Potenza, il parroco: “Chi è dell’Arcigay non può fare da madrina alla cresima”

La vittima, Antonella Giosa, è la vice-presidente di Arcigay Basilicata: "I ragazzini avranno preso per vero quanto sentito".

Potenza, il parroco: "Chi è dell'Arcigay non può fare da madrina alla cresima" - potenza 3 - Gay.it
2 min. di lettura

“Chi aderisce all’Arcigay non può fare da madrina o padrino ai sacramenti”: l’uscita del parroco Pompeo Monaco di Savoia di Lucania (provincia di Potenza) è destinata a far discutere.

Potenza, il parroco: "Chi è dell'Arcigay non può fare da madrina alla cresima" - potenza 1 - Gay.it

Il commento è stato fatto durante un incontro in chiesa, nella giornata di sabato, in presenza di alcuni ragazzi prossimi a ricevere la cresima, dei loro genitori e della persona a cui il parroco faceva implicitamente riferimento: Antonella Giosa, vice presidente dell’associazione Arcigay Basilicata. Che non avrebbe diritto, dunque, a fare la madrina perché membro di un’organizzazione che tutela i diritti della comunità LGBT.

 

La vice presidente Antonella Giosa interviene al TGnorba su quanto accaduto a Savoia Di Lucania. Il parrocco durante l’incontro con ragazzi e famiglie afferma che non possono fare i padrini o le madrine coloro che sono tesserati all’Arcigay Basilicata.

Pubblicato da ArciGay Basilicata su Lunedì 16 ottobre 2017

 

La stessa Giosa ha ammesso di aver riflettuto a lungo sul denunciare o meno l’episodio, poi ha scelto di parlare e di prendere una posizione netta. “Voglio tutelare ragazzi e ragazze adolescenti che hanno preso per giuste e vere simili sciocchezze che il parroco ha fatto apparire come normali regole della Chiesa. Nei nostri piccoli paesi la voce del parroco è il verbo e credo che nessun genitore si sia premurato di spiegare ai figli che una tale affermazione semina solo odio”.

Potenza, il parroco: "Chi è dell'Arcigay non può fare da madrina alla cresima" - potenza 2 - Gay.it

A distanza di giorni il parroco non ha ritrattato le sue dichiarazioni.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giovanni Di Colere 18.10.17 - 6:19

Prima tutti i progressisti nella Chiesa a chiedere che il sacerdote non dovesse rispondere alla gerarchia e a spingere per le chiese locali. Ora che il Papa è dalla loro gli fa comodo che lui e magari il Vescovo dall'alto del potere medioevale gerarchico caccino il parroco tradizionalista. Una cosa è sicura a noi non credenti: i cattolici dovrebbero mettersi d'accordo tra di loro e poi dirci in cosa dobbiamo credere e qual è la verità.

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
L'Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona? - unione europea gay it 03 - Gay.it

L’Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona?

News - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24

Hai già letto
queste storie?