Quattro donne trans trattate come cavie: riparte il processo contro i medici dell’Umberto I

Le quattro donne erano in "una sorta di limbo", non avendo un sesso definito. Non erano state informate del metodo sperimentale, segnando negativamente il loro processo di transizione.

donne trans
2 min. di lettura

Sono quattro le donne trans che sarebbero state trattate come delle cavie dai medici dell’ospedale Umberto I di Roma. E oggi, dopo anni di silenzio e posticipi, riprende il processo. La storia inizia nel 2011, quando la prima delle quattro vittime decide di iniziare il processo di transizione, da uomo a donna. Assieme a lei, altre tre donne MtF, nell’arco di due anni, dal 2011 al 2013. Non si conoscevano prima, le vittime, ma dal 2014 si sono unite nella denuncia fatta verso i medici responsabili.

Tre i medici coinvolti: il primario di chirurgia plastica Nicolò Scuderi, il collega Luca Andrea Dessy e la biologa Cinzia Marchese. Secondo le quattro donne, avrebbero voluto ricorrere a delle tecniche sperimentali senza informare le pazienti. Per questo motivo, si sono sentite delle vere e proprie cavie. Cavie di operazioni poi fallimentari, che hanno causato forti dolori fisici e il ricorso a un’altra clinica per riparare agli errori dell’equipe romana. 

Operazioni disastrose senza il consenso delle donne trans

Dopo le operazioni in via sperimentale, le pazienti si sono trovate in una “sorta di limbo“, come hanno spiegato loro stesse. Un termine azzeccato, dato che l’operazione chirurgica, fallita, non aveva conferito alcun sesso. Doveva essere un metodo innovativo, anche se sperimentale, come gli stessi medici ora sotto processo avevano sottolineato in un articolo nella rivista specializzata Plastic and Reconstructive Surgery, pubblicato nel gennaio 2014.

Sperimentale, aveva spiegato. Ma si erano “dimenticati” di informare le pazienti, che si sono fidate di andare in sala operatoria con l’equipe per essere finalmente se stessi. Questo metodo prevedeva di creare una vagina con del tessuto che sarebbe stato prelevato dalla bocca. Con risultati catastrofici, che hanno portato le donne trans a non avere un sesso definito. Ora, i medici dovranno rispondere di lesioni volontarie. Un’accusa nuova, per un medico chirurgo, poiché solitamente le lesioni possono essere colpose. Ma il non aver informato le pazienti e essere ricorsi a metodi sperimentali senza consenso cambia tutto.

La denuncia era stata presentata nel 2014 e nel 2015 c’era stata la prima udienza. Col passare degli anni e della lotta in tribunale, il giudice che seguiva il caso è stato cambiato. Questo ha portato all’azzeramento dei lavori svolti fino a quel momento, dovendo ripartire da zero. Oggi la prima nuova udienza, nella speranza che il processo veda una fine entro il 2027, anno in cui il caso andrà il prescrizione.

La pena delle pazienti vittime

Dopo il fallimento delle operazioni, le quattro donne hanno dovuto rivolgersi ad altri centri specializzati, dovendo pagare di tasca proprio una cifra esorbitante per procedere al cambio di sesso e rimediare ai danni. Una di loro ha trovato una clinica in un paese asiatico, dove ha potuto concludere la transizione. Come se non bastasse, hanno dovuto convivere con fortissimi dolori per i primi giorni post-operazione. Anche per questi danni, fisici e morali, intendono fare di tutto per ottenere giustizia. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Studente delle Filippine sgrida il Papa: "Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male" (VIDEO) - Papa Francesco e Jack Lorenz Acebedo Rivera - Gay.it

Studente delle Filippine sgrida il Papa: “Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male” (VIDEO)

News - Redazione 21.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24

Hai già letto
queste storie?

studio-persone-transgender-gender-non-conforming

Le terapie di affermazione di genere migliorano la qualità della vita del 98% delle persone transgender e gender non conforming

Corpi - Francesca Di Feo 27.2.24
Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: "Fr*cio miserabile" (VIDEO) - Il Portavoce di Rocco Casalino 2 - Gay.it

Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: “Fr*cio miserabile” (VIDEO)

News - Redazione 4.3.24
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
Hunter Schafer - ruoli trans

Hunter Schafer non vuole recitare soltanto come donna trans e ha ragione

Cinema - Mandalina Di Biase 4.4.24
Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale? - GLAMOROUS 110 Unit 00895RC - Gay.it

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale?

Culture - Redazione 23.1.24
A Rimini, domenica 7 aprile, l'evento "Ci vediamo al parco", per celebrare il TDOV - arcigay rimini trans tdov2024 1 - Gay.it

A Rimini, domenica 7 aprile, l’evento “Ci vediamo al parco”, per celebrare il TDOV

News - Gio Arcuri 5.4.24
FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Via all'iter per il riconoscimento della Carriera Alias al personale dipendente di Roma Capitale - Carriera Alias - Gay.it

Via all’iter per il riconoscimento della Carriera Alias al personale dipendente di Roma Capitale

News - Redazione 24.4.24