Israele: censurato dipinto della ministra nuda. È caso politico

Ritrae nuda la ministra di estrema destra. Anche personalità di sinistra lo criticano per aver prodotto un'opera sessista e patriarcale.

Israele: censurato dipinto della ministra nuda. È caso politico - israele - Gay.it
2 min. di lettura

Un giovane studente dell’Accademia di Tel Aviv ha scelto di dipingere in un suo lavoro Ayelet Shaked, ministra della Giustiza. Una perrsonalità tra l’altro particolarmente discussa per le sue posizioni oltranziste e bene poco moderate.

3326727352

L’opera del giovane studente sta facendo molto parlare di sé perché la politica è stata raffigurata senza veli. La preside dell’Accademia ha prontamente reagito, chiedendo che il volto venisse coperto con una nera. Con la richiesta della dirigente però è scoppiato un vero e proprio caso culturale e politico.

Il dipinto dell’artista ha resistito praticamente un solo giorno sulle pareti della mostra con i lavori degli studenti prima che Yuli Tamir, la direttrice dell’accademia di Belle Arti, ordinasse di censurarlo: il volto di Shaked è stato coperto da una X nera per renderla irriconoscibile.

Molte le reazioni fino a questo punto: Amrani ha accusato la scuola di “fascismo culturale”, il suo professore ha presentato le dimissioni, il quotidiano Haaretz ha scritto in un editoriale. “Chiunque non capisca l’importanza della libertà di espressione artistica per una democrazia” ha scritto Haaretz – “non è degno di guidare un istituto dove i futuri artisti vengono formati”. Fondamentalmente il quotidiano più letto dalla sinistra israeliana ha chiesto le dimissioni della preside.

La preside – che proviene da quella stessa sinistra (è stata ministra della Cultura per i laburisti) e certo non simpatizza per la ministra – ha criticato l’opera perché “sessista e sciovinista”. Della stessa opinione la giornalista Mazal Muallem“il giovane pittore ha ottenuto quello che voleva: pubblicità grazie a un atto di provocazione maschilista”) e la femminista Orit Kamir, intervenuta sempre su Haaretz: “Il giornale ricorda la tradizione dei ritratti nudi, dimentica che nel patriarcato esporre il corpo è un modo di umiliare”.

Personalità tra l’altro particolarmente discussa della ministra, che sta cercando di sconfiggere quelli che considera i “nemici” di Israele, i “traditori”: con una legge approvata pochi giorni fa colpisce le organizzazioni locali per i diritti umani, quei gruppi che lottano per i palestinesi e che la destra al potere vuole assolutamente ostacolare.
Israeli Minister of Justice Ayelet Shaked at the first meeting of the Israeli Judicial Selection Committee at the Ministry of Justice in Jerusalem on August 9, 2015. Photo by Yonatan Sindel/Flash 90
Shaked è vista dall’opposizione come il simbolo dell’ultradestra all’offensiva. Molte donne, anche di sinistra, in ogni caso si sono schierate contro il dipinto del giovane, in difesa del corpo della donne.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24

Hai già letto
queste storie?

BigMama Sanremo 2024 La rabbia non ti basta

BigMama a Sanremo 2024: “Mi gridavano ‘cicciona’, ora guardate quanto sono fi*a”

Musica - Emanuele Corbo 12.1.24
Tel Avviv Pride 2024 cancellato

Tel Aviv cancella la Pride Parade 2024. Motivazioni di lutto o semplicemente politiche?

News - Lorenzo Ottanelli 10.5.24
turchia-libri-censura

Turchia, libri su teorie riparative e correlazione tra omosessualità e pedofilia negli scaffali delle biblioteche pubbliche

News - Francesca Di Feo 5.2.24
Arte e queerness: intervista a Elisabetta Roncati - Sessp 10 - Gay.it

Arte e queerness: intervista a Elisabetta Roncati

Culture - Federico Colombo 29.12.23
Dawah Man Israele Palestina Gayy

‘La Palestina non vincerà per colpa dei gay’, la tesi del predicatore islamico Dawah Man

News - Redazione Milano 25.3.24
Emma Stone in Poor Things (2023)

Emma Stone difende le scene di sesso in Povere Creature

Cinema - Redazione Milano 19.1.24
Fka Twigs per Calvin Klein (2023)

Perché hanno censurato FKA Twigs, tra oggettificazione sessuale e double standard

Corpi - Redazione Milano 12.1.24
Gloria, il mistero del bacio gay censurato (?) nel backstage della fiction Rai con Sabrina Ferilli - VIDEO - Gloria bacio gay censurato - Gay.it

Gloria, il mistero del bacio gay censurato (?) nel backstage della fiction Rai con Sabrina Ferilli – VIDEO

Serie Tv - Federico Boni 14.2.24