Cristofer Benitez replica agli attacchi omofobi dell’ex ginnasta russa: “Continuerò a lottare per la comunità”

"La ginnastica ritmica è da donne", aveva detto Tatiana Navka. L'atleta spagnolo si difende e rilancia: "C'è ancora molta strada da fare".

Cristofer Benitez replica agli attacchi omofobi dell'ex ginnasta russa: "Continuerò a lottare per la comunità" - Cristofer Benitez - Gay.it
2 min. di lettura

“La ginnastica ritmica è uno sport da donne, gli uomini dovrebbe rimanere uomini”. Questo il commento sessista ed omofobo della pattinatrice russa Tatiana Navka, leggenda del ghiaccio, nei confronti del ginnasta spagnolo Cristofer Benitez. Un attacco gratuito a un collega atleta, messo alla berlina sul proprio profilo Instagram per aver indossato una gonna.

Scattata l’indignazione social per le parole aberranti e reazionarie di Tatiana Navka, sia in Spagna che all’estero, il ginnasta Cristofer Benitez ha deciso di replicare alla donna con l’eleganza di un volteggio al corpo libero. Intervistato dal portale Shangay, l’atleta ha rivelato di aver letto le dichiarazioni della pattinatrice dopo averle ricevute da un collega, il giorno prima che diventassero virali:

Non mi hanno colpito psicologicamente, è uno dei tanti attacchi omofobici che ho dovuto affrontare. Se qualcosa non mi dà gioia, lo tengo lontano. Ciò che mi ha commosso è il sostegno ricevuto dalle reti di persone anonime, politici come Carla Antonelli o Íñigo Errejón e altri atleti. È stato pazzesco.

A proposito di chi ritiene che la ginnastica ritmica non sia una disciplina adatta agli uomini, Cristofer Benitez è convinto che il pensiero condiviso dalla russa sia molto più diffuso di quanto si possa pensare, anche fra i medagliati:

Ci sono allenatrici, ginnaste e persino membri di federazioni che pensano che dovrebbe essere solo per ragazze, ma semplicemente non lo rendono pubblico. Sono orgoglioso della federazione canaria, che ha fornito visibilità e uguaglianza fin dal primo momento. […] In uno dei miei ultimi esercizi, ho aggiunto una bandiera LGBT ai miei costumi in omaggio a Samuel Luiz (ndr, l’assistente infermiere vittima di omicidio a sfondo omofobico in Galizia, compiuto lo scorso 3 luglio). Continuerò a lottare per i diritti della comunità, episodi come questo ci riguardano tutti e c’è ancora molta strada da fare.

Il ginnasta ha voluto svelare i segreti dietro le scelte artistiche che prendono vita nei suoi numeri, che nella ritmica coniugano sport e performance. Una gonna variopinta o una cascata di strass rappresentano elementi vivi dell’esibizione, non semplici accessori:

Il codice della ginnastica ritmica richiede coesione in tutta la parte artistica. Monto insieme il mio film, il mio spettacolo, mi ispiro a tutti i possibili riferimenti del tema che andrò ad eseguire e lo mando al mio “laboratorio”, Davide Maillots. Cerco di essere rivoluzionario, penso a cose innovative: ho inserito cerchietti, corone, body a due pezzi, tanti brillanti o gonne, sempre alla ricerca della coerenza con il tema. Il mio obiettivo è esplorare la parte artistica, è il mio timbro personale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Transgender triptorelina

Germania, approvata legge sull’autodeterminazione: “Le persone trans esistono e meritano riconoscimento”

News - Redazione 15.4.24
Dino Fetscher, vacanze d'amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social - Dino Fetscher - Gay.it

Dino Fetscher, vacanze d’amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social

Culture - Redazione 15.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24

Hai già letto
queste storie?

Josh Cavallo replica agli omofobi che continuano a minacciarlo di morte - Josh Cavallo - Gay.it

Josh Cavallo replica agli omofobi che continuano a minacciarlo di morte

Corpi - Redazione 20.12.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico - Lia Thomas - Gay.it

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico

Corpi - Federico Boni 26.1.24
uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
Tom Daley torna in acqua dopo due anni e vince subito un oro. È pronto per le Olimpiadi di Parigi - Tom Daley oro - Gay.it

Tom Daley torna in acqua dopo due anni e vince subito un oro. È pronto per le Olimpiadi di Parigi

Corpi - Redazione 20.12.23
USA, i crimini d’odio contro le persone trans e di genere non conforme sono aumentati del 33% nel 2022 - La transfobia istituzionale dilaga negli USA - Gay.it

USA, i crimini d’odio contro le persone trans e di genere non conforme sono aumentati del 33% nel 2022

News - Federico Boni 19.10.23
uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24