Turkmenistan, dopo il coming out scomparso nel nulla Kasymberdy Garayev

Ennesimo gay scomparso nel nulla in Turkmenistan. L'allarme di Human Rights Watch.

Turkmenistan, dopo il coming out scomparso nel nulla Kasymberdy Garayev - Turkmenistan - Gay.it
3 min. di lettura

Human Rights Watch ha pubblicamente denunciato quanto sta accadendo in Turkmenistan, dove l’omosessualità maschile è illegale e i rapporti sessuali tra uomini vengono puniti con una pena detentiva fino a due anni di carcere. Rémy Bonny, esperto di politica post-sovietica LGBTI, ha lanciato l’allarme nei confronti del Kasymberdy Garayev, scomparso dopo aver fatto coming out sui social.

Il Turkmenistan ha una storia di violenza mortale nei confronti di qualsiasi voce dissidente. Il dottor Garayev non fa parte di alcuna opposizione nei confronti del presidente Berdimuhamedow. Vuole solo creare una società più tollerante nei confronti delle persone LGBTI“, ha affermato Bonny, chiedendo al governo turkmeno se Garayev sia sotto custodia, e in tal caso di rilasciarlo immediatamente, spiegando anche il motivo dell’arresto.

Siamo molto preoccupati che Kasymberdy Garayev sia tenuto in isolamento a seguito del suo orientamento sessuale“, ha dichiarato Rachel Denber, vicedirettore per l’Europa e l’Asia centrale presso Human Rights Watch. “Data la terribile storia dei diritti umani del Turkmenistan, che riguardano anche sparizioni forzate, abbiamo tutti i motivi per temere per la sua sicurezza e il suo benessere“.

Il 21 ottobre 2019, Radio Free Europe / Radio Liberty (RFE / RL) ha pubblicato un racconto in cui Garayev ha fatto coming out, senza però diffondere nome e cognome per motivi di sicurezza. RFE / RL ha riferito a Human Rights Watch che le autorità turkmene hanno iniziato a cercare Garayev dopo la pubblicazione della storia. Il 24 ottobre Garayev ha fatto sapere a RFE / RL di essere stato convocato dalla polizia per un controllo. RFE / RL ha perso ogni tipo di contatto con lui 30 minuti prima del suo annunciato arrivo alla stazione di polizia. Nessuno lo ha più visto.

La polizia turkmena aveva già arrestato Garayev nel 2018, dopo che le autorità avevano usato un app per attirarlo ad un incontro con un altro uomo. Garayev è un cardiologo che è tornato ad Ashgabat nell’estate del 2018, dopo aver completato gli studi medici a Minsk, in Bielorussia. Ha detto a RFE / RL che mentre era a Minsk, haassaporato la libertà” e ha iniziato ad accettare il proprio orientamento sessuale. Garayev ha deciso di raccontare a RFE / RL la sua storia per rimarcare l’omofobia del Turkmenistan e il costante bullismo da parte della sua famiglia. Dopo essere stato rilasciato dal suo precedente arresto, i suoi familiari abusarono verbalmente di lui e tentarono di “curarlo”, portandolo da un imam.  Facendo coming out, Garayev voleva dare il via ad una discussione nella società turkmena, in modo che gli atteggiamenti nei confronti delle minoranze sessuali cambiassero. A Garayev era stato anche vietato di lasciare il Turkmenistan, che ha da sempre un governo fortemente repressivo. Le persone che cooperano con i media stranieri sono spesso perseguitate. Più di 120 persone sono sparite dopo essere state arrestate o dopo un processo.

Il governo turkmeno dovrebbe depenalizzare la condotta omosessuale consensuale e adottare misure per proteggere le persone LGBT dalla violenza e dalla discriminazione“, ha affermato Denber. “E dovrebbero immediatamente prendere provvedimenti per determinare dove si trova Garayev.”

Una lettera aperta è stata inviata questa mattina da Arcigay al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in occasione dell’arrivo in Italia di una delegazione del governo del Turkmenistan, ospite a Milano per un evento organizzato da Confindustria e, secondo le agenzie turkmene, attesa a Roma per un incontro con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Il governo turkmeno – chiedono gli attivisti italiani – faccia chiarezza sulla vicenda di Kasymberdy Garayev, giovane attivista gay di cui si sono perse le tracce dal 24 ottobre scorso“.  Arcigay si rivolge quindi al governo italiano affinché esprima alla delegazione turkmena la propria preoccupazione e chieda conto di questa sinistra vicenda.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

Continua a leggere

torino padre figlio gay 14 anni

Torino, le atrocità di un padre al figlio di 14 anni, perché gay

News - Redazione Milano 25.10.23
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli - Salvatore Sparavigna - Gay.it

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli

News - Redazione 29.3.24
Matteo Bassetti vs. Fedez: "Parla di salute mentale ma quanti danni psichici avrà causato baciando Rosa Chemical" - fedez matteo bassetti - Gay.it

Matteo Bassetti vs. Fedez: “Parla di salute mentale ma quanti danni psichici avrà causato baciando Rosa Chemical”

News - Federico Boni 31.10.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23