Povia – Benigni: 1-1?

Mentre tutti aspettavamo con curiosità di ascoltare la canzonetta di Povia è arrivata, inaspettatamente, la difesa di Benigni. Grazie a lui ma non scordiamoci che il merito è anche del presentatore.

Povia - Benigni: 1-1? - 01grillini - Gay.it
2 min. di lettura

Confinato oltre la mezzanotte, quando i bimbi sono a letto e chi lavora pure, Povia alla fine ha cantato (e sarebbe stato meglio che non ci fosse null’altro più, mi dicono alcuni).

La canzone, lo ammetto, non è brutta. Il testo è osceno, insulso, banale, inutile, fuorviante, diseducativo, ma la melodia c’è. Melodia alla Sanremo, sia chiaro: del resto, sono solo canzonette.

Canzonette o non canzonette, non ci rimane che sperare che Povia sia eliminato, fosse solo per il fatto che lui ha utilizzato le nostre vite ed i nostri sentimenti, per farsi pubblicità.

Non è un caso però che Paolo Bonolis abbia deciso di confinare a fine serata Povia e la sua colossale operazione di marketing musicale, nella quale, chi più chi meno, siamo tutti un po’ caduti. Come non è un caso che al centro della serata ci sia stato il grande Roberto Benigni e le sue straordinarie parole.

“Con Benigni siamo uno a uno”, mi ha scritto per sms un amico, al termine dell’intervento del comico toscano. In realtà non è così. Benigni, senza neppure citarlo, ha sotterrato Povia, lo ha ridotto a cenere, ha portato la palla al centro del campo ed ha fatto uno, due, cinque, dieci goal. Sia per la sua collocazione a metà serata, in periodo di massimo ascolto – e ci credo, con tutto quello che è costato alla RAI averlo! -, sia per le sue straordinarie capacità di tenere incollati i telespettatori, sia per la sua verve, la sua simpatia, la sua semplicità, la sua eccezionale abilità di saper mixare comicità e riflessione, riso e pianto, come abbiamo visto in La Vita è Bella.

Insomma. Dopo la prima serata di Sanremo, non me la sento di dire che Bonolis abbia toppato. Da laico quale è sempre stato (non dimenticherò mai il suo intervento a Markette a difesa dei professori della Sapienza che rifiutavano la lectio magistralis di Papa Ratzinger), Bonolis non ci ha deluso, anzi, ci ha regalato uno spot ben più importante di tanti sudatissimi gay pride.

Vediamo stasera cosa succederà.

Alessio De Giorgi
Direttore di Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
La Lega presenta una proposta di legge per "vietare l'insegnamento delle teorie gender nelle scuole" - Laura Ravetto - Gay.it

La Lega presenta una proposta di legge per “vietare l’insegnamento delle teorie gender nelle scuole”

News - Redazione 24.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24

Hai già letto
queste storie?