La cerimonia da sogno di Danilo e Paolo: la loro bellissima storia celebrata in un video

Un amore suggellato da una sessione di yoga. Corpi che si sfiorano e non si toccano, legati da un’armonia profonda. Come la loro storia a distanza, durata 9 anni.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Danilo e Paolo vivono in Germania da 4 anni: hanno deciso, dopo essersi sposati qui, di celebrare il loro amore a Noli, Savona, insieme alle loro famiglie. “Ci siamo sposati ad Heidelberg in Germania, dove viviamo da 4 anni, e poi abbiamo fatto una cerimonia spirituale condotta da mia sorella Stefania (insegnante di Yoga e nostra guida) il 25 giugno“, ci ha raccontato Danilo.

Tutto era perfetto. Emozionati ed elegantissimi, dispensavano sorrisi ed armonia. Armonia che ha accompagnato tutta la loro storia: la loro unione infatti è stata suggellata da una sessione di yoga in cui i corpi disegnavano traiettorie lente, vicini al punto tale di sfiorarsi ma senza toccarsi. Del resto, a Paolo e Danilo non è mancato l’allenamento: prima del loro “sì” hanno dovuto affrontare una lunga relazione a distanza. “Ci siamo conosciuti il il 7 luglio del 2007 a Torino in un locale ai Murazzi. Da li è stato subito amore… io avevo 22 anni, Paolo 19. Poi per 5 anni abbiamo dovuto affrontare la fatica di una relazione a distanza. Paolo studiava danza ad Amsterdam e io fotografia a Milano. Paolo nel 2012 si trasferisce ad Heidelberg dove entra in una compagnia di danza, mentre io lo raggiungo nel 2014 dopo aver trovato lavoro. Finalmente dopo tanti anni possono vivere insieme! Dal 2014 abbiamo iniziato a pensare di sposarci, ma in Italia sembrava essere tutto fermo con la legge sulle unioni civili: sposarsi nel nostro paese sembra impossibile. Aspettiamo quindi fino al 2016, quando sembra finalmente muoversi qualcosa… ma ancora attese, ancora un tira e molla! Con molta rabbia alla fine decidiamo di sposarci in Germania, dove siamo sempre stati accolti e integrati, oltre che ovviamente ‘accettati’. In Italia quindi abbiamo fatto una grande festa e abbiamo poi regolarizzato il tutto trascrivendo il matrimonio dopo l’approvazione dei decreti attuativi“, ci racconta Danilo.  

Omofobia

“Omofobo e razzista”, il figlio 15enne di Selvaggia Lucarelli contesta Salvini (e viene identificato dalla Polizia) – VIDEO

"Fermare un ragazzino di 15 anni per chiedergli i documenti dopo che civilmente aveva espresso le sue idee è un pessimo segnale", ha rimarcato Selvaggia Lucarelli.

di Federico Boni