Studenti in affitto a Bologna: coinquilini e proprietari discriminano anche in base all’orientamento sessuale

Tra discriminazioni e domande, trovare un alloggio a Bologna è più difficile del previsto.

bologna
2 min. di lettura

La Fondazione Innovazione Urbana di Bologna ha concluso uno studio sulla situazione abitativa per gli studenti fuori sede che si trasferiscono nel capoluogo emiliano per frequentare l’Università. La ricerca si è concentrata su 11.427 studenti, di cui 7.000 erano fuori sede. Questi 7000 comprendono sia stranieri che non residenti a Bologna. E che quindi hanno dovuto cercare una sistemazione in città per frequentare il proprio corso di studi.

Bologna è sempre stata una città universitaria rinomata, giovane e anche molto aperta. Consci del fatto che nessuna città è immune dall’omofobia, anche Bologna è stata teatro di qualche discriminazione e violenza, ma tutto sommato è una delle città italiane dove una persona omosessuale può vivere la propria sessualità senza problemi. Ma come affermato qualche riga più in sù, le discriminazioni non mancano, soprattutto quando uno studente LGBT cerca casa. Quello su cui la Fondazione Innovazione Urbana si è concentrata è stata appunto la tipologia di annunci che gli aspiranti studenti universitari dell’Ateneo di Bologna sono incappati, e quali discriminazioni hanno riscontrato.

bolognaCercare un alloggio a Bologna: no materie umanistiche, no matricole, no omosessuali

Forte provincialismo“. Queste le parole utilizzate da Nicola De Luigi, ricercatore Alma Mater. “C’è un forte provincialismo che sfocia spesso in discriminazione“. Non sono opinioni personali, bensì i risultati della ricerca. Tra origine, orientamento sessuale e perfino l’indirizzo di studi scelto, proprietari e coinquilini possono approvare o bocciare un possibile affittuario. Non si guarda più solo la disponibilità economica, per accertarsi che il nuovo arrivato possa mettere la sua parte ogni mese per le spese.

L’indagine su Bologna ha stabilito che più della metà, il 63%, deve superare per prima cosa un colloquio con il proprietario. Se nella stragrande maggioranza (60%) si guarda appunto alla situazione finanziaria dell’affittuario e della propria famiglia, il 4% degli studenti hanno dovuto indicare al proprietario della casa il proprio orientamento sessuale, mentre il 5% la religione. Percentuale particolarmente diversa quando a fare il colloquio sono gli altri potenziali coinquilini. Le domande sull’orientamento sessuale vale il doppio, e sale all’8,4%. Diverso invece il credo religioso, che cala di un 65%: gli studenti a cui è stata chiesta la religione da parte dei coinquilini è del 3,2%.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Il bianco coniglio 14.11.19 - 16:29

Anche la Bologna Rossa discrimina....propio vero che: Bologna è una fogna, di hipster e comunisti con il Rolex... Che schifo!

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Leggere fa bene

Drag and Friends 2024, a Bologna torna il Festival italiano di arte Drag - DRAG e FRIENDS 2024 - Gay.it

Drag and Friends 2024, a Bologna torna il Festival italiano di arte Drag

News - Redazione 4.4.24
Desmond Fambrini

Sei maschio o femmina? Le risposte dellə docente non binary

Lifestyle - Redazione Milano 5.3.24
i migliori locali gay a bologna 2023/2024

Bologna Queer: la guida completa agli eventi, alle serate, ai locali LGBTQIA+ friendly della città

Viaggi - Redazione 2.1.24
rivolta pride 2024, il 6 luglio a bologna

Rivolta Pride 2024: a Bologna sabato 6 luglio

News - Redazione 2.3.24
krystilia hepporn drag queen

Insegnante di giorno, drag queen di sera: intervista a Krystilia Hepporn

Culture - Gio Arcuri 9.5.24