Peter Gulacsi, il calciatore ungherese linciato dai giornali dopo l’appoggio alla comunità LGBT

Da eroe nazionale, Peter Gulacsi è diventato un personaggio scomodo per la propaganda conservatrice.

peter gulacsi
Peter Gulacsi appoggia la comunità LGBT.
2 min. di lettura

Péter Gulácsi, 30 anni, 190 cm per 86 chili, portiere della nazionale ungherese e del Lipsia, è diventato il primo calciatore ungherese a essere andato “contro” il premier Viktor Orban. È stato il primo a criticare la nuova legge che limita ancora di più i pochi diritti della comunità LGBT in Ungheria, secondo la quale le coppie gay non potranno mai adottare un bambino.

Peter Gulacsi ha detto:

Una famiglia è una famiglia, non dipende dal sesso, dal colore della pelle o dalla religione.

E per sottolineare la sua posizione, ha disegnato nei guanti che usa per parare delle figure che rievocano la famiglia. È lo stesso simbolo che usa la comunità LGBT ungherese, quando protesta contro il governo ultra conservatore di Orban.

Con una semplice foto, di lui e di sua moglie, condivisa tramite Instagram, il portiere della nazionale ungherese ha dato il proprio supporto alla nostra comunità, spronando anche altri sportivi a fare lo stesso, che fino ad allora era rimasti in silenzio a osservare come un politico distruggeva una parte della sua popolazione.

La reazione dell’Ungheria all’uscita di Peter Gulacsi

Gulacsi, che dal 2007 non vive più in Ungheria per il suo lavoro (prima l’esperienza a Liverpool in Inghilterra, poi il passaggio a Salisburgo e infine in Germania per il Lipsia) è sempre stato osannato dai giornali sportivi ungheresi. Un eroe nazionale che, dopo il suo appoggio pubblico alla causa LGBT, è diventato un personaggio scomodo, da dimenticare. E così i giornali filogovernativi:

Insulta la nostra identità cristiana, non merita la maglia dell’Ungheria. 

Altri, invece, hanno semplicemente censurato la notizia.

Una piccola crepa nell’Ungheria conservatrice

Il gesto di Peter Gulacsi è stato imitato anche da una calciatrice, Zsanett Jakabfi, centrocampista del Wolfsburg e della nazionale ungherese, che ha pubblicato una foto sui social co la stessa immagine del calciatore coetaneo.

Il calcio, come riporta La Stampa, è uno degli “strumenti” che utilizza lo Stato per far propaganda, per diffondere i propri ideali. È una tattica utilizzata da molti sport, non solo dal calcio. Ma se gli sportivi più conosciuti e acclamati prendessero una posizione diversa da quella del governo, ecco che la propaganda si trasformerebbe in un’arma a doppio taglio. Come fatto da Peter Gulacsi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Hai già letto
queste storie?

Lesbiche di tutta Europa

Lesbiche di tutta Europa sabato a Roma per protestare contro il Governo Meloni: “Anche noi siamo madri”

News - Redazione 25.4.24
Grecia, l'accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO) - Kyriakos Mitsotakis - Gay.it

Grecia, l’accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO)

News - Federico Boni 16.2.24
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
Roccella e Meloni: "Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana" - Giorgia Meloni e Eugenia Roccella - Gay.it

Roccella e Meloni: “Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana”

News - Redazione 20.5.24
Riccardo Saccotelli, sopravvissuto a Nassiriya: "Io carabiniere gay ho difeso la Patria come Vannacci" - Riccardo Saccotelli carabiniere sopravvissuto alla strage di Nassiriya replica a Vannacci - Gay.it

Riccardo Saccotelli, sopravvissuto a Nassiriya: “Io carabiniere gay ho difeso la Patria come Vannacci”

News - Redazione 9.5.24
cover-meloni-africa

Vertice Italia-Africa e Piano Mattei: il Governo Meloni stringe accordi con 23 paesi che criminalizzano l’omosessualità

News - Francesca Di Feo 29.1.24
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
Thailandia, parlamento approva quasi all'unanimità 4 progetti di legge sul matrimonio egualitario - Thailandia parlamento 3 - Gay.it

Thailandia, parlamento approva quasi all’unanimità 4 progetti di legge sul matrimonio egualitario

News - Redazione 22.12.23