Aurelio Mancuso delira: “gay e trans d’Italia contro le donne”

Incredibile articolo scritto di proprio pugno dall'ex presidente Arcigay, in difesa di chi attacca il DDL Zan e le donne trans.

Aurelio Mancuso delira: "gay e trans d'Italia contro le donne" - Aurelio Mancuso - Gay.it
2 min. di lettura

Aurelio Mancuso è stato Segretario Nazionale Arcigay dal 2002 al 2007, fino a diventare presidente nazionale di Arcigay dal 2007 al 2010. Premesse fondamentali per segnalare l’ultimo, indecoroso attacco alla comunità gay da parte del presidente di Equality Italia, avvenuto dalle pagine dell’Huffington Post. Nulla di nuovo sotto il sole, va detto, perché negli ultimi anni più volte l’ex presidente Arcigay ha lanciato bordate al movimento LGBT, attaccando soprattutto le famiglie arcobaleno.

Ma oggi, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Mancuso si è superato, pubblicando un articolo che farà probabilmente invidia agli Adinolfi, ai Pillon e alle Silvana De Mari d’Italia. “Il machismo gay e trans contro le donne“, titola sul suo blog personale pubblicato dall’Huffington, per poi andare a motivare un titolo tanto assurdo.

A suo dire, infatti, “da tempo è in atto in tutto il mondo Occidentale uno scontro fortissimo provocato da militanti e associazioni gay e trans contro la libertà di espressione di tante donne“. Avete letto bene. Sarebbero i gay e le persone trans a limitare l’espressione femminile. “Non si può nascondere che anche dentro il movimento Lgbt italiano“, continua Mancuso, “da mesi sui social volano insulti pesanti nei confronti delle donne che si oppongono all’omologazione transchilista; non di meno sono stati furibondi gli attacchi verso le lesbiche che sono contrarie all’utero in affitto“. Quindi non sono i gay e le persone trans a replicare, com’è normale che sia, alle discriminazioni, alla diffamazione e alle menzogne altrui, bensì saremmo proprio noi ad aizzare il fuoco della polemica, neanche fossimo un branco di individui abbagliati dalla sindrome di Alamo.

Se questa giornata ha un senso“, insiste Mancuso, “bisogna con chiarezza denunciare che maschi gay, militanti trans, donne transfemministe, discriminano e insultano tutte le persone, in particolare le donne, non conformi al pensiero dominante (sostenuto colpevolmente dai gruppi dirigenti del centro sinistra), che si oppongono alla mercificazione dei corpi, alla compravendita dei bambini, alla cancellazione della differenza sessuale“.

Non contento, Mancuso arriva persino a difendere chi ha criticato il DDL Zan, a suo dire provvedimento ‘pasticciato‘, sottolineando come “chi ha sollevato osservazioni e critiche rispetto ad alcune parti della legge sia stato sommerso di improperi“. Osservazioni e critiche nella stragrande maggioranza dei casi segnate da insulti, indecenti bugie, benaltrismo dei noantri e chi più ne ha più ne metta, ma evidentemente questo a Mancuso deve essere sfuggito.

Nel finale l’ultimo attacco al movimento Lgbt, dove a detta di Mancuso si sarebbe “diffusa un’avversione e un’emarginazione di tutte le posizioni contrarie all’asessualizzazione dei corpi”. “Ognuna e ognuno ha diritto di percepirsi uomo o donna, al di là del sesso di appartenenza; nessuno però può negare il valore della differenza sessuale e le sue implicazioni giuridiche e sociali“, continua l’ex portavoce nazionale del coordinamento degli omosessuali dei DS. “In questa Giornata sarebbe auspicabile un passo in avanti di comprensione reciproca, ma per ora sono le donne biologiche a essere attaccate e discriminate. E non è una buona notizia“.

Per chiudere, tornerei all’incipit. Aurelio Mancuso è stato Segretario Nazionale Arcigay dal 2002 al 2007, fino a diventare presidente nazionale Arcigay dal 2007 al 2010. Trova l’errore.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 25.11.20 - 20:07

E ci si meraviglia che in Italia non vi sia ancora il matrimonio per tutti e la assoluta parità , come in Paesi confinanti col nostro? E' inutile dare la colpa al Vaticano od alle becere destre politiche : dalle parole di Mancuso , la prova provata del perché ! Non siamo capaci di fare squadra , o peggio i nostri cosiddetti rappresentanti si creano il loro orticelli per avere benefici a livello personale. Una per tutte : i locali vicini al Colosseo trasformati in abitazione privata!

Avatar
Anonimo 25.11.20 - 19:05

Come si suol dire, un bel tacer non fu mai scritto. L'articolo di Mancuso è a dir poco fuori luogo, infondato e offensivo, specialmente in una giornata importante come quella che si celebra oggi. Simili falsità confondono i piani, inquinano il dibattito pubblico e alimentano un'assurda e triste guerra tra poveri. In realtà sono proprio le tesi delle cosiddette femministe radicali essenzialiste e trans-escludenti ad essere discriminanti, violente e aggressive, nella forma e nei contenuti, nei confronti delle persone trans e delle coppie gay che hanno avuto figli tramite la gestazione per altri. Posizioni oscurantiste che innescano un'inevitabile e sacrosanta reazione da parte di chi è attaccat* in prima persona o di chi, come il sottoscritto, semplicemente non le condivide. L'oppressione che affligge donne e persone LGBTQI+ ha una radice/matrice comune e, pertanto, andrebbe combattuta attraverso alleanze trasversali e intersezionali ma evidentemente Mancuso e le sue amiche essenzialiste trans-escludenti si rifiutano di capirlo. Pazienza, ce ne faremo una ragione ma che almeno evitino di passare per vittime quali non sono. Mi chiedo se Mancuso sposasse queste teorie anche quando era segretario e presidente nazionale di Arcigay. In ogni caso l'associazione dovrebbe scegliere meglio i propri dirigenti.

Avatar
bacibaci 25.11.20 - 15:01

L'unica cosa che ho capito è che secondo Mancuso volano gli stracci tra maschi, gay e trans, da un lato, e, per lo più, femmine ( etero e lesbiche) , dall'altro, sui temi della maternità surrogata, del transchilismo(non so cosa sia), della mercificazione dei corpi, della compravendita di bambini e della differenza sessuale. Il punto, per come sono fatto io, è sempre lo stesso. Ognuno ha l'onere di formulare uno o più enunciati dei quali asserisce la verità e deve fornire una serie di argomentazioni probanti la verità di ciò che si afferma. Chi ha interesse al tema potrà sottoporre a verifica sul piano empirico e logico ciò che è stato affermato. Mancuso dice ed accusa, denuncia e critica, ma non argomenta. Così facendo la discussione non progredisce, semplicemente si avvelena ancora di più il clima. Meglio sarebbe stato prendere un tema, tipo la surrogacy o quello che si voleva, ed argomentare in ordine ad esso. Persone serie argomentano, accettano di essere stati smentiti, se sul piano empirico o logico se ne portano le prove, così si eliminano le argomentazioni demolite che di conseguenza vengono bandite dalla discussione, in quanto smentite. In questo paese si fanno solo dichiarazioni emotive. Mancuso ha espresso le sue emozioni di segno negativo su certe cose, ma non ha argomentato una sola posizione su di un solo tema. Mancuso fa tuttavia ciò che facciamo tutti, dai politici ai sindacalisti agli imprenditori all'uomo comune agli accademici. Esternazione di enunciati che esprimono e generano emozioni. Del resto a noi italiani piace tanto raccontarci la storiella che siamo migliori degli altri perchè siamo passionali ed emotivi e quando diciamo di qualcuno che è molto razionale lo diciamo per denigrarlo o stigmatizzarlo. Queste parole di Mancuso, sono più o meno come gli slogan: il lavoro non è una merce, prima gli italiani, è tutta colpa della casta, love is love. Sono tutti enunciati basati sulla capacità di creare risonanza emotiva nel cuore dell'interlocutore, rabbia o approvazione a seconda dell'interlocutore. Mancuso in pratica ha detto che certe cose gli suscitano emozioni negative, altri hanno detto che è Mancuso e le cose che dice a suscitare in loro emozioni negative, ma l'enunciato della cui verità si discute e le argomentazioni ed i dati a sostegno degli enunicati che si formulano, dove sono?

Trending

Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l'amata Luna Passos (FOTO) - Victoria De Angelis dei Maneskin vacanza romantica e baci social con lamata Luna Passos FOTO - Gay.it

Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l’amata Luna Passos (FOTO)

News - Redazione 9.4.24
GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO) - Gigi e Mahmood - Gay.it

GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO)

Culture - Redazione 11.4.24
Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia - Bayer Leverkusen - Gay.it

Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia

Corpi - Redazione 11.4.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24

Leggere fa bene

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica - Kenya Cov - Gay.it

Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica

News - Federico Boni 9.11.23
donna-transgender-arrestata-hong-kong

Hong Kong, attivista transgender arrestata con un pretesto e detenuta in condizioni disumane

News - Francesca Di Feo 29.2.24
Credit: Steve Russell

Affermazione di genere, il Governo manda gli ispettori al Careggi di Firenze. Zan: “Crociata ideologica e politica”

News - Redazione 24.1.24
russia-insegnante-propaganda-lgbtqia

Russia, insegnante si veste da Biancaneve e viene accusato di propaganda LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 28.12.23