L’Italia non firma la dichiarazione dell’UE a favore dei diritti LGBTI+ perché somiglia al Ddl Zan e include l’identità di genere

Il nostro paese come Ungheria, Romania, Bulgaria, Croazia, Lituania, Lettonia, Repubblica Ceca e Slovacchia.

ascolta:
0:00
-
0:00
Unione Europea LGBT Italia
Unione Europea LGBT Italia
2 min. di lettura

La dichiarazione per promuovere le politiche europee a favore delle comunità LGBTIQ+ presentata dalla presidenza belga ai Paesi membri dell’UE non è stata firmata dall’Italia e da altri otto Stati. I paesi firmatari sono stati 18, i non firmatari 9.

I Paesi che non hanno firmato la dichiarazione sono Italia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Croazia, Lituania, Lettonia, Repubblica Ceca e Slovacchia.

La dichiarazione era stata preparata in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia, la Transfobia e la Bifobia. L’Italia, il 7 maggio scorso, aveva aderito alla dichiarazione contro l’Omofobia, Transfobia e Bifobia del Servizio di Azione Esterna dell’UE e dei 27 Stati membri. Come mai questa dichiarazione non è stata firmata?

Motivi del rifiuto italiano

L’Italia non ha aderito alla dichiarazione perché, secondo fonti del Ministero della Famiglia (Roccella) riportate dall’Ansa, “era in realtà sbilanciata sull’identità di genere, quindi fondamentalmente il contenuto del ddl Zan“. Le fonti spiegano che la decisione è stata presa giorni fa, sottolineando che, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia, sono stati prodotti diversi documenti. Dalla decisione di Meloni e Roccella, si è smarcata Forza Italia. Tajani ha dichiarato “La lotta contro ogni forma di discriminazione sia parte integrante dell’impegno dell’Italia per la protezione e la promozione dei diritti umani“. Dura Elly Schlein che parla di rabbia e vergogna e assicura che il Partito Democratico si batterà per una legge contro l’OmoBiTransfobia che non di discosti dal Ddl Zan. Ma secondo la destra italiana la sinistra sbandiera l’omofobia per sdoganare l’identità di genere.

Le richieste della dichiarazione

Secondo il testo della dichiarazione proposta dalla presidenza del Belgio, gli Stati firmatari

si impegnano in particolare ad attuare strategie nazionali per le persone LGBTIQ+ e a sostenere la nomina di un nuovo Commissario per l’uguaglianza quando sarà formata la prossima Commissione. Chiedono inoltre alla Commissione di perseguire e attuare una nuova strategia per migliorare i diritti delle persone Lgbtiq+ durante la prossima legislatura, stanziando risorse sufficienti e collaborando con la società civile“.

Durante la riunione in cui è stata presentata la dichiarazione, la segretaria di Stato per l’Eguaglianza di genere belga, Marie-Colline Leroy, ha sottolineato che “la Presidenza belga del Consiglio dell’UE ha deciso di porre la questione dei diritti delle persone LGBTIQ+ al centro dell’agenda europea, riunendo a Bruxelles i ministri degli Stati membri dell’UE responsabili dell’uguaglianza, il Commissario europeo per l’uguaglianza e la società civile“.

I firmatari

I Paesi firmatari della dichiarazione sono: Belgio, Polonia, Danimarca, Cipro, Irlanda, Grecia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Malta, Estonia, Austria, Finlandia, Germania, Portogallo, Slovenia, Francia, Svezia, Spagna.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Trending

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24

Leggere fa bene

Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24
Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell'Avvenire contrario al matrimonio egualitario? - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell’Avvenire contrario al matrimonio egualitario?

News - Federico Boni 28.3.24
Alessandro Zan PD Elezioni Europee

Europee 2024, intervista ad Alessandro Zan: “Faremo l’Europa più politica, Meloni come Orban, Vannacci come il Ku Klux Klan”

News - Federico Boni 15.5.24
georgia-legge-agenti-stranieri (2)

La Georgia come l’Ucraina? I georgiani vogliono l’Unione Europea: cosa sta succedendo

News - Francesca Di Feo 21.5.24
TikTok Commissione Europea indagine

TikTok ci riduce a conigli intrappolati nella tana, manipola la salute mentale di minori e giovani, e crea dipendenza: l’Unione Europea apre indagine

Culture - Mandalina Di Biase 21.2.24
idahot-forum-diritti-lgbtqia

L’Unione Europea è dalla nostra parte, ecco l’IDAHOT+ forum per il 17 Maggio

News - Francesca Di Feo 13.5.24
Giornata omobitransfobia Girogia Meloni

Giornata contro l’omobitransfobia, le parole di Meloni e il post propaganda di Atreju

News - Giuliano Federico 17.5.24
Marilena Grassadonia Intervista Elezioni Europee 2024 Verdi e Sinistra Italiana

Europee 2024, intervista a Marilena Grassadonia: “Pace, ambiente, battaglie transfemministe e del movimento LGBTQIA+”

News - Federico Boni 16.5.24