Libano, partito cristiano chiede la depenalizzazione dell’omosessualità

È la prima volta che una formazione politica libanese affronta pubblicamente la questione dei diritti LGBT.

libano gay
< 1 min. di lettura

Dopo il Pride lo scorso anno, primo stato a maggioranza arabo a farlo, il Libano potrebbe fare un altro passo verso l’uguaglianza delle persone LGBT.

A proporre lo storico stralcio dell’omosessualità dal codice penale è stato il Kataeb, partito cristiano di centrodestra, più volte nella maggioranza di governo del Libano. Nel Paese dei Cedri infatti convivono, con alti e bassi, islamici sunniti, cristiani maroniti e musulmani sciiti e la confessione religiosa costituisce un elemento distintivo delle diverse fazioni politiche.

La depenalizzazione dell’omosessualità è uno dei punti centrali del programma elettorale del Kataeb, che corre alle elezioni parlamentari del sei maggio prossimo. “È un grande passo avanti – ha dichiarato a GSN Georges Azzi, direttore esecutivo della Fondazione Araba per la Libertà e l’Uguaglianza – da tempo stiamo facendo pressioni sui partiti politici perché sostengano pubblicamente la comunità LGBT”.

Sebbene in Libano l’omosessualità sia ancora punita sulla base dell’articolo 534 del Codice Penale, che prevede fino a un anno di detenzione, da diverso tempo questo dispositivo è stato utilizzato molto di rado. Al contrario, sono ancora diffuse le vessazioni che la polizia riserva alla comunità LGBT.

Questo clima di tacita tolleranza, in cui si è svolto l’anno scorso il Beirut Pride, è stato favorito anche dalla sentenza emessa all’inizio dello scorso anno dal giudice Rabih Maalouf, che aveva dichiarato “l’omosessualità non punibile in quanto scelta personale”. Resta tuttavia una diffusa opposizione nella società libanese, che nel 2015 secondo un sondaggio IPSOS, la considera innaturale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

elia bonci papa francesco

Elia Bonci attivista transgender attacca Papa Francesco: “con le tue parole mi ci pulisco il c…”

News - Redazione Milano 9.11.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco apre alla benedizione per le coppie gay

News - Redazione 4.10.23
Tra i rave e Dio: 5 saggi LGBT+ - Matteo B Bianchi 11 - Gay.it

Tra i rave e Dio: 5 saggi LGBT+

Culture - Federico Colombo 16.9.23
libano-diritti-lgbtqia

Libano: il deterioramento dei diritti LGBQIA+ come specchio di una crisi multidimensionale

News - Francesca Di Feo 14.9.23
Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO - Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans - Gay.it

Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO

News - Redazione 21.11.23
coldplay indonesia musulmani

Coldplay, contestazione di 300 musulmani fondamentalisti al concerto: “Sostengono la causa LGBTQIA+”

News - Redazione Milano 16.11.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco: “Sì al battesimo per i figli di coppie gay e lesbiche. Le persone trans possono essere madrine, padrini e testimoni di nozze”

News - Redazione 8.11.23
Sinodo, la Chiesa Cattolica glissa ancora una volta la questione LGBTQIA+ - sinodo comunita lgbtqia - Gay.it

Sinodo, la Chiesa Cattolica glissa ancora una volta la questione LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 2.11.23