Cruciani attacca Gay.it e la comunità LGBTI+: “Non esiste”. La risposta di Vitto è stupenda e per il nostro direttore quelle parole…

Il nostro collaboratore Vitto Pascale replica alle dichiarazioni che il giornalista ha rilasciato nel podcast di Giulia Salemi a proposito della comunità gay. Il commento anche di Giuliano Federico, nostro direttore editoriale.

ascolta:
0:00
-
0:00
Vitto Pascale replica alle dichiarazioni di Giuseppe Cruciani
Vitto Pascale, collaboratore di Gay.it, replica a quanto detto da Cruciani nel podcast di Giulia Salemi
2 min. di lettura

La comunità LGBT non esiste“. Lo sostiene Giuseppe Cruciani, che ospite di Giulia Salemi nel podcast Non lo faccio x moda (qui per vedere la puntata) affronta diverse tematiche come sesso, tabù, insulti e, appunto, comunità queer. Parole che fanno saltare dalla sedia moltɜ personɜ, incluso il nostro Vitto Pascale, che sui propri profili social decide di ribattere punto per punto al giornalista. “Si chiama LGBT e pure QIA+” puntualizza Vitto sui social, “così ti incazzi un po’ di più perché abbiamo troppe lettere, che non sono mai abbastanza“.

Esistono i singoli individui di cui non me ne frega niente se uno va a letto con un uomo, una donna, con tre donne, se uno si taglia l’uccello, se lo tiene, a me non me ne frega niente. A me interessano le singole persone” sono le parole di Cruciani nel salotto di Salemi. Con amara ironia Vitto replica:

Devo ringraziare che ci si dia il permesso di fare l’amore con chi vogliamo e per aver ridotto la comunità LGBTQIA+ a un mero fattore sessuale strizzando anche un po’ l’occhiolino ad atti orgiastici con tre donne, guarda caso ‘più donne ci sono meglio è’ è una fantasia classica da eterosessuale.

@vitto_genderation

♬ suono originale – Vitto Pascale

Cruciani si spinge oltre, spiegando di provare fastidio quando qualcuno dice di appartenere alla comunità LGBTQIA+, e tira in ballo Margaret Thatcher, che “diceva: ‘Non esiste la società civile, esistono i singoli individui e la famiglia‘”. Anche qui, però, il nostro collaboratore mette i puntini sulle “i”:

Il discorso della Thatcher è stata una triste profezia che si sta avverando, la desertificazione della società e dei suoi vincoli di reciprocità, solidarietà, cooperazione. Da persona che lavora nella comunità e nelle associazioni LGBTQIA+ posso garantire che reciprocità, solidarietà e cooperazione esistono ancora.

L’affondo del giornalista e polemista Cruciani interessa anche Arcigay e il nostro sito: “Non è che Arcigay rappresenta i gay, non è che Gay.it rappresenta i gay, eppure parlano sempre a nome di una comunità, la comunità omosessuale, ma quale?”. Legittima la perplessità di Vitto, che si domanda: “Gay.it dovrebbe parlare a nome della comunità del petauro quantico?“.

Quando, infine, Giulia Salemi tenta di controbattere (“Magari i ragazzi si sentono rappresentati e hanno bisogno di tutela perché ci sono delle aggressioni“), il giornalista chiosa: “Sì, ma l’Italia non è un paese omofobo. Qualcuno viene aggredito, certo, non c’è dubbio“.

Parole a cui il nostro collaboratore risponde con dati diffusi da Homofobia.org che cita 94 episodi di violenza registrati nell’ultimo anno e che vedono coinvolte 157 vittime: “Insulti, sputi, minacce, stupri ma anche sabotaggi sul lavoro, allontanamenti da casa familiare” contestualizza Vitto, chiudendo così il proprio video: “Quindi sì se io voglio la mia comunità a sostenermi avrò la piena libertà di volermi sentire a casa in un luogo, o nella mia comunità“.

Con l’occasione abbiamo chiesto un commento anche al direttore editoriale di Gay.it, Giuliano Federico, che così si esprime sull’accusa di Cruciani che tra le altre cose dice che Gay.it non dovrebbe parlare a nome della comunità (la quale secondo il polemista non esiste):

Per quanto riguarda Gay.it, non abbiamo mai parlato neanche una sola volta a nome della comunità, ma parliamo ogni giorno alla comunità LGBTIAQ+, raccontiamo la comunità LGBTIAQ+ e ci rivolgiamo a chi ha voglia di leggere il nostro popolare giornale indipendente che non è finanziato da alcuna multinazionale, né da Confindustria, né da soldi pubblici, ma affronta il libero mercato. Sul resto delle parole di Cruciani non mi esprimo: sono parole in autocombustione

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
campanian republic 12.6.24 - 19:48

Cruciani ha ragione. La "comunita' gay-LGBT+ non esiste....I gay vivono sostanzialmente di giovinezza, sesso, ricchezza e popper ! Chiappe da esibire ai gay-pride e stop. Non ci sono 50enni, 60enni e oltre perchè lo squallido mondo omosessuale non va oltre i 35 anni. Un ambiente falso e malato di giovanilismo.

Trending

Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24
Titti De Simone - Legge contro l'omobitransfobia in Puglia

Legge contro l’omobitransfobia in Puglia, una battaglia durata 8 anni – Intervista a Titti De Simone

News - Francesca Di Feo 12.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. "Grazie per l'amore corrisposto" - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 8.4.24
Vittorio Menozzi, Federico Massaro e Stefano Miele, Grande Fratello

Grande Fratello, le parole di Stefano Miele suscitano polemiche: “Secondo me Federico è gay”

Culture - Luca Diana 22.1.24
world-speech-day-lgbtqia-firenze

Il World Speech Day il 15 marzo a Firenze dà voce alle esperienze reali della comunità LGBTQIA+

Culture - Francesca Di Feo 11.3.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Papa Francesco e l’attacco ai seminaristi gay, le reazioni della comunità LGBTQIA+ italiana

News - Redazione 28.5.24
L'Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona? - unione europea gay it 03 - Gay.it

L’Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona?

News - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Fabrizio Benetti Schio Elezioni Comunali 2024 - MaiMa LGBTI

“Garantire trascrizione dei figli di coppie omogenitoriali” Fabrizio Benetti di Maima e la sua candidatura a Schio

News - Gay.it 4.6.24
Giuseppe Cruciani: "Ho avuto un’attrazione gay, ho votato Roberto Vannacci" - Giuseppe Cruciani - Gay.it

Giuseppe Cruciani: “Ho avuto un’attrazione gay, ho votato Roberto Vannacci”

Culture - Redazione 2.7.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24