora che succede? "Entro luglio la legge in aula al Senato", la previsione Pd - Alessandro Zan - Gay.it
Migliaia di persone in piazza del Popolo a Roma a sostegno del DDL Zan
2 min. di lettura

Ennesima giornata convulsa, quella vissuta ieri in commissione giustizia al Senato. Il presidente leghista Andrea Ostellari, auto-proclamatosi relatore del DDL Zan per quanto contrario alla sua approvazione, ha infatti accettato di ‘congiungere’ il DDL presentato dalla destra al DDL già approvato alla Camera. Peccato si sia poi rifiutato di far votare sull’abbinamento. Inevitabili le polemiche.

È stata una forzatura e uno strappo al regolamento“, ha tuonato Monica Cirinnà. “E poi per ottenere cosa? Tanto a giugno se si va avanti con l’ostruzionismo della Lega porteremo in aula direttamente la discussione e a quel punto il testo base sarà il ddl Zan. Il ddl Ronzulli-Salvini è irricevibile, vedrete che non si allungheranno i tempi. Non lo permetteremo“.

Franco Mirabelli, vicepresidente del gruppo Pd al Senato, ha rilanciato la previsione di Monica Cirinnà, con lo sbarco in aula al senato nel mese di luglio; “Non è finita. Adesso vediamo, noi pensiamo che oggi si dovesse votare e abbiamo proposto che i testi fossero disgiunti e che la commissione sia sovrana. Il presidente non ha voluto votare e verificheremo la legittimità di questa cosa. Abbiamo chiesto anche che vengano fissati tempi certi con l’impegno di arrivare a fine giugno a chiudere la discussione generale per adottare un testo base e andare in aula. Il presidente si è riservato di decidere, vedremo giovedì il calendario che ci verrà proposto e decideremo”.

Dal canto suo, Andrea Ostellari ha respinto qualsiasi critica: “Mi spiace per chi grida allo strappo, dimostrando una certa ignoranza delle regole. O, peggio, la volontà di trasgredirle. Oggi ho applicato l’art. 51 del regolamento e ho abbinato il ddl Zan con il ddl Ronzulli-Salvini. Basta bugie, basta pretendere scorciatoie. Proseguiamo il dibattito serenamente. In democrazia si fa così“. Che sia Ostellari a riempirsi la bocca della parola ‘democrazia’, dopo aver tenuto in ostaggio il DDL perché evidentemente spaventato dal ‘voto’ dei senatori e dall’eventuale approvazione della legge Zan, fa alquanto sorridere.

Nel dubbio, la Lega ha pronte centinaia di migliaia di emendamenti per rallentare ulteriormente l’iter, dopo aver presentato 100 audizioni in Commissione. Un’enormità. Tra le tante spiccano Platinette, Spirlì e il segretario della Cei monsignor Stefano Russo. Cosa fare dinanzi a cotanto teatrino?

Sbarcare in aula senza relatore, con tutti i rischi che ne seguono.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - Elezioni Europee ecco i 26 candidati italiani - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Leggere fa bene

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: "Basta confondere l'identità sessuale dei bambini" - Pro Vita nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma - Gay.it

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Redazione 22.11.23
Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

News - Redazione 8.3.24
Dopo la querela di Paola Egonu, Vannacci si scusa con la pallavolista: "È un'italiana di cui andiamo orgogliosi" - Dopo la querela Vannacci si scusa con Paola Egonu - Gay.it

Dopo la querela di Paola Egonu, Vannacci si scusa con la pallavolista: “È un’italiana di cui andiamo orgogliosi”

News - Redazione 14.5.24
Musk ospite di Giorgia Meloni ad Atreju, Crocini: “Lui padre con la GPA ospite di un partito che vuole abolirla” - Giorgia Meloni a Montecitorio con Elon Musk - Gay.it

Musk ospite di Giorgia Meloni ad Atreju, Crocini: “Lui padre con la GPA ospite di un partito che vuole abolirla”

News - Federico Boni 13.12.23
burocrazia unioni civili, guida alle top location per unioni civili in puglia

Grecia, il premier Mitsotakis annuncia il disegno di legge sul matrimonio egualitario

News - Redazione 12.1.24
Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: "Vergogna, è un pericolo per la Costituzione" - Vannacci - Gay.it

Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: “Vergogna, è un pericolo per la Costituzione”

News - Redazione 4.12.23
elon-musk-gina-carano

Licenziata da Disney per le sue battute omobitransfobiche, Elon Musk pagherà la battaglia legale di Gina Carano

News - Francesca Di Feo 15.2.24
Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23