Venezia 2020, Saint-Narcisse di Bruce LaBruce chiude le Giornate degli Autori (ed è già film scandalo?)

Il canadese Bruce LaBruce, autore di culto per il cinema LGBT internazionale, promette come al suo solito erotismo e le immancabili polemiche.

Venezia 2020, Saint-Narcisse di Bruce LaBruce chiude le Giornate degli Autori (ed è già film scandalo?) - LaBruce SAINT NARCISSE 1 - Gay.it
2 min. di lettura

Venezia 2020, Saint-Narcisse di Bruce LaBruce chiude le Giornate degli Autori (ed è già film scandalo?) - LaBruce SAINT NARCISSE 2 - Gay.it

Martedì prossimo verrà presentato il programma ufficiale della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, che prenderà vita il 2 settembre, primo festival cinematografico a ripartire dopo il lockdown da Coronavirus. Nel frattempo sono stati annunciati i titoli che daranno forma alla sezione autonoma e indipendente Giornate degli Autori, arrivata alla sua diciassettesima edizione, presieduta da Andrea Purgatori e di cui Giorgio Gosetti è il Delegato Generale, con Gaia Furrer responsabile artistica.

A chiudere le Giornate degli Autori 2020 sarà un regista cult per il cinema LGBT internazionale, ovvero Bruce LaBruce, 56enne canadese, 10 anni fa visto in sala con L.A. Zombie, interpretato dall’attore porno François Sagat e nel 2013 sempre a Venezia con Gerontophilia, sorta di Harold e Maude gay. LaBruce torna al Lido fuori Concorso con Saint-Narcisse, presentato in anteprima mondiale e interpretato da Félix-Antoine Duval, Tania Kontoyanni, Alexandra Petrachuck e Andreas Apergis

La pellicola è ambientata nel Canada del 1972. Dominic, ventidue anni, ha un feticcio… se stesso. Niente lo eccita di più della sua immagine. Per questo motivo, passa gran parte del suo tempo scattando dei selfie con una Polaroid. Quando la sua amorevole nonna muore, scopre due profondi segreti legati alla famiglia: sua madre lesbica non è morta di parto e in un remoto monastero vive suo fratello gemello, Daniel, cresciuto da un prete depravato. La forza del destino riunisce i due fratelli belli e identici. E dopo essersi ricongiunti anche con Beatrice, la loro madre, subito restano coinvolti in una strana rete di sesso, vendetta e redenzione.

Già dalla trama si può gridare al ‘film scandalo’ di Venezia 2020, per quanto sia ormai diventato praticamente impossibile definire un’opera cinematografica ‘scandalosa’, ma Bruce LaBruce, come al suo solito, promette erotismo e le immancabili polemiche.

Venezia 2020, Saint-Narcisse di Bruce LaBruce chiude le Giornate degli Autori (ed è già film scandalo?) - LaBruce SAINT NARCISSE 4 - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Charli XCX e Troye Sivan partono in tour insieme

Charli XCX e Troye Sivan annunciano un tour insieme: “È l’evento gay della stagione”

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24

I nostri contenuti
sono diversi