IRANIANI IMPICCATI: LE REAZIONI

Le immagini dei ragazzi con la corda al collo hanno scioccato centinaia di persone. Per protesta, mercoledì alle 17 manifestazioni davanti al consolato a Milano e all'Ambasciata a Roma.

IRANIANI IMPICCATI: LE REAZIONI - iran impiccati 1 - Gay.it
4 min. di lettura

PISA – Le immagini dei due ragazzi iraniani appena diciottenni con la corda intorno al collo pochi istanti prima di morire hanno suscitato reazioni fortissime in migliaia di italiani. I due giovani sono stati giustiziati in una pubblica piazza lo scorso 19 luglio per aver ammesso di aver avuto rapporti sessuali tra loro. Un’azione che secondo la legge legge islamica della Sharia, in vigore in Iran, merita la pena di morte.

IRANIANI IMPICCATI: LE REAZIONI - iran giovani02 - Gay.it

Per protestare contro questa assurda condanna, sono state organizzate due manifestazioni spontanee che si svolgeranno mercoledì 27 luglio a Milano alle ore 17 e a Roma alle ore 18.30. A Milano, davanti al consolato iraniano in Piazza Armando Diaz, e a Roma, davanti all’Ambasciata Ambasciata Della Repubblica Islamica Dell’Iran, in via Nomentana 361, Arcigay nazionale, Gayleft, Arci, Nessuno Tocchi Caino e le decine di organizzazioni e partiti politici che in queste ore stanno mandano la loro adesione si ritroveranno per chiedere che l’assassinio dei due ragazzi sia l’ultimo, e che si ponga fine all’esecuzione di giovani colpevoli solo di aver amato.
«Avevo letto parecchio, durante la preparazione del mio libro, su quanto l’Iran, e non solo, perseguita e mette a morte gli omosessuali ma è la prima volta che ci sono anche delle foto – commenta Giuseppe Lo Presti, autore del libro “Omofobia” – Sono tremende, mi mettono una rabbia, una tristezza tremenda e una pietà per questi due ragazzi bendati che, oltretutto, vengono impiccati da altri due uomini mascherati. Come se non si dovessero guardare negli occhi per evitare di provare qualunque emozione, è una disumanità tremenda».
Rabbia, dolore, consternazione, senso di importenza; sono queste alcune delle reazioni che emrgono dalle decine di email circolate in questi giorni sull’argomento. Ma molte propongono reazioni concrete. Oltre alla partecipazione alle manifestazioni di mercoledì, un’azione sempre utile e significativa da fare è quella di far conoscere la propria condanna all’Ambasciata Iraniana in Italia (recapiti e modello della lettera li trovate in fondo all’articolo IRAN: IMPICCATI DUE GIOVANI GAY, apparso il 21 luglio scorso su Gay.it, traduzione dell’articolo originale di OutRage!). A livello istituzionale, intanto Franco Grillini ha presentato una interrogazione al Ministro degli affari Esteri Gianfranco Fini chiedendo di sottoporre alle autorità iraniane «il disappunto del nostro Paese per le barbare esecuzioni», e di «invitare le autorità iraniane a non applicare la pena capitale», avviando al contempo «un forte intervento politico-diplomatico nelle istituzioni comunitarie e internazionali, per una moratoria universale contro la pena di morte».
GayLib, l’associazione di omosessuali liberali e di centrodestra, propone una riunione straordinaria delle Nazioni Unite contro l’omofobia, la tortura e la condanna a morte delle persone omosessuali. L’idea è stata lanciata in una lettera inviata alla Commissione Diritti umani dell’Onu in seguito alla brutale esecuzione. «All’assise dell’Onu – si legge sulla nota di GayLib – dovranno essere invitati i rappresentanti delle principali associazioni gay del mondo affinché la comunità internazionale prenda coscienza e intervenga pesantemente con una moratoria contro la pena di morte e in difesa della piena legittimità di ogni orientamento sessuale che rispetti la dignità di ogni cittadino e il pudore pubblico. Affinché nessuna legge di nessuno Stato al mondo possa una volta di più torturare e mettere a morte esseri umani con l’unica inesistente colpa di essere omosessuali».

IRANIANI IMPICCATI: LE REAZIONI - iran giovani03 - Gay.it

Marco Pannella, dopo la notizia dell’impiccagione, ha presentato una interrogazione parlamentare con cui ha riproposto alla Commissione europea la questione dei rapporti tra Unione europea e Iran. Maurizio Turco, coordinatore delle iniziative politico parlamentari dei deputati radicali al Parlamento europeo ha dichiarato: «E’ l’ennesima interrogazione che presentiamo alla Commissione per segnalare la violazione dei diritti umani fondamentali in un paese in cui si può essere impiccati a nove anni se femmine e a quindici se maschi e per chiedere, alla luce dei buoni rapporti che esistono tra Unione europea e Iran di prendere delle iniziative concrete. L’ultima volta che chiedemmo di sospendere qualsiasi relazione con l’Iran alla Commissione rispose che riteneva che “più che la sospensione di tutte le relazioni con l’Iran, una politica di impegno costruttivo con tale paese” avesse “maggiori probabilità di contribuire ad una migliore promozione e protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali in Iran”».
«Marco Pannella infine sollecita la Commissione a sospendere ogni tipo di relazione con l’Iran, condizionandone la ripresa al rispetto dei diritti umani fondamentali».
Le reazioni alla notizia mettono alla prova anche il reale desiderio di integrazione con la cultura islamica di molti omosessuali. «Premetto che non sono affatto un razzista – afferma Kenzor nel forum di Gay.it – anzi auspico per l’integrazione con altri popoli, perchè questo porterà ricchezza culturale, ma davanti a questi fatti, le bombe, i kamikaze,lo sfruttamento delle donne mi viene da chiedere, ma quanta ipocrisia e bigottismo esiste nella cultura islamica?».
«La cosa ancora piú inquietante – risponde Daemien73 – é quanta poca risonanza abbia questa notizia, per me allucinante, in Occidente. A diffonderla infatti sono stati organi di stampa indipendenti. Cosí si fa finta di niente di fronte a situazioni documentate da foto (ero scioccato a vedere quei due ragazzini con la corda intorno al collo, non potevo credere che fosse vero)».
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Movimento Omosessuale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Emma Marrone e Nicolò De Devitiis, Le Iene

Emma Marrone a Le Iene: “Mi piacerebbe diventare madre. Ho 39 anni e tutti gli strumenti per esserlo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24

Hai già letto
queste storie?

Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

L’ONU contro le leggi anti-LGBTQIA+ degli Stati Uniti: “Violano gli accordi sui diritti umani”

News - Redazione 16.11.23
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
ragazza-lesbica-aggredita-bojano

Prese a schiaffi e insultò coppia di donne lesbiche. Condannato a 5 mesi e 9 giorni di reclusione

News - Redazione 23.2.24
uganda uomo arrestato

Picco di arresti e procedimenti giudiziari contro le persone LGBTQIA+ nel 2023

News - Federico Boni 1.12.23
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
grande fratello anita olivieri froci

Grande Fratello, insulti omofobici? Anita ha detto “fr*ci”?

Culture - Redazione Milano 25.10.23
torino padre figlio gay 14 anni

Torino, le atrocità di un padre al figlio di 14 anni, perché gay

News - Redazione Milano 25.10.23
torino i genitori non accettano l'omosessualità lui tenta il suicidio

Nichelino, coppia gay perseguitata dopo l’unione civile

News - Redazione 22.11.23