Le persone non-binarie potranno partecipare alle maratone di Boston e Londra: “Abbiamo ascoltato le voci della comunità LGBTQIA+”

Un svolta epocale nel mondo dello sport: verso l'integrazione delle persone non-binarie

ascolta:
0:00
-
0:00
persone-non-binarie-maratona-boston-londra
3 min. di lettura

Ottime notizie per lǝ atletǝ non binariǝ: gli organizzatori delle maratone di Boston e Londra hanno ufficialmente stabilito la presenza di una categoria a sé che permetterà alle persone di gareggiare senza doversi per forza identificare nel genere maschile o femminile.

La “Boston Athletic Association (BAA)” ha dato l’annuncio negli scorsi giorni: al momento dell’iscrizione, l’atleta avrà la possibilità di selezionare l’opzione “non-binaria” e gareggiare senza il peso di una categorizzazione obbligatoria.

Siamo arrivati a questa decisione ascoltando le voci della comunità LGBTQIA+, e vogliamo che la nostra manifestazione sia veicolo per promuobere inclusione e integrazione” ha dichiarato in un comunicato stampa la BAA.

Al coro si è unito il anche il direttore della London Maratgon, Hugh Brasher, che ha definito la decisione d’includere la categoria non-binaria come un significativo passo avanti per l’inclusione e la promozione della diversità.

Un cambiamento epocale come questo mostra il nostro impegno a rendere la London Marathon davvero di tutti” ha dichiarato Brasher. Tuttavia, qui, a categoria sarà applicabile solo per la corsa non competitiva, e non per l’evento agonistico.

Per quanto riguarda la Boston Marathon, i tempi di percorrenza del percorso e i limiti per qualificarsi sono decisamente stringenti. Per aggirare l’ostacolo rappresentato dalla mancanza di dati fattuali sui tempi medi delle persone non-binarie, lo standard sarà quello per la categoria femminile.

Man mano, durante lo svolgimento degli eventi, potremo stabilire dei tempi più precisi a seconda dei dati che raccoglieremo” cita il comunicato stampa di BAA. Tuttavia, non è chiaro se esistano particolari politiche simili per lǝ atletǝ transgender.

Le maratone di Londra e Boston hanno fatto da apripista per altre 200 gare sportive negli Stati Uniti, che sulla falsariga hanno aggiunto una categoria particolare per le persone non-binarie, tra cui anch la Brooklyn Marathon e la Half Marathon, che quest’anno hanno ospitato più di 80 atletǝ non binariǝ durnte da gara di Aprile, secondo il sito web.

L’attivista e atleta Jake Fedorowski ha anche creato una guida esplicativa che delinea i principi fondamentali per l’inclusione delle persone non binarie in campo sportivo. Il documento è stato sponsorizzato e promosso dalla Road Runners Club of America and Seattle Frontrunners, ed è disponibile per il download gratuito a questo link.

Le edizioni 2023 delle maratone di Londra e Boston si svolgeranno rispettivamente il 17 e il 24 aprile, e proprio il prossimo anno cadrà la ricorrenza degli attentati alla maratona di Boston del 2013.

La controversia dellǝ atletǝ transgender e non-binarie

Con la graduale normalizzazione delle identità di genere diverse da quella cisgender, l’inclusione e l’integrazione delle persone trangender e non binarie è stato un percorso irto di ostacoli e per niente facile. In generale, i corpi delle minoranze sessuali sono da sempre oggetto di supposizioni e speculazioni che spesso non hanno alcun fondamento.

Si pensi solo a Caster Semenya, atleta olimpica messa sotto stretta sorveglianza dal comitato organizzatore dopo la sua schiacciante vittoria nella 800 metri al campionato mondiale di Berlino nel 2009. L’accusa, quella di aver assunto testosterone.

In realtà, Semenya soffre semplicemente d’iperandroginismo, una rara malattia genetica che le fa produrre livelli di testosterone più alti rispetto alla “media femminile” – a detta del comitato olimpico. Semenya è diventata il simbolo della lotta alla normalizzazione della diversità nel mondo dello sport.

La strada è ancora lunga, e siamo ben lontani dall’ideale d’inclusione sperato nel mondo dello sport, da sempre un ambiente rigido e – a tratti – tossico sotto diversi punti di vista. Tuttavia, decisioni come quelle prese dai comitati organizzatori delle maratone di Londa e Boston raccontano di una lotta in lento ma costante movimento, che un domani potrebbe rendere lo sport davvero di tutti – e per tutti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24

Continua a leggere

"Orlando, my biographie politique", il manifesto trans di Paul B. Preciado arriva nei cinema d'Italia - Orlando my biographie politique 2 - Gay.it

“Orlando, my biographie politique”, il manifesto trans di Paul B. Preciado arriva nei cinema d’Italia

Cinema - Redazione 15.3.24
Teansgender Carcere Europa

Nelle carceri europee le persone transgender subiscono intimidazioni e violenze

News - Redazione Milano 26.4.24
Foto: NPR (Keeley Parenteau)

Maratoneta non binary vince la maratona di New York (ma non riceve il premio)

Corpi - Redazione Milano 23.1.24
Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico - Lia Thomas - Gay.it

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico

Corpi - Federico Boni 26.1.24
I repubblicani d'America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica - Laurel Hubbard 1 - Gay.it

I repubblicani d’America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica

News - Federico Boni 7.2.24
Nemo

Nemo, chi è l’artista non binario che rappresenta la Svizzera all’Eurovision 2024?

Culture - Luca Diana 9.5.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24