Sanremo 2024, due donne si amano in uno spot e Pillon attacca: “Propaganda, ormai è un Festival LGBT”. VIDEO

A quattro giorni dal via è già polemica politica nei confronti di Sanremo. Perfetta la replica di Natascia Maesi, presidente nazionale Arcigay.

ascolta:
0:00
-
0:00
Sanremo 2024, due donne si amano in uno spot e Pillon attacca: “Propaganda, ormai è un Festival LGBT”. VIDEO - Sanremo 2024 spot Pupa 2 - Gay.it
Sanremo 2024, spot Pupa 2
2 min. di lettura

Che Festival di Sanremo sarebbe senza l’ormai tradizionale polemica sulla fantomatica “propaganda gender”?

Simone Pillon, ex senatore leghista ricandidato alle ultime elezioni ma non rieletto, nonché recentemente condannato per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+, ha tuonato contro lo spot Pupa che andrà in onda su Rai1 nel corso della kermesse canora. Uno spot pubblicato in anteprima da AffariItaliani, che l’ha definito addirittura “choc”. E cosa ci sarà mai di tanto scioccante in questi 30 secondi?

Una donna va all’altare con il suo futuro marito. Un’altra donna, in auto, guida tra la pioggia in cerca della chiesa. Entra, guarda la sposa, le fa segno di seguirla. La sposa le va incontro e fugge con lei, a bordo di un autobus.

Apriti cielo. Intercettato da AdnKronos, Pillon ha tuonato.

Questo spot rientra nello schema della normalizzazione a tutti i costi delle relazioni omosessuali. Se a noi adulti lascia indifferenti, è invece un potente strumento di indottrinamento per i ragazzini”.

A detta dell’ex senatore della Repubblica, questo “ossessivo lasciare messaggi in questi termini porta ad una sorta di propaganda sapientemente orchestrata che ha la finalità di portare avanti quello che è un vero e proprio contagio sociale. Le conseguenze sono quelle che vediamo con l’aumento della disforia di genere, la confusione di orientamento sessuale nei ragazzini e a farne le spese sono loro. Se andiamo avanti cosi dovremo mettere l’avviso ‘questo spot nuoce gravemente all’orientamento sessuale dei giovani. Sanremo è seguito dai giovani, sono anni che fanno un indottrinamento, è diventato un festival lgbtq. Che si continui così lo trovo veramente stucchevole“.

Parole a cui ha prontamente replicato Natascia Maesi, presidente nazionale Arcigay, sempre via Adnkronos. “Se Pillon grida allo scandalo di fronte ad uno spot che racconta la fuga di due donne che scelgono di amarsi sfidando le convenzioni sociali e il destino di un matrimonio eterosessuale imposto o non desiderato, è perché crede di vivere ancora nel Medioevo, in un mondo che non c’è più. Che gli piaccia o no, le lesbiche esistono e mettono su famiglia. Ciò che nuoce gravemente alla salute dei giovani non è la normalizzazione dell’omosessualità che da loro è già stata sdoganata, ma la mancanza di programmi di educazione all’affettività e al consenso nelle scuole. Sono proprio i giovani a chiederci di essere informati, consapevoli e quindi tutelati dalla violenza che nasce dal pregiudizio. E a loro che dobbiamo dare risposte serie e credibili, invece di riproporre la solita la caccia alle streghe“, ha concluso la presidente dell’Arcigay.

LaStampa ha chiesto opinioni relative allo spot Pupa ad alcuni pubblicitari, che hanno presto smontato la tesi di Pillon.

“Non capisco la ragione che possa stimolare una polemica, tanto meno un’incitazione all’omosessualità”, ha commentato Marianna Ghirlanda, presidente di IAA International Advertising Association. “Mi occupo di comunicazione da 25 anni e posso dire con certezza che questo è uno spot bello, delicato e che comunica un messaggio positivo di libertà. Oltretutto non vedo nemmeno un bacio o un atteggiamento che possa disturbare sensibilità particolari”.

“Sembra che i nostri politici, non tutti per carità non generalizziamo, abbiano trovato nuova linfa nel farsi pubblicità attraverso la pubblicità stessa”, ha aggiunto Andrea Crocioni, direttore di TouchPoint. “Cosa che evidentemente funziona visto l’attivismo di alcuni nell’accaparrarsi i riflettori mediatici anche su questo versante. Vero che in Italia siamo tutti ‘allenatori della nazionale’ però credo che sarebbe meglio se i politici facessero i politici concentrandosi semmai sui problemi reali della gente, lasciando ai pubblicitari fare i pubblicitari”.

4 giorni al Festival di Sanremo, ed è già polemica politica.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24
L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24

Continua a leggere

Sanremo 2024 serata duetti, le nostre cover preferite: trionfo Angelina, ma vince Geolier - photo1707525653 - Gay.it

Sanremo 2024 serata duetti, le nostre cover preferite: trionfo Angelina, ma vince Geolier

Musica - Federico Colombo 10.2.24
BigMama e fidanzata Maria Ludovica Lazzerini

Sanremo 2024, BigMama “bellissimo leggere il nome della mia ragazza accanto al mio”

Musica - Redazione Milano 6.2.24
Cucciolo e Milos, Sanremo 2024

Da Mare Fuori a Sanremo 2024: il monologo di Cucciolo e Milos sul palco dell’Ariston

Culture - Luca Diana 8.2.24
Vista da Sanremo questa Italia fa paura - Sessp 34 - Gay.it

Vista da Sanremo questa Italia fa paura

Culture - Federico Colombo 11.2.24
Eurovision 2024, l'Italia con Angelina Mango: "Porterò la libertà". Marco Carta rappresenterà San Marino? - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, l’Italia con Angelina Mango: “Porterò la libertà”. Marco Carta rappresenterà San Marino?

Culture - Federico Boni 13.2.24
Sanremo 2024, - 4. Chi vince secondo le interazioni social? Amoroso, Mannoia e Ghali davanti a tutti - Sanremo 2024 social - Gay.it

Sanremo 2024, – 4. Chi vince secondo le interazioni social? Amoroso, Mannoia e Ghali davanti a tutti

Culture - Redazione 2.2.24
A Sanremo 2024 una Emma in evoluzione con la sua "Apnea" - Sessp 25 - Gay.it

A Sanremo 2024 una Emma in evoluzione con la sua “Apnea”

Musica - Federico Colombo 6.2.24
Loredana Bertè Pazza Sanremo 2024

Sanremo 2024 è scomodo, Loredana Bertè: “Quando ti obbligano…”

Musica - Redazione Milano 28.1.24