Il 14 ottobre 1979 si celebrava il primo gay pride a Washington DC

Anche l'anno non fu un caso: era il decennale dai moti di Stonewall.

gay pride
2 min. di lettura

39 anni fa la prima marcia a favore dei diritti LGBT+ a Washington DC. Furono presenti 125.000 persone.

La National March on Washington for Lesbian and Gay Rights. Così era stato chiamato il primo Gay Pride della storia LGBT+, nella capitale degli Stati Uniti d’America. L’appuntamento del 14 ottobre 1979 è stato il terzo tentativo di organizzare un evento dedicato totalmente alle persone gay, bisessuali, lesbiche e transessuali. Il fine di tale marcia era quello che ormai conosciamo tutti e che da quasi 40 anni si richiede ogni anno a gran voce: uguali diritti. 

Difatti, prima di questa data ci furono altri due tentativi, sempre rimandati. Il primo avvenne nel 1973 a Urbana-Champaign , nello stato dell’Illinois. Le tensioni che si crearono tra associazioni LGBT+ e istituzioni locali fecero desistere i primi, che posticiparono a data da definirsi un evento. Il secondo tentativo fu a Minneapolis, a metà novembre del 1978. Questa volta, il dissenso interno al direttivo fece desistere gli organizzatori, che annullarono tutto. La morte di Harvey Milk, avvenuta il 27 novembre 1978, “aiutò” la comunità a farsi sentire, organizzando prima un dibattito a Philadelphia dal 23 al 25 febbraio 1979, arrivando poi alla parata vera e propria, il 14 ottobre appunto, confermata nel corso di una conferenza all’università di Houston a luglio dello stesso anno. Il 1979, inoltre, era un anno significativo: 10 anni prima, si erano svolti i moti di Stonewall (28 giugno 1969).

Le conseguenze del primo Gay Pride

I tre giorni di workshop, conferenze su temi specifici legati al mondo gay e la conseguente marcia aiutarono l’intera comunità LGBT+ ad aprirsi, facendo nascere associazioni nelle maggiori città e iniziare una battaglia a livello nazionale, e non solo locale come era stato fino a quel momento.

Un evento importante avvenne il lunedì dopo, 16 ottobre. Era l’ora del Constituent Lobbying Day, che aveva il compito di far interessare la politica ai temi LGBT+. Gli organizzatori riuscirono a incontrare una cinquantina di senatori e circa 150 deputati della Camera dei Rappresentanti.

Credits: Seattle Times

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Luca Guadagnino parla di Queer: "È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso" - luca guadagnino pesarofilmfest 60 22giu2024 ph luigi angelucci 010 - Gay.it

Luca Guadagnino parla di Queer: “È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso”

Cinema - Redazione 24.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24

Hai già letto
queste storie?

I film LGBTQIA+ della settimana 13/19 maggio tra tv generalista e streaming - film queer 1 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 13/19 maggio tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 13.5.24
I Papà per Scelta celebrano i 7 anni di Unione: "L’amore può fare la differenza, ma non ha mai fatto differenze". - papa per scelta - Gay.it

I Papà per Scelta celebrano i 7 anni di Unione: “L’amore può fare la differenza, ma non ha mai fatto differenze”.

Culture - Redazione 11.6.24
Lorenzo Licitra è Gesù in Jesus Christ Superstar, la prima foto ufficiale - Lorenzo Licitra e Gesu - Gay.it

Lorenzo Licitra è Gesù in Jesus Christ Superstar, la prima foto ufficiale

Culture - Redazione 28.2.24
Karaoke Night - Talenti Senza Vergogna, arriva il nuovo show con Tommaso Zorzi - Tommaso Zorzi Karaoke Night - Gay.it

Karaoke Night – Talenti Senza Vergogna, arriva il nuovo show con Tommaso Zorzi

Culture - Redazione 29.12.23
Rey Sciutto, trionfatore di The Floor: "Cerco di promulgare una società più inclusiva, abbattendo stereotipi". L'intervista - Rey Sciutto cover - Gay.it

Rey Sciutto, trionfatore di The Floor: “Cerco di promulgare una società più inclusiva, abbattendo stereotipi”. L’intervista

Culture - Federico Boni 5.2.24
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24
Sandra Milo, Icona eternamente Libera - Sandra Milo fotografata da Leandro Manuel Emede per Sette Corriere - Gay.it

Sandra Milo, Icona eternamente Libera

Culture - Federico Boni 29.1.24