Napoli gay-friendly: stanziati 100.000 euro per progetti di inclusione LGBT+

Il progetto mira in particolar modo a combattere le discriminazioni nell'ambito lavorativo.

napoli
2 min. di lettura

E’ di pochi giorni fa l’approvazione del bando da parte della città metropolitana di Napoli, che stanzierà 100.000 euro per progetti volti all’inclusione delle persone LGBT+. Soprattutto per quanto riguardo il mondo del lavoro. L’intento di questo bando è quello di combattere ancora più attivamente le discriminazioni che la comunità LGBT+ deve affrontare quotidianamente. Un progetto presentato già lo scorso 21 giugno, durante il forum “Problematiche LGBIT e Lavoro”  che si è svolto presso la Sala Cirillo di Palazzo Matteotti.

Tutti i Comuni della città metropolitana di Napoli sono chiamati a partecipare, ottenendo un finanziamento per realizzare delle campagne di informazione e consolidare il lavoro delle rete RE.A.DY. nel territorio napoletano. La Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni (in breve appunto RE.A.DY.) mira a sviluppare delle politiche e delle campagne di inclusione sociale per le persone LGBT+ a livello nazionale. Partita da Torino e Roma nel 2006, nel corso degli anni ha visto l’adesione di moltissimi Comuni in tutta Italia. Un’adesione, però, che nell’ultimo anno ha perso molte amministrazione, dopo l’insediamento di una giunta di destra (in particolare leghista).

La battaglia contro le discriminazioni nel bando di Napoli

Un chiaro e importante segnale quello che il la città metropolitana di Napoli vuole lanciare con questo bando: promuovere l’inclusione e la lotta alle discriminazioni. Un bando fortemente apprezzato anche dal sindaco della città partenopea, Luigi De Magistris, il quale ha affermato:

La Città Metropolitana di Napoli si dimostra ancora una volta sensibile alle istanze provenienti dal territorio, questa volta in relazione a tematiche di particolare sensibilità e rilevanza sociale come la battaglia contro ogni discriminazione, anche quella relativa all’orientamento sessuale o di genere. Un’ulteriore azione a supporto dei Comuni nella realizzazione di attività per la tutela della dignità di tutti i cittadini.

Di fronte a una politica che attacca la comunità LGBT+ e con l’aumentare delle aggressioni e delle discriminazioni a sfondo omofobo, è fondamentale che le istituzioni locali si attivino per tutelare per quanto possibile le minoranze, puntando in particolare modo sulla formazione e sull’informazione, un buon modo per “istruire” la società.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ariete sorprende i fan

Ariete offre la colazione ai fan che la aspettano da 24 ore: “Per voi ci sarò sempre”

Musica - Emanuele Corbo 20.6.24
Antoine Dupont, il capitano francese di rugby "pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi - Antoine Dupont - Gay.it

Antoine Dupont, il capitano francese di rugby “pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi

Corpi - Redazione 20.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: "I ricchi*ni nel forno crematorio" - Carmine Alfano - Gay.it

Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: “I ricchi*ni nel forno crematorio”

News - Redazione 18.6.24
11 sportivi lgbt

Sport e comunità LGBTIQ+: 14 storie che devi conoscere

News - Gio Arcuri 18.6.24
Calciatori Gay Italia Nazionale Europei 2024

“Uno o due calciatori gay nella Nazionale italiana agli Europei di Germania 2024”

Lifestyle - Redazione Milano 18.6.24

Hai già letto
queste storie?

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Napoli, il sindaco Manfredi incontra le due donne trans vittime del branco. Il comune si costituirà parte civile nell’eventuale processo - Sindaco di Napoli incontra le due turiste trans vittime di violenza - Gay.it

Napoli, il sindaco Manfredi incontra le due donne trans vittime del branco. Il comune si costituirà parte civile nell’eventuale processo

News - Redazione 17.1.24
Malika Ayane madrina del Napoli Pride 2024: "Profondamente orgogliosa" - Malika Ayane - Gay.it

Malika Ayane madrina del Napoli Pride 2024: “Profondamente orgogliosa”

News - Redazione 23.4.24
Napoli Pride 2024 il 29 giugno - Napoli Pride - Gay.it

Napoli Pride 2024 il 29 giugno

News - Redazione 21.12.23
Massimiliano Di Caprio - titolare della Pizzeria Dal Presidente di Napoli, arrestato in un'inchiesta per camorra condotta dalla Dda sul clan Contini

Pubblicò violente parole contro gay e lesbiche nel 2022, Massimiliano Di Caprio arrestato in un’indagine per camorra

News - Redazione Milano 15.5.24
napoli-arcigay-im-queer-any-problem

Napoli, scontro interno tra associazioni LGBTIAQ+, Arcigay accusa il collettivo I’m Queer Any Problem?

News - Francesca Di Feo 1.2.24
Napoli, derubata e stuprata ragazza trans: "Ho paura, temo ripercussioni" - stupro - Gay.it

Napoli, derubata e stuprata ragazza trans: “Ho paura, temo ripercussioni”

News - Redazione 15.1.24
Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli - Salvatore Sparavigna - Gay.it

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli

News - Redazione 29.3.24