Diritti gay, nell’est Europa anche i giovani dicono no: la mappa dell’odio

Dati agghiaccianti in Armenia e Russia, Repubblica Ceca e Grecia le più tolleranti.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

I ricercatori di Pew Research (con sede a Washington) hanno coinvolto giovani tra i 18 e i 34 anni (ma non solo) dell’est Europa, chiedendo loro se l’omosessualità e i matrimoni gay dovrebbero essere accettati nella loro società.

I risultati, purtroppo, non sono incoraggianti: il 98% in Armenia e l’84% in Russia, ad esempio, ha detto no ai diritti gay. Quasi ovunque, comunque, si va oltre al 50% di no tra i giovani (ad eccezione di Polonia, Grecia, Croazia, Ungheria e Repubblica Ceca).

In Georgia, Armenia, Russia, Lettonia e Bulgaria i giovani presentano un’ostilità simile a quella dei concittadini più anziani, mentre in altri come Lituania, Estonia, Romania, Bielorussia, Serbia, Grecia e pochi altri c’è una disparità superiore al 10%.

Ti suggeriamo anche  Bermuda vuole cancellare la legge sul matrimonio egualitario (per la terza volta)
Gossip

Mario Adinolfi sulle foto Pascale/Turci: “Povero Berlusconi, irriso a 80 anni da una lesbica” – è scontro con Vladimir Luxuria

Persino il quotidiano Libero ha parlato di "toni durissimi, inaccettabili, parole pesantissime". Secca la replica di Vladimir Luxuria.

di Federico Boni