Milano Pride, Caterina Balivo NON sarà la madrina: l’annuncio ufficiale

"La “madrina” di un Pride deve essere un fattore unificante", sottolineano gli organizzatori, che fanno mea culpa e salutano Caterina Balivo, travolta dalle polemiche per alcune infelici uscite omofobe del passato.

Milano Pride, Caterina Balivo NON sarà la madrina: l'annuncio ufficiale - Milano Pride Caterina Balivo - Gay.it
2 min. di lettura

Il colpo di scena improvviso. Dopo 48 ore di furenti polemiche, e poche ore dopo aver difeso la decisione presa, gli organizzatori del Milano Pride hanno annunciato che Caterina Balivo non sarà la madrina dell’evento, che si terrà sabato 29 giugno.

Un passo indietro a sorpresa, va detto, ma dinanzi all’ondata di indignazione social che ha travolto la conduttrice Rai, causa infelici uscite trans-omofobe del passato, tanto gli organizzatori quanto la diretta interessata si sono quasi ritrovati costretti ad intraprendere una rapida retromarcia.

Rimaniamo convinti che sia importante coinvolgere personalità del mondo dello spettacolo sul palco del Pride per consentire alle nostre istanze e rivendicazioni di raggiungere quel pezzo di paese che ai Pride non ci viene e magari ha un atteggiamento ostile o indifferente rispetto alle “nostre” tematiche“, hanno ribadito gli organizzatori, per poi lasciar spazio all’annuncio.

Tuttavia riteniamo che sia ancora più importante fare in modo che si arrivi al Pride unit*. La “madrina” di un Pride deve essere un fattore unificante. È chiaro che la nostra scelta – di cui ci assumiamo la responsabilità – ha suscitato molte perplessità e polemiche. E poiché il Pride deve essere un momento di unità e uno spazio in cui tutti e tutte con le proprie differenze possano riconoscersi, abbiamo preso la decisione in accordo con Caterina Balivo di fare un passo indietro. Ringraziamo Caterina Balivo per la disponibilità e la sensibilità dimostrate in questa circostanza. Ora pensiamo tutt* insieme alla settimana del Pride che ci aspetta. Buon Pride!

Il nome di un’eventuale sostituta non è stato fatto, mentre Beppe Sala, sindaco della città, ha voluto lanciare la Pride Week in partenza domani con una foto presto diventata virale. In poltrona, a gambe incrociate, e con i calzini rainbow: “Per una Milano dei diritti. E dei doveri”.

Milano Pride, Caterina Balivo NON sarà la madrina: l'annuncio ufficiale - Beppe Sala - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 20.6.19 - 16:51

Mi rendo conto che organizzare una manifestazione come il Milano Pride faccia rischiare l'esaurimento nervoso ; ma non facciamo un favore ai baciapile con atteggiamenti che rasentano l'isteria. Un'organizzazione , poi , potrà piacere o meno , riuscire o no : ma a stabilire le cose da fare ( o da non fare ) devono essere pochi : tre sono già troppi . Poi , come in tutte le vere democrazie , se le cose non sono andate per come previsto , ci si dimissiona ( non ci si sospende.....).

Trending

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Angelina Mango Milano Pride 2023

“Chi ama è luminoso”, cosa disse Angelina Mango al Milano Pride 2023

Musica - Redazione Milano 12.2.24
Ambrogino d'Oro 2023 a Pucci, autore di battute omofobe su Zorzi e insulti a Schlein. Albiani: "È una porcata" - andrea pucci - Gay.it

Ambrogino d’Oro 2023 a Pucci, autore di battute omofobe su Zorzi e insulti a Schlein. Albiani: “È una porcata”

News - Federico Boni 16.11.23
milano pride 2024, il 29 giugno

Milano Pride 2024: il 29 giugno

News - Redazione 18.12.23