Israele: censurato dipinto della ministra nuda. È caso politico

Ritrae nuda la ministra di estrema destra. Anche personalità di sinistra lo criticano per aver prodotto un'opera sessista e patriarcale.

Israele: censurato dipinto della ministra nuda. È caso politico - israele - Gay.it
2 min. di lettura

Un giovane studente dell’Accademia di Tel Aviv ha scelto di dipingere in un suo lavoro Ayelet Shaked, ministra della Giustiza. Una perrsonalità tra l’altro particolarmente discussa per le sue posizioni oltranziste e bene poco moderate.

3326727352

L’opera del giovane studente sta facendo molto parlare di sé perché la politica è stata raffigurata senza veli. La preside dell’Accademia ha prontamente reagito, chiedendo che il volto venisse coperto con una nera. Con la richiesta della dirigente però è scoppiato un vero e proprio caso culturale e politico.

Il dipinto dell’artista ha resistito praticamente un solo giorno sulle pareti della mostra con i lavori degli studenti prima che Yuli Tamir, la direttrice dell’accademia di Belle Arti, ordinasse di censurarlo: il volto di Shaked è stato coperto da una X nera per renderla irriconoscibile.

Molte le reazioni fino a questo punto: Amrani ha accusato la scuola di “fascismo culturale”, il suo professore ha presentato le dimissioni, il quotidiano Haaretz ha scritto in un editoriale. “Chiunque non capisca l’importanza della libertà di espressione artistica per una democrazia” ha scritto Haaretz – “non è degno di guidare un istituto dove i futuri artisti vengono formati”. Fondamentalmente il quotidiano più letto dalla sinistra israeliana ha chiesto le dimissioni della preside.

La preside – che proviene da quella stessa sinistra (è stata ministra della Cultura per i laburisti) e certo non simpatizza per la ministra – ha criticato l’opera perché “sessista e sciovinista”. Della stessa opinione la giornalista Mazal Muallem“il giovane pittore ha ottenuto quello che voleva: pubblicità grazie a un atto di provocazione maschilista”) e la femminista Orit Kamir, intervenuta sempre su Haaretz: “Il giornale ricorda la tradizione dei ritratti nudi, dimentica che nel patriarcato esporre il corpo è un modo di umiliare”.

Personalità tra l’altro particolarmente discussa della ministra, che sta cercando di sconfiggere quelli che considera i “nemici” di Israele, i “traditori”: con una legge approvata pochi giorni fa colpisce le organizzazioni locali per i diritti umani, quei gruppi che lottano per i palestinesi e che la destra al potere vuole assolutamente ostacolare.
Israeli Minister of Justice Ayelet Shaked at the first meeting of the Israeli Judicial Selection Committee at the Ministry of Justice in Jerusalem on August 9, 2015. Photo by Yonatan Sindel/Flash 90
Shaked è vista dall’opposizione come il simbolo dell’ultradestra all’offensiva. Molte donne, anche di sinistra, in ogni caso si sono schierate contro il dipinto del giovane, in difesa del corpo della donne.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24

Leggere fa bene

questo libro non parla di sesso

La pericolosa censura italiana al libro che spiega la sessualità agli adolescenti

Culture - Federico Colombo 16.10.23
Guglielmo Giannotta Eugenia Roccella corpo delle donne patriarcato identità di genere stereotipi di genere studi di genere

L’ignoranza di Roccella, il corpo delle donne come causa delle violenze: la risposta di Guglielmo Giannotta

News - Redazione Milano 27.11.23
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Sagi Golan e Omer Ohana gayit omosessuali vedovi di guerra

In Israele ora anche gay e lesbiche sono vedovə di guerra, la storia di Sagi e Omer – VIDEO

News - Redazione Milano 13.11.23
donna tramonto foto su licenza di Sasha Freemind per Unsplash

“L’ho abbandonato per salvarmi, e lui si è tolto la vita: intorno a me omertà”

News - Giuliano Federico 23.11.23
And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi? - and just like that - Gay.it

And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi?

Serie Tv - Redazione 19.1.24
Gino Paoli, Elodie

Gino Paoli critica chi mostra il culo, Elodie risponde: “Fanno capolavori, ma nella vita sono delle merde”

Culture - Redazione Milano 15.12.23
michela marzano intervista video

Dire “io ho subito” significa affermare la propria soggettività: intervista a Michela Marzano – VIDEO

Culture - Federico Colombo 23.10.23