Il governo del Bahrain vuole punire i “bambini gay”

Il primo ministro del Bahrain ha commissionato uno studio per “sconfiggere” l’omosessualità nel suo paese. Una delle misure sarebbe quella di punire i bambini che manifestano segni di omosessualità

Il governo del Bahrain ha avviato una ricerca fra esperti del settore per cercare di debellare l’oosessualità in tutto il territorio dello statp. Nella grande serie di proposte ricevute da parte del gruppo di lavoro c’è anche quella di vietare l’ingresso ai turisti omosessuali e di chiedere agli insegnanti di far emergere eventuali tendenze "fuori dalla norma" dei loro studenti in modo che essi possano essere "duramente puniti".

Il Bahrain è una delle mete più tolleranti fra le nazioni musulmane del Medio Oriente. Tuttavia l’omosessualità rimane ancora un crimine da quando nel 1956 si è smarcata dall’Impero britannico per adottare il codice penale indiano.

Ti suggeriamo anche  Il primo principe gay dichiarato al mondo rivela di aver subito la terapia di conversione
Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni