Luci e ombre del Pride militarizzato di Gerusalemme

Dispiegamento di forze dell'ordine a difesa dell'odio anti-LGBTQIA+ degli ebrei ultraortodossi, che sono al governo con Netanyahu.

ascolta:
0:00
-
0:00
pride gerusalemme pride 2023 militarizzato
pride gerusalemme pride 2023 militarizzato
3 min. di lettura

Nonostante le preoccupazioni per la sicurezza dovute alle minacce online e alle contro-proteste, un impressionante numero di partecipanti ha dato vita alla marcia dell’orgoglio LGBTQIA+ del Pride di Gerusalemme. Si tratta del primo raduno pubblico, dopo la svolta politica di estrema destra avvenuta in Israele, conseguente alle elezioni vinte dall’immarcescibile primo ministro Netanyahu.

Si è trattato di un Pride militarizzato, e non per il pericolo del fanatismo di matrice islamica, che pure ha fatto sentire la sua voce tramite la propaganda fortemente omobitransfobica diffusa da Hamas presso le comunità palestinesi, ma per il timore che fossero gli ebrei ultraortodossi ad attaccare le persone queer che hanno partecipato alla parata del Pride.

Durante il Pride di Gerusalemme del 2015 un adolescente queer era stato ucciso proprio da un estremista ebreo ultraortodosso. E poiché sono proprio gli ebrei ultraortodossi i massimi ispiratori dell’attuale governo, più volte tacciato di essere illiberale anche dalla comunità internazionale, le preoccupazioni per la sicurezza delle persone partecipanti erano da bollino rosso.

La parata si è svolta al suono di numerosi slogan anti-governativi da parte delle persone LGBTQIA+ che marciavano accusando i ministri di estrema destra del Governo Netanyahu di cercare di nascondere l’omosessualità.

Prima dell’evento, tre persone sono state arrestate per minacce, mentre l’incitamento all’odio omofobico nei gruppi telegram e whatsapp di estrema destra, secondo quanto riportato dal Jerusalem Post e da Haaretz, avrebbe raggiunto livelli preoccupanti. La conferma, secondo Bbc, è arrivata anche da FakeReporter, organismo che monitora l’estremismo online.

Per questo motivo, il Pride è stato sostanzialmente “militarizzato”, grazie all’azione di protezione di centinaia di poliziotti armati. Gli organizzatori hanno riportato una partecipazione record di 30.000 persone. All’inizio della manifestazione, il Ministro per la Sicurezza Nazionale d’Israele, l’estremista di destra Itamar Ben-Gvir ha contribuito a far salire la tensione. Il ministro ha infatti attraversato una strada parallela a quella della parata, urlando “vergogna” ai manifestanti, mentre era circondato da agenti di sicurezza. Intervistato dalla BBC e interpellato se stesse creando deliberatamente una provocazione, Ben-Gvir ha risposto: “Forse la nostra semplice esistenza è una provocazione. Per voi, il fatto che gli ebrei vivano è una provocazione“.

Ben-Gvir pride gerusalemme israele
Ben-Gvir Ministro per la Sicurezza mentre provoca le persone partecipanti al Pride di Gerusalemme (fonte BBC)

Durante la marcia, alcune decine di manifestanti ultra-religiosi e di estrema destra, guidati da Lehava, organizzazione suprematista ebraica di estrema destra, sono stati separati dalla polizia. Sugli striscioni dei fascisti si leggeva: “Non lasciate che abbiano figli” e “Gerusalemme non è Sodoma“.

“Il nostro governo è il più omofobo e transfobico che sia mai stato –  hanno commentato molte persone queer – Il ministro della polizia, che è qui per proteggerci, fino all’anno scorso veniva qui per protestare contro di noi”.

Il Pride di Gerusalemme si è svolto nell’anno più critico per la democrazie di Israele. Negli ultimi mesi l’instabilità politica e istituzionale del paese ha portato a ripetute elezioni e tutto il mondo ha assistito a uno scontro senza precedenti tra gli israeliani laici e il governo fondamentalista di Benjamin Netanyahu, che ha forzato l’architettura di equilibrio tra le istituzioni, cercando di limitare i poteri della Corte Suprema.

Durante le ore del Pride, Netanyahu ha respinto le accuse secondo cui la sua coalizione intaccherebbe i diritti LGBTQ e ha twittato:

“Sono orgoglioso che Israele sia uno dei paesi più aperti al mondo per la comunità gay e che il dibattito su questo tema sia diventato ogni anno più accogliente e rispettoso”.

L’organizzazione islamista Hamas ha condannato la parata come “provocatoria” e aveva invitato i palestinesi ad osteggiarla.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert - OFF Les Tortues Turtles 02 - Gay.it

Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert

Cinema - Redazione 21.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24

Hai già letto
queste storie?

alessandria pride 2024, il 25 maggio

Alessandria Pride 2024: il 25 maggio

News - Redazione 12.2.24
modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24
Taiwan Pride - Taipei, 28 ottobre 2023 - foto: IG

La Cina trema, al Taiwan Pride 180.000 per la più grande marcia LGBTQIA+ dell’Asia Orientale

News - Francesca Di Feo 30.10.23
belluno pride 2024, sabato 13 luglio

Belluno Pride 2024: sabato 13 luglio

News - Redazione 25.3.24
palestine queer flag israel x tweet

Israele manda un tweet alla comunità LGBTIQ+ a proposito di Hamas dopo la bandiera queer-palestinese

News - Giuliano Federico 30.10.23
egadi pride 2024, sabato 6 luglio a favignana

Egadi Pride 2024: sabato 6 luglio a Favignana

News - Redazione 16.4.24
liguria pride 2024

Liguria Pride 2024: a Genova l’8 giugno

News - Redazione 23.1.24
vicenza pride 2024

Vicenza Pride 2024: sabato 22 giugno

News - Redazione 27.2.24