Video

Dritto e Rovescio, parole choc da Caivano: “un gay è una sfortuna dentro casa, ma non lo puoi buttare” – video

Vladimir Luxuria ha tuonato contro i presenti, chiedendo perché non ci possa essere un'aggravante per orientamento sessuale e identità di genere.

2 min. di lettura

Dritto e Rovescio di Paolo Del Debbio, su Rete 4, è tornato a parlare di omotransfobia. A modo suo. Ospiti fior fior di opinionisti, in tal senso, ovvero Mario Adinolfi, Giuseppe Cruciani e Nausica Della Valle, “ex lesbica” folgorata da Dio fermamente convinta che si possa ‘tornare eterosessuali’. In collegamento, moderna Don Chisciotte contro i mulini a vento dell’ignoranza italica, Vladimir Luxuria.

In studio si è parlato dell’omicidio di Caivano, con la giovane Maria Paola uccisa dal fratello perché contrario alla sua storia d’amore con Ciro, ragazzo FtoM. L’inviata del programma ha intervistato alcuni abitanti della zona, tra i palazzi dove Michele, il 30enne fratello di Maria Paola attualmente in carcere per volere del gip, abitava e dove tutt’ora abita la famiglia. Sconcertanti alcune parole raccolte dalla cronista.

“Un gay è una sfortuna dentro una casa, però si deve accettare”, dice un anziano signore al tavolo con amici. “Non lo puoi buttare, non è una macchina vecchia che la butto allo sfascio e ne compro un’altra”, replica un uomo al suo fianco. E ancora.

“Mia figlia non è donna, è mascolino, diciamo. Lei può stare, in casa mia. Ma portare una donna sopra da me, no”, rimarca un padre. “Io avrei reagito così. Dicevo “guarda, non vedi più gli occhi miei”. Come si dice a Napoli, te ne vai fuori di casa”, ha precisato un ragazzo, commentato quanto accaduto a Maria Paola e a Ciro. “Ce ne sono tanti di gay qui, e nessuno si fa il minimo problema su questo. Anzi da altre parti ci sono le pene di morte, per questo cose”.

Andrà a finire che dovremo ringraziare di essere vivi, perché in Italia non c’è la pena di morte per gli omosessuali. Così come non c’è una legge contro l’omotransfobia, che Vladimir Luxuria è tornata a difendere in collegamento con lo studio, chiedendo ai presenti per quale motivo non dovrebbero esistere aggravanti nei confronti di simili crimini, come da 30 anni capita per l’incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici, religiosi o nazionali.

Se quel ragazzo avesse speronato lo scooter della sorella perché non approvava la relazione tra la sorella e una persona nera, ci sarebbe stata l’aggravante per motivi razziali contemplata dalla Legge Mancino“, ha giustamente sottolineato Vladimir, con Giuseppe Cruciani che in modo del tutto gratuito ha reagito con un ‘mah, non credo‘, senza minimamente sapere di cosa stesse parlando. Perché così è. “Se quel ragazzo avesse speronato lo scooter della sorella perché non approvava la relazione tra la sorella e un ragazzo musulmano, ci sarebbe stata l’aggravante prevista dalla Legge Mancino contro la discriminazione religiosa“, ha continuato Luxuria, per poi tuonare: “Per quale motivo ancora oggi voi siete contrari al fatto che ci possa essere un’aggravante per orientamento sessuale e identità di genere, me lo dovete spiegare. Perché! Perché!”.

Nessuno, ovviamente, ha saputo ripondere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: "Non riuscirete ad intimidirci" - Stonewall Inn oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate - Gay.it

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: “Non riuscirete ad intimidirci”

News - Redazione 19.6.24
Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano

Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano! La proposta di matrimonio durante il concerto di Ultimo – video

Culture - Luca Diana 15.6.24
Justin Timberlake Arrestato Ubriaco Gossip Droghe

Justin Timberlake arrestato, guidava ubriaco. Il gossip impazza: “Popper e Truvada nel sangue”. Ma è davvero così?

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: "I ricchi*ni nel forno crematorio" - Carmine Alfano - Gay.it

Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: “I ricchi*ni nel forno crematorio”

News - Redazione 18.6.24
Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: "Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi" (VIDEO) - Guglielmo Scilla 2 - Gay.it

Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: “Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi” (VIDEO)

Corpi - Redazione 19.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
thomas-insulti-social

Aggredito dal branco un anno fa, Thomas ora è vittima dell’omobitransfobia social

News - Francesca Di Feo 8.2.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
russia-insegnante-propaganda-lgbtqia

Russia, insegnante si veste da Biancaneve e viene accusato di propaganda LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 28.12.23
Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!” - Perugia Pride 2019 - Gay.it

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!”

News - Redazione 26.1.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24
Nex Benedict

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24