“Sono fascista e omofobo, ma non lapiderò i gay”: così parla un ministro di Israele

Vi raccontiamo la storia di Bezalel Smotrich, Ministro delle Finanze del governo Netanyahu e leader del partito politico "Sionismo Religioso".

ascolta:
0:00
-
0:00
Ministro finanze Israele Gay.it
3 min. di lettura

Nonostante le politiche progressiste che Israele ha preso e continua a prendere per allinearsi con la questione dei diritti civili in Occidente, gli scandali all’interno dei partiti e dello stesso governo Netanyahu continuano a preoccupare per una impendente virata verso destra che si fa via via sempre più eclatante.

Dopo la bufera politica che metteva in questione i diritti LGBTQIA+ che ha richiesto anche l’intervento del Capo dello Stato e le polemiche che hanno seguito l’elezione di Amir Ohana, deputato apertamente gay, a Presidente della Knesset, arrivano ora le agghiaccianti dichiarazioni di Bezalel Smotrich, Ministro delle Finanze del governo Netanyahu e leader del partito politico Sionismo Religioso.

Ministro finanze Israele Gay.it
Bezalel Smotrich, Ministro delle Finanze di Israele

Kan, l’emittente radiofonica e televisiva pubblica dello Stato d’Israele, ha reso pubblica la registrazione di un colloquio privato di Smotrich, il cui interlocutore non è stato reso noto, in cui il ministro ha dato una chiara e precisa descrizione di sé e delle sue visioni politiche, in netto contrasto con la linea intrapresa, almeno di facciata, del governo di Netanyahu. Nella registrazione si sente chiaramente Smotrich definirsi in questi termini: «Sono una persona di estrema destra, omofobo, razzista e fascista… ma la mia parola non è mai in questione».

Smotrich ammette poi che i suoi sostenitori sono consapevoli del fatto che sia anti-LGBT e contrario ai diritti civili ma, secondo la sua versione, ai sostenitori non importerebbe: «Sono l’unico a non aver cooperato con la Lista Araba Unita e a preservare la Terra di Israele per i loro nipoti. Mi copriranno le spalle».

La registrazione è avvenuta durante un colloquio con un misterioso interlocutore che, pur non essendo stato rivelato, dovrebbe corrispondere a un importante uomo d’affari. La conversazione tra i due, dapprima molto accaldata e dai toni alti, si è conclusa con un’infelicissima battuta del ministro: «Fissiamo allora i nostri limiti: io non lapiderò omosessuali, e tu non mi farai ingoiare gamberetti (vietati per gli ortodossi osservanti, ndr)».

La comunità LGBTQIA+ israeliana, tuttavia, si sente abbastanza sicura da non sentirsi minacciata dalle posizioni di Smotrich. Poco dopo la circolazione della registrazione, è arrivato infatti un commento pubblico di Ran Shalhavi, presidente di The Aguda – Associazione per l’Uguaglianza LGBT in Israele –, che si dice sicuro di poter affermare come il sentimento di odio di Smotrich non sia condiviso dal popolo israeliano. Almeno, non dalla maggioranza.

Ministro finanze Israele Gay.it
Ran Shalhavi, CEO dell’Associazione per i diritti LGBTQIA+ in Israele

Nonostante le politiche pro-LGBT del governo, discriminazione e omofobia non è certo stata eliminata dalla società israeliana. Tuttavia, i casi di violenza sono esponenzialmente diminuiti negli ultimi anni. Shalhavi ha poi aggiunto che, qualora il governo Netanyahu dovesse approvare iniziative o provvedimenti che nuocerebbero alla comunità, sono tuttə prontə a reagire: «Potremmo anche paralizzare l’economia», ha avvertito.

La comunità LGBTQIA+ israeliana è pronta e ben armata a difendersi, qualora ve ne fosse la necessità, ma più in generale preoccupano comunque i segnali contrastanti che arrivano dalla classe politica di Israele. Se da più parti arrivano continuamente voci di sentimenti anti-LGBT, il rischio è che queste implodano distruggendo tutti i passi avanti fatti finora. Non dimentichiamo, d’altronde, che lo stesso partito di Netanyahu è alle sue origini di destra. Se dovessero iniziare scontri all’interno della stessa maggioranza politica, la situazione si farebbe decisamente più critica.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all'Europarlamento - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all’Europarlamento

News - Redazione 10.6.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Paola Turci e Francesca Pascale in crisi? La cantante rompe il silenzio

Culture - Emanuele Corbo 11.6.24
Mare Fuori 5, al via le riprese. Ecco le novità del cast - Mare Fuori 5 - Gay.it

Mare Fuori 5, al via le riprese. Ecco le novità del cast

Serie Tv - Redazione 11.6.24
Marco Mengoni Carlo Conti Sanremo 2025 Gay.it

Marco Mengoni sul ritorno di Carlo Conti a Sanremo: “Senza Amadeus sarà diverso”

Culture - Emanuele Corbo 10.6.24
Mahmood alla versione spagnola di Tale e quale show

Mahmood a “Tale e quale show” spagnolo duetta con il suo imitatore. La reazione del cantante è virale – VIDEO

Musica - Emanuele Corbo 10.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d'Appello: "Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica" - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d’Appello: “Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica”

News - Federico Boni 6.2.24
Roma, il sindaco Gualtieri registra altri due atti di nascita formati all’estero di figlie di due mamme - Roma sindaco Gualtieri - Gay.it

Roma, il sindaco Gualtieri registra altri due atti di nascita formati all’estero di figlie di due mamme

News - Redazione 22.4.24
Palermo aggressione omobitransfobica

Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

News - Francesca Di Feo 22.1.24
georgia-legge-agenti-stranieri (2)

La Georgia come l’Ucraina? I georgiani vogliono l’Unione Europea: cosa sta succedendo

News - Francesca Di Feo 21.5.24
Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli - Salvatore Sparavigna - Gay.it

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli

News - Redazione 29.3.24
Galatina, insulti omofobi sul muro della sede Pd: "Meglio leghista che comunista fr*cio" - NON TOLLERIAMO ANCORA OMOFOBIA IN CAMPAGNA ELETTORALE - Gay.it

Galatina, insulti omofobi sul muro della sede Pd: “Meglio leghista che comunista fr*cio”

News - Redazione 27.5.24
Europee 2024, Marrazzo, Zela e Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed è polemica - Europee 2024 Marrazzo Zela ed Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed e polemica - Gay.it

Europee 2024, Marrazzo, Zela e Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed è polemica

News - Redazione 3.4.24
stati-uniti-ban-terapie-affermative

Stati Uniti, continuano i ban alle terapie affermative per i minori: 100.000 lǝ adolescenti abbandonatǝ a loro stessǝ

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24