Simone Pillon si fa i complimenti da solo su FB e poi rilancia: “difendere i nostri nostri figli dall’indottrinamento GENDER”

Il senatore leghista commenta un suo stesso post Facebook facendosi i complimenti. Gaffe virale e rilancio dopo la condanna di ieri.

Simone Pillon si fa i complimenti da solo su FB e poi rilancia: "difendere i nostri nostri figli dall'indottrinamento GENDER" - Simone Pillon si fa i complimenti da solo su FB e poi rilancia - Gay.it
2 min. di lettura

E’ diventato virale il commento di Simone Pillon a Simone Pillon, su Facebook, nel post che ieri commentava la condanna per diffamazione ad un’associazione LGBT. Il senatore leghista, che non si è probabilmente reso conto di non aver cambiato il proprio profilo, ha infatti lasciato un commento sotto la sua stessa dichiarazione, ‘Forza Simo’. Una gaffe che non è passata inosservata, tanto da diventare facile calamita per centinaia di sfottò.

A quel punto Pillon, resosi conto della figuraccia, ha bissato con un altro secondo commento: “FORZA SIMO! E questa volta, car* amic*, non l’hanno scritto i ragazzi dello staff dimenticando di cambiare account, e nemmeno una delle mie 76 diverse identità di genere, me lo sono proprio scritto da solo: volevate l’autodeterminazione no!? Ora torno a difendere la libertà educativa di mamma e papà. Sciocchezze come genitore 1 e 2, bestialità disumane come l’utero in affitto, le lascio volentieri a voi, amici del progresso. Un saluto dal vostro Senatore medievale preferito“.

Simone Pillon si fa i complimenti da solo su FB e poi rilancia: "difendere i nostri nostri figli dall'indottrinamento GENDER" - Schermata 2019 04 12 alle 09.57.57 - Gay.it

Tecniche di autoironia, quelle di Pillon, questa mattina tornato all’attacco dopo la sentenza di ieri: “Continueremo a difendere la libertà educativa delle famiglie e la libertà dei nostri figli di non subire l’indottrinamento GENDER, costi quel che costi. Come dice l’amico Massimo Gandolfini, chiameremo sempre i fatti con il loro vero nome, senza mai piegarci alla dittatura del politcamente corretto”.

Gandolfini, padre del Family Day, ha infatti espresso ‘sconcerto e incredulità’ per la sentenza di Perugia: “Da molti anni Pillon è oggetto di attacchi denigratori con lo scopo di indebolire una voce pubblica che ha sempre avuto il coraggio di chiamare i fatti con il loro vero nome, senza mai piegarsi alla dittatura del politicamente corretto che tenta di nascondere la verità. Questa azione di onestà e di chiarezza ha il valore di grande merito culturale, sociale e politico che abbiamo sempre condiviso e che continueremo a condividere con Simone Pillon, assicurandogli sin da ora la nostra operosa vicinaza. Insieme a milioni di concittadini che difendono i valori non negoziabili della vita, della famiglia, della libertà educativa, riaffermiamo il nostro proposito di non arrenderci alla deriva culturale della dittatura del relativismo che sta inquinando la nostra società“.

Un comunicato a dir poco surreale, che tramuta i carnefici in vittime, la diffamazione in ‘politicamente scorretto’, i pochi partecipanti al Congresso di Verona in ‘milioni di concittadini’. “Se la cantano e se la suonano“, diremmo a Roma, tanto da doversi commentare le proprie sparate social, pur di strappare qualche straccio di incoraggiamento.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Jason Hackett, il conduttore del tg fa coming out in diretta: "Voglio essere autenticamente me stesso" (VIDEO) - Jason Hackett - Gay.it

Jason Hackett, il conduttore del tg fa coming out in diretta: “Voglio essere autenticamente me stesso” (VIDEO)

News - Redazione 22.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Continua a leggere

Eurovision 2024, - 7 al via. Ecco le ultime quote dei bookmaker, sarà trionfo queer? - Eurovision 2024 Nemo - Gay.it

Eurovision 2024, – 7 al via. Ecco le ultime quote dei bookmaker, sarà trionfo queer?

News - Redazione 30.4.24
Grindr

Teramo, in tre ingannavano uomini gay via Grindr: estorsione sotto minaccia, andranno a processo

News - Francesca Di Feo 20.3.24
St. Vincent e Grenadine, l'Alta Corte conferma: "Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria" - Caraibi - Gay.it

St. Vincent e Grenadine, l’Alta Corte conferma: “Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria”

News - Redazione 19.2.24
onu-persone-intersex

Intersex, storica risoluzione ONU: le procedure mediche forzate violano i diritti umani

Corpi - Francesca Di Feo 4.4.24
pavia pride 2024, sabato 1 giugno

Pavia Pride 2024: sabato 1° giugno

News - Redazione 4.4.24
Drag and Friends 2024, a Bologna torna il Festival italiano di arte Drag - DRAG e FRIENDS 2024 - Gay.it

Drag and Friends 2024, a Bologna torna il Festival italiano di arte Drag

News - Redazione 4.4.24
kay attivista lgbtqia india transgender

Delhi, autobus gratuiti per la comunità trans. “Ma senza documenti come identificheranno gli uomini trans?”

News - Federico Boni 9.2.24
Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli - Salvatore Sparavigna - Gay.it

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli

News - Redazione 29.3.24